Visualizzazione post con etichetta lavorare. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta lavorare. Mostra tutti i post

L'INPS è una truffa?

lunedì 25 luglio 2022

L'INPS è una truffa?
L'INPS è una truffa?

Gli schemi Ponzi, che poi vi spiegherò, in Italia sono illegali. Tuttavia l’INPS è esattamente questo: uno schema Ponzi, quindi perché non è illegale? Perché i suoi dirigenti non vengono ammanettati e portati in galera per frode?

Oggi cercherò di spiegare tutto questo, cosa c’è di vero e cosa c’è di falso in questi assunti, e se siamo tutti obbligati a versare denaro in un pozzo senza fondo che si mangerà tutti i nostri risparmi senza restituirci nulla.


Sei una risorsa NON un umano

lunedì 4 luglio 2022

Sei una risorsa non un umano
Sei una risorsa non un umano

Difficilmente ci soffermiamo sui termini, sulle parole che utilizziamo per identificare le cose e sul loro profondo significato, ma farlo può aprire ad una visione rivelatoria e cambiare totalmente la nostra comprensione del mondo.

Per esempio avete mai riflettuto sul fatto che nel mondo del lavoro, ma forse in modo più generale in tutta la società dei consumi, le persone vengono identificate esclusivamente come “risorse umane”? Questo termine, se ben analizzato, ci può aiutare a comprendere molto di ciò che siamo diventati, ma soprattutto ciò che non siamo più.

Lavorerai fino alla morte e farai la fame

lunedì 25 aprile 2022

Lavorerai fino alla morte e farai la fame
Lavorerai fino alla morte...

Una delle domande che più spesso le persone si pongono è se prenderanno o meno la pensione, cioè se tutti i soldi che stanno versando nelle casse dell’INPS hanno un senso, o se ad un certo punto il sistema non riuscirà più a sostenere il pagamento mensile delle pensioni.

Per capire ciò che potrebbe accadere nei prossimi anni dobbiamo comprendere come funziona il sistema previdenziale, se è sano e cosa potrebbe accadere nello scenario peggiore, cioè quello di una profonda crisi economica nel nostro Paese.


Anche il lavoro più bello, è uno schifo

lunedì 28 marzo 2022

Anche il lavoro più bello, è uno schifo
Anche il lavoro più bello, è uno schifo

La maggior parte delle persone cerca un impiego fisso, un posto dove stabilirsi, ricevere un compenso costante e su questo basare la sua intera vita. 

Questa categoria di lavoratori è spesso la più infelice perché si ritrova a detestare il proprio impiego, ma a sopportare la noia, la routine e lo stress perché è così che gli hanno spiegato che si deve fare. 

Il problema del posto fisso è racchiuso in un concetto molto semplice: anche l’attività più bella e interessante al mondo, se sempre uguale, porterà comunque alla nausea.


Metaverso: nuova frontiera di consumo e alienazione

lunedì 14 marzo 2022

Metaverso

Se non avete ancora capito in cosa consisterà il nuovo Meta di Facebook, allora ve lo spiego in due parole: stanno costruendo un universo tridimensionale abitato da avatar, dove immergersi indossando un apposito visore 3D. In pratica, quando ci si collega, ci si ritrova in un ambiente virtuale dove si assumono le sembianze di un personaggio digitale (un avatar appunto) e lì dentro si potrà interagire con gli altri avatar, cioè le altre persone collegate. 

Che risvolti avrà tutto questo sulla nostra vita quotidiana? Finiremo per spendere più deanro nel metaverso che nella vita reale? E come evolveranno lavoro e rapporti umani in questo nuovo ambiente?

Forse ci meritiamo tutto questo

lunedì 28 febbraio 2022

Forse ci merittiamo tutto questo

Ogni tanto penso che la triste vita che conduciamo, fatta quasi esclusivamente di un lavoro che detestiamo, ce la meritiamo proprio. Un paio di settimane fa il principe Harry, noto membro della famiglia reale britannica, è apparso sul web in un video dove lanciava un messaggio rivolto al mondo del business dicendo: “Le aziende dovrebbero dare a ogni dipendente il tempo di concentrarsi su di sé”.

Oh, anche se non è la prima volta, è interessante osservare che qualcuno appartenente al mondo della nobiltà e della ricchezza, suggerisca l’idea che il lavoro è diventato qualcosa di prepotente, che va regolato in un modo nuovo, altrimenti rischia di fare del male alle persone

Se lavorassimo 4 giorni a settimana

lunedì 21 febbraio 2022

Lavorare 4 giorni a settimana

Otto ore di lavoro al giorno sono un’assurdità e lo sono soprattutto farlo per 5 o 6 giorni la settimana. Nessun essere vivente, proprio per una questione di dignità personale, dovrebbe essere costretto a subire quotidianamente questa forma di violenza. Una violenza soprattutto psicologica, alimentata da regole sociali non  scritte, ma profondamente radicate nell’essere umano. 

Basti pensare al fatto che praticamente in ogni posto di lavoro chi si ferma in ufficio oltre l'orario, o lavora anche il sabato, viene visto come un figo, mentre chi va a casa a vivere il poco che gli resta è automaticamente un fannullone


Può durare questa follia?

lunedì 24 gennaio 2022

Può durare questa follia?
Può durare questa follia?

Mario questa mattina, come ogni mattina, si è svegliato presto. Dovrà guidare da fuori Roma fino alla prima periferia, districarsi nel traffico, trovare parcheggio, prendere la metropolitana e finalmente aprire la saracinesca del suo negozietto. Compie questo rituale da ormai cinque anni perché questo lavoro è la sua vita, gli permette cioè di pagare l’affitto, mangiare e mandare i figli a scuola. Mario vende sigarette elettroniche.

Dal punto di vista sociale ciò che Mario fa per campare è perfettamente accettato: è un onesto lavoratore che si dà da fare tutti i giorni, fornendo un servizio che è utilizzato da una buona fetta della popolazione. Tuttavia il suo modello di business non può durare e presto ce ne accorgeremo.

Se vuoi aprire un'attività in Italia sei fottuto in partenza

lunedì 3 gennaio 2022

Se vuoi aprire un'attività in italia sei fottuto in pratenza
fottuto in partenza

Qualche anno fa ho letto un articolo che aveva un titolo simile (forse identico) a quello che ho scelto per questo. Purtroppo non ricordo il sito, ma vorrei provare a trasporre qui le informazioni perché sono vitali per ogni cittadino italiano che viene pervaso dalla malsana idea di fare impresa in questo Paese.

Scopriremo oggi perchè aprire un’attività in italia è sostanzialmente un suicidio annunciato, a meno che non si scelgano particolari tipologie di "regimi fiscali" che permettono di avere un trattamento speciale, state a sentire.


Lavoro e pensioni, cosa accadrà?

lunedì 27 dicembre 2021

Lavoro e pensioni, cosa accadrà?
Lavoro e pensioni, cosa accadrà?

La domanda che molti giovani oggi si pongono è se riusciranno domani a mantenersi con il proprio impiego e se i contributi che stanno versando saranno sufficienti a garantire loro una pensione dignitosa. Si chiedono insomma se si possano fidare oggi delle scelte di Governo e domani della struttura contributiva dello Stato.

In questo articolo proviamo ad analizzare l’attuale situazione economica, ovvero come si sta muovento il mondo del lavoro e quali sono le prospettive future. Lo faremo per tentare di fare un po’ di chiarezza su cosa ci attende e come dovrebbero comportrarsi le attuali generazioni future.


Scade lo smart working, e adesso?

lunedì 1 novembre 2021

Scade lo smart working, e adesso?
Scade lo smart working, e adesso?

La pandemia ha certamente obbligato molte aziende e anche il reparto pubblico ad attuare quello che oggi viene chiamato smart working, ma che di fatto è sostanzialmente il buon vecchio telelavoro, solo senza una precisa regolamentazione.

Oggi tireremo un po’ le somme di quest’anno e mezzo abbondante di pandemia, per capire cos’è successo alle persone che hanno fatto telelavoro, come le aziende hanno reagito all'imposibilità di avere i dipendenti in presenza e quale direzione dobbiamo aspettarci che la società prenda nei prossimi anni.


Big quit è boom di licenziamenti volontari

lunedì 25 ottobre 2021

Big qui: è boom di licenziamenti volontari
Big qui: è boom di licenziamenti

Negli ultimi 10 anni ho sentito molte persone dire: “ora non si può fare, non ci sono certo le condizioni di quando lo hai fatto tu”, riferendosi naturalmente alla mia dipartita dal mondo del lavoro. Le motivazioni addotte sono più o meno sempre le stesse: non c’è lavoro, c’è la crisi, le banche non danno prestiti, gli immobili costano troppo, gli investimenti non rendono più come un tempo e ora la pandemia.

Eppure, mai come in questo periodo difficile stiamo assistendo a un boom di dimissioni volontarie, un numero davvero enorme di persone che decide di mollare il proprio lavoro e vivere una vita diversa, dove la produzione e il consumo non sono più al centro. Come è possibile?

Il lavoro è un diritto, fino a che non te lo tolgono

lunedì 20 settembre 2021

Il lavoro è un diritto, fino a che non te lo tolgono
fino a che non te la tolgono...

Dunque la grande illusione nella quale abbiamo vissuto fino ad oggi si è resa ormai palese: abbiamo tutti portato il lavoro su un palmo di mano: “se non lavori non contribuisci alla società e non vali nulla”, dicevano, salvo poi scoprire che la società ci toglie il lavoro quando gli pare e piace.

L’articolo 1 della nostra Costituzione dice che “L’Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro” e l’articolo 14 precisa che “La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.”. Lo ripeto: promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto...


Chi è resposabile per le morti sul lavoro?

lunedì 23 agosto 2021

Chi è resposabile per le morti sul lavoro?
Resposabile per le morti sul lavoro

L’articolo 35 della nostra costituzione dice che “La Repubblica tutela il lavoro in tutte le sue forme e applicazioni”, ma questa presunta tutela sembra essere un miraggio lontano, visto che (dati Inail) mostrano come ci siano mediamente 1500 morti sul lavoro l’anno, il che significa almeno 4 persone al giorno. Al giorno non al mese, non a settiman (che sarebbe comunque gravissimo), al giorno. E sono solo i dati ufficiali, che non comprendono tutti i lavoratori in nero, cioè almeno 300.000 persone.

Perché accade tutto questo, chi sono i responsabili e perché la sicurezza dei lavoratori non si trova al primo posto?

La schiavitù fisica e mentale del lavoro

lunedì 9 agosto 2021

La schiavitù fisica e mentale del lavoro
La schiavitù fisica e mentale
Mente e corpo sono indissolubilmente legati, tanto che la pace interiore difficilmente esiste in un corpo tormentato. Da questo punto di vista il lavoro rappresenta un continuo problema per entrambi questi aspetti dell’individuo, che agli osservatori più attenti si rivela essere una forma di schiavitù ben più potete di quello che immaginiamo.

Cosa possiamo fare per evitare che l’agire come uno schiavo, ci renda anche mentalmente oppressi dai dogmi della società in cui viviamo?

Le 5 Bugie del Lavoro

lunedì 28 giugno 2021

Le 5 Bugie del Lavoro
Le 5 Bugie del Lavoro

Anche se credi di essere obbligato ogni giorno a recarti sul posto di lavoro e darti da fare per ore e ore, facendo cose che sostanzialmente detesti, se ci pensi bene nessuno ti costringe a farlo. Se vuoi, se veramente lo vuoi, puoi telefonare adesso e dire: addio, non vengo più.

Cosa ci frena dal fare questa scelta? Ovviamente la paura, la paura di non avere più i soldi per vivere, l’idea di aver sprecato anni di studi per trovare un impiego decente, gli sforzi fatti per fare carriera e naturalmente la perdita del ruolo che ricopriamo all’interno della società, ma c’è di più...


Troppo Lavoro ti Rovina la Vita

lunedì 29 marzo 2021

Troppo Lavoro ti Rovina la Vita
Troppo Lavoro ti Rovina la Vita

Vi siete mai chiesti per quale motivo le persone, donne o uomini che siano, cercano di fare carriera, puntando ad avere un ruolo lavorativo importante e uno stipendio elevato?

La risposta più banale che possiamo dare a tale quesito è: "perchè la carriera garantisce privilegi, cioè sostanzialmente più potere e più soldi, che permettono una vita agiata e maggior sicurezza per il futuro". 

Beh, c’è molto di più dietro al desiderio di scalare la piramide sociale e adesso lo capiremo insieme.

Attenzione a farti licenziare (multa!)

lunedì 7 dicembre 2020

Attenzione a farsi licenziare (multa!)
Attenzione a farti licenziare (multa!)

Un tempo potevi startene a casa senza fare nulla, aspettare la lettera di richiamo del datore di lavoro, ignorarla e quindi venir licenziato. Cosa accadeva in questo caso? Beh, che il licenziamento naturalmente avveniva per giusta causa, ma il dipendente avrebbe comunque ricevuto la disoccupazione.

Sì, avete capito bene, in Italia (anche se è profondamente immorale e ingiusto) se si combina un guaio sul posto di lavoro, si è dei totali assenteisti o comunque si agisce in modo scorretto al fine di farsi licenziare, si ottiene comunque la disoccupazione. 

Ciò che Non Sarai Mai, se Lavori

lunedì 19 ottobre 2020

Ciò che Non Sarai Mai, se Lavori
Ciò che Non Sarai Mai, se Lavori

Se una persona inizia a lavorare a trent'anni e va in pensione circa a 70, lavorerà per  quasi 10.000 giorni, ovvero più o meno il 70% del tempo, perdipiù nel fiore dei migliori anni della sua vita. 

È stato calcolato che se sfruttassimo a fondo il tempo trascorso lavorando, potremmo fare circa 7 volte, a piedi, il giro completo del mondo. Invece, quello che accade, è l’esatto opposto: restiamo lì, sempre chiusi dentro quelle quattro mura mentre la vita ci scivola tra le dita come la sabbia del mare. 


La Città Uccide

lunedì 12 ottobre 2020

la città uccide
la città uccide

Oggi quasi tutti vivono il falso mito dell’uomo d’affari o della donna in carriera, che vive nelle grandi città, presenzia alle riunioni, prende il taxi, mangia nei ristoranti vestendosi alla moda e bevendo aperitivi.

Questo miraggio ci ha fatto completamente dimenticare che luoghi angusti e malsani siano in realtà le nostre metropoli. Come una doccia fredda arriva il rapporto dell’OMS a riportarci tutti con i piedi per terra e a sancire che nelle città si muore, si muore avvelenati.