Nuove truffe con l'Intelligenza Artificiale

Truffe IA

Secondo molti, il 2024 sarà l’anno dell’intelligenza artificiale. Quando avvengono rivoluzioni come queste il terreno diventa immediatmaente fertile per truffe di ogni tipo, quindi vale la pena fare un minimo di informazione per aiutare le persone a non perdere i proprio soldi.

E se credi che solo i boomer cadono nelle truffe online, mentre tu che sei giovane e “nato sul web” sapresti riconoscere gli scam a chilometri di distanza, beh sappi che le cose non stanno esattamente come credi. 

Nuove truffe con l'Intelligenza Artificiale

Barclays Bank, in un report di giugno 2023, ha mostrato che il 26% delle vittime delle frodi legate agli investimenti ha meno di 30 anni. Dunque c’è una buona fetta di giovani che si fa fregare da truffe che nel 77% dei casi si consuma online. Come funzionano queste truffe? Beh generalmente si fa credere al malcapitato di turno che potrà guadagnare belle cifre grazie ad un nuovo sistema rivoluzionario di investimenti. Lo scammer (truffatore) denigra tutte le altre forme di guadagno “facile” presenti sul web, sottolineando che la sua è l’unica funzionante. Generalmente fa leva sulla tua paura di perdere l’occasione, che l’opportunità va colta ora e che se aspetti gli altri guadagneranno e tu no. In questo modo evita che tu possa riflettere o fare ricerche in merito, smascherandolo.

Le nuove truffe arrivano dall’intelligenza artificiale: si fa credere al malcapitato che grazie ad algoritmi che funzionano proprio con l’intelligenza artificiale, si possa accedere a qualcosa di innovativo e sostanzialmente "magico", investire denaro in modo rivoluzionario, molto più efficiente, redditizio e sicuro dei metodi tradizionali. Ovviamente sono tutte fregnacce e il truffatore fa leva sull’ignoranza del suo interlocutore che generalmente ha un’idea distorta di come funzionano gli investimenti e le IA, e quindi si fa convincere.

Tutto questo, lo vedrete nel cosrso del 2024, sarà ovviamente spinto da quegli influencer che trarranno vantaggi personali dal promuovere questi sistemi, soprattutto ricompense di natura economica. Dunque quali sono le cose da fare quando ci passa per la testa l’idea di buttarci in questi sistemi?

  1. Generalmente vale la pena ignorare tutto quel mondo: se ci telefonano dire sempre di no, se ci appare una pubblicità non cliccarci manco morti, se il tuo amico ti dice “puoi fare soldi con questa cosa” mandarlo a quel paese. La regola numero uno è che se sono loro a venire da noi, a cercarci in qualche modo, sono sempre loro ad avere bisogno di noi, e non viceversa.
  2. Chiedere esplicitamente di che società si tratta, che ci venga fornita partita iva e verificare se è correttamente presente nel registro delle imprese. Se si tratta di un intermediario finanziario verificare che la società si presente sul sito CONSOB tra l’elenco delle Sim. Se si tratta di un consulete finaziario si verifica che il suo nome sia presente sul sito dell’OCF.
  3. Guadagni importanti, facili, veloci, senza competenze e sicuri non esistono, altrimenti saremmo tutti ricchi, quindi ciao ciao.

Le quest’anno poniamo particolarmente attenzione al mondo delle intelligenze artificiali legato ai guadagni facili, perché se da un lato strumenti come ChatGPT sono utilissimi, dall’altro qualcuno li sfrutterà in modo ingannevole per farvi lo scalpo. I giovani, sempre secondo lo studio citato, perdono mediamente più di 4000€ all’anno in truffe finanziarie di diversa natura, quindi non fatevi fregare.

Nessun commento:

Posta un commento

Sono molto felice che tu abbia deciso di lasciare un commento, la tua opinione è molto interessante per me, tuttavia prima di commentare tieni presente le seguenti informazioni:

1. Prima di fare una domanda usa il form di ricerca in alto a destra e leggi la sezione Contatti, dove ci sono le risposte alle domande più frequenti.
2. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
3. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo (anche in modo sottile e indiretto) non verrà pubblicato.