Investire in IMMOBILI con i bonus 2024

INVESTIRE usando i bonus 2024

Quali bonus si possono sfruttare nel 2024 per acquistare casa? In questo articolo facciamo il riassunto di tutti i vantaggi a cui è possibile accedere nel caso in cui si voglia investire in un immobile, sia che questo venga poi utilizzato come abitazione, sia da mettere a rendita, cioè affittare o rivendere.

Il mondo dell’immobiliare può rappresentare un’ottima opportunità di guadagno come uno spreco di soldi dipendentemente dal proprio livello di conoscenza, dunque è sempre una buona idea valutare tutti i vantaggi esistenti.

INVESTIRE usando i bonus 2024

Partiamo da un concetto di base: quando si intende acquistare un'abitazione, qualsiasi sia il fine, l’opzione più conveniente è quella di concentrarsi su case o appartamenti datati, che necessitano di una ristrutturazione. Questo perché i prezzi sono più contenuti del nuovo e buona parte delle spese per ristrutturare si possono detrarre dal proprio Irpef. Cos’è l’Irpef? Sono le tasse che paghiamo su ciò che guadagniamo (per esempio lo stipendio) quindi le detrazioni sono soldini che rimangono nelle nostre tasche.

Anche se spesso si parla male dei mutui, va detto che la casa è l’unica forma di investimento che permette di usare una leva del 100%, cioè acquistare un bene tipicamente costoso, con soldi che non sono tuoi, ma della banca. Questo è particolarmente interessante quando i mutui hanno tassi bassi (non ora quindi) ma le cose nel corso dell’anno potrebbero cambiare. 

Tra l’altro per i giovani sotto i 36 anni c’è la possibilità di contrarre un mutuo anche se si hanno poche garanzie da dare in cambio (es un altro immobile o un contratto di lavoro a tempo indeterminato). Il bonus mutui under 36, infatti, è una garanzia pubblica fino all’80% del mutuo, per chi ha un Isee entro i 40mila euro. Vale solo per l’acquisto prima casa, ma sappiamo che questa può essere subito affittata senza perdere alcuna agevolazione o venduta dopo 5 anni per ottenere delle plusvalenze (guadagni). I fondi stanziati per il 2024 sono limitati a 282 milioni di euro, quindi vale la pena agire rapidamente.

Anche per tutto il 2024 il Superbonus edilizio continuerà ad esistere, ma con una detrazione ridotta al 70% e sarà riservato esclusivamente ai condomini. Interessante quindi la possibilità di acquistare un appartamento all’interno di un grande stabile piuttosto datato per il quale si sa che l’assemblea condominiale intende deliberare l’uso del Superbonus, e ristrutturarlo in modo significativo spendendo poco. Non è semplice, ma qualche buona opportunità si può trovare.

Qualora non si intendesse buttarsi nell’avventura del Superbonus, che è effettivamente complessa e in parte rischiosa, esiste comune l’ecobonus, a cui possono accedere tutti coloro che ristrutturano e che consiste nella detrazione del 50% (fino a un massimo di 60mila euro) per la sostituzione di serramenti e infissi, oltre a schermature solari o caldaie a biomassa.

Per gli edifici più datati può essere interessante valutare il Sismabonus, ovvero una detrazione del 50% (per una spesa massima di 96mila euro) per mettere in sicurezza il proprio edifico. Questa detrazione sale fino al 70% o all’80% se a seguito dei lavori si ottiene una riduzione del rischio sismico rispettivamente di 1 o 2 classi.

Per chi ristruttura esistono infine anche agevolazioni sull’acquisto dei mobili e degli elettrodomestici, ovvero una detrazione del 50% (su una spesa massima di 5mila euro) per l’arredamento e alcune tipologie di elettrodomestici, generalmente allo scopo di rendere energeticamente più efficiente la propria abitazione. 

Insomma, alcune opportunità interessanti ci sono per chi intende investire nell’immobiliare, mentre non si può dire lo stesso per tanti altri bonus sotto forma di carte prepagate e riduzioni di varie spese, dedicati ai redditi molto bassi. Sono importi spesso ridicoli e, più in generale, questa politica di “bonus a pioggia” per i meno abbienti è una misura estremamente populista, che serve ad ottenere consensi, ma non risolve i problemi alla radice, come dimostra l’esperienza passata. Per chi investe i bonus sono un opportunità, per i poveri un placebo.

Nessun commento:

Posta un commento

Sono molto felice che tu abbia deciso di lasciare un commento, la tua opinione è molto interessante per me, tuttavia prima di commentare tieni presente le seguenti informazioni:

1. Prima di fare una domanda usa il form di ricerca in alto a destra e leggi la sezione Contatti, dove ci sono le risposte alle domande più frequenti.
2. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
3. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo (anche in modo sottile e indiretto) non verrà pubblicato.