Ricco Solo se Felice

sei ricco se sei felice
sei ricco se sei felice
Disprezziamo la ricchezza perché la identifichiamo con lo sfarzo e lo spreco, i due più grandi mali della società in cui siamo obbligati a vivere. Lo sfarzo è la trasposizione materiale del nostro ego: più hai bisogno di mostrare più povero sei dentro. Se sentiamo l’irrefrenabile bisogno di apparire e di possedere, è piuttosto probabile che abbiamo un grande vuoto dentro.

Questo vuoto non può essere colmato col denaro. La ricchezza poi porta allo spreco. Quando puoi permetterti tutto nulla ha valore e per questo ogni cosa dura poco e viene presto abbandonata. Il mondo è inquinato per il nostro bisogno di avere e per la sovrabbondanza di inutile.



Ricco Solo se Felice




Questo stereotipo di ricchezza, quella a cui tutti siamo abituati a pensare, è una ricchezza sbagliata, che fa solo male alle persone e all'ambiente. Aspirare a questa forma di (tra virgolette) benessere significa volersi male, ma soprattutto non comprendere dove stia realmente la felicità, perché è la felicità a rendere ricchi, non la ricchezza a rendere felici.

Molto spesso si cerca di smontare questo con risposte del tipo: “ok, ma se non hai i soldi per mangiare come puoi essere felice”, ma la questione è solo superficialmente così banale. Tutti sanno che un minimo di denaro per vivere serve, ma se investiamo tutto il nostro tempo e tutte le nostre energie per ricercare la ricchezza economica, lavorando duramente e costruendo una carriera, beh ignoriamo che questa corsa non avrà mai fine. Non arriverà mai un momento in cui potremmo dire: “Bene, sono arrivato, ora posso scendere e godermi la vita”, perché significherebbe perdere tutto e l’uomo dimostra ogni giorno di essere troppo attaccato alle cose per riuscire a farlo. Eppure quel momento in cui finalmente realizzeremo che stiamo perdendo la vita intenti a fare soldi, arriva per tutti, e quando arriva è spesso troppo tardi. La maggior parte dei malati terminali, alla domanda: "Hai vissuto come desideravi", risponde che, se potesse tornare indietro, viaggerebbe, passerebbe più tempo con le persone care o, semplicemente cercherebbe la serenità lontano dal lavoro e dagli obblighi.

In Ricco Solo Risparmiando ho voluto suggerire un percorso a tappe per arrivare alla stabilità economica in un lasso di tempo relativamente breve e quindi poi poter scegliere veramente cosa fare della propria vita. Qualcuno si fermerà alla prima stazione, vivrà con poco e sarà subito libero, altri sceglieranno di proseguire e guadagnare di più, in base alla propria situazione e alle proprie esigenze. La cosa che conta, però, è poter scegliere, perché nel modo considerato “normale” di vivere, solitamente non possiamo farlo, siamo solo in balia degli eventi e spesso ci accorgiamo troppo tardi di aver intrapreso la strada sbagliata.

Con questo libro propongo una diversa interpretazione del concetto di ricchezza, certamente economica, ma lontana dal bisogno di apparire e di possedere, che sono distruttivi. E’ una ricchezza profondamente consapevole, che può permettere, solo attraverso il risparmio, il raggiungimento di un traguardo straordinario, quello che ci permetterà un giorno di dire: "Sì, ho vissuto bene la mia vita e non mi pento delle scelte fatte".

Ricco solo Risparmiando è disponibile QUI

1 commento:

Sono molto felice che tu abbia deciso di lasciare un commento, la tua opinione è molto interessante per me, tuttavia prima di commentare tieni presente le seguenti informazioni:

1. Prima di fare una domanda usa il form di ricerca in alto a destra e leggi la sezione Contatti, dove ci sono le risposte alle domande più frequenti.
2. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
3. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo (anche in modo sottile e indiretto) non verrà pubblicato.