[VIDEO] Come Essere Felici Nella Vita

Di cosa abbiamo bisogno per essere veramente felici nella vita di tutti i giorni? In questo videoarticolo scopriremo insieme dove incanalare le nostre energie per vivere una vita felice e cosa fare ogni giorno per raggiungere una felicità vera, lontana dalla società dei consumi, dal lavoro e da tutto quello che è il falso cammino verso la soddisfazione di quei bisogno che ci permettono di sentirci sereni e amati.

Iscriviti al canale per non perdere i nuovi video! 




7 commenti:

  1. "Tutto ciò di cui abbiamo bisogno sono solo persone che ci capiscano, che ci ascoltino, di cui ci possiamo fidare, e con le quali possiamo toglierci la maschera e rapportarci in maniera sincera". Da quotare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mondo di oggi sostanzialmente privo di valori e ideali e dominato dagli interessi e dal dio denaro, non rende affatto facile concretizzare questo bisogno, anzi lo rende quasi un miraggio lasciandoci annegare in una perenne insoddisfazione.

      Elimina
  2. Mi sembra che il discorso sia un po' semplicistico. La felicità si ridurrebbe nel lasciare il lavoro schiavizzante, ridurre i consumi alle cose che servono, riprendersi il tempo per fare una passeggiata con un amico vero e mangiare un pasto che costi poco... tanto i valori sono ben altri.
    Che molti si adeguino a fare un lavoro che non desiderano è vero, certo non tutti. Conosco persone che vivono per lavorare perchè quello non è un lavoro per loro, ma una passione che non vogliono togliersi. Se proprio vuoi avere tantissimo tempo libero per dedicarti a quello che ritieni importante credo che l'unica soluzione concreta sia quella di trovare delle fonti di reddito passivo, come stai facendo tu con l'appartamento alle canarie. Tutto il resto porta a nulla, nel senso che puoi anche vivere con 200 euro al mese (in soldi) e tutto il resto procurartelo con vari metodi a costo zero, ma i problemi che vedo sono:
    1 - Se non vuoi essere costretto ad andare in ufficio ogni giorno ma sei costretto agni giorno a fare tutte le attività di autoproduzione comunque non sei libero. Preferisci passare la mattinata nel bosco a tagliare la legna? Io preferisco passare la mattina sul computer a lavorare e con quei soldi comprare la legna e nel bosco andarci a fare una passeggiata, questione di scelte.
    2 - Con un reddito minimo dichiarato, quando sarai anziano non avrai una pensione e chi farà tutte le attività per te?
    3 - Personalmente credo che la vita non sia fatta solo di valori fondamentali e bisogni primari soddisfatti (mangiare, dormire, un tetto...) ma quello che la rende speciale sia ANCHE il poter scegliere quello che è oggettivamente superfluo ma che di fatto non lo è. A titolo di esempio, se voglio godermi nella mia casetta l'ascolto di musica ad alta fedeltà (per il piacere personale e non per impressionare qualcuno) dovrò obbigatoriamente acquistare un impianto, che seppur usato e ottimizzato costerà alcuni soldi. E' un oggetto al quale rinunciare? Secondo me no.

    Per quel che riguarda le mie scelte, che vanno comunque nella direzione da te espressa con il blog, sono state quelle di trasferirmi all'estero in un paese a fiscalità ridotta (leggi "umana") e di organizzarmi con delle attività per generare reddito passivo.

    buon nuovo anno!
    Sergio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sergio, bell'intervento!Posso chiederti dove ti sei trasferito e quali sono le attività che generano reddito passivo su cui stai investendo? Immobiliare o altro?
      Grazie A.

      Elimina
    2. Slovenia, miniappartamenti/camere in affitto uso turistico, microcentrali idoelettriche.

      Elimina
  3. Bello tuto a parte della infelicità del Maiale, trasformato in salame... se vuoi essere felice devi rispettare anche tutte le forme di vita, compresa quella degli animali.

    RispondiElimina
  4. Domanda a tutti: Mettiamo il caso che a meno di 40 anni, avete accumulati un paio di milioni di €, oltre proprietà immobiliari, smettereste realmente di lavorare? O sareste presi dal sistemi che ci insegna a chiuderci nelle nostre 8/10 ore di lavoro, perché "così si deve fare". Secondo voi si dovrebbe smettere, avendo raggiunto la solidità economica? Perché a volte chi smette di lavorare dice di stare peggio, di annoiarsi e che finchè lavorare anche il fisico stava meglio? Chi sbaglia? chi continua ad accumulare magari fino a 50milioni di €, o chi capisce che tanto non li spenderà mai e si accontenta comunque di 1 o 2 milioni? Chi è nella ragione? chi lavora una vita e magari si riposa a 70 anni se non schitta prima o chi già a 40 si dedica completamente a famiglia e passioni? Ovviamente non si ha un'altra chance di vita nel caso si butti questa..

    RispondiElimina

Sono molto felice che tu abbia deciso di lasciare un commento, la tua opinione è molto interessante per me, tuttavia prima di commentare tieni presente le seguenti informazioni:

1. Prima di fare una domanda usa il form di ricerca in alto a destra e leggi la sezione Contatti, dove ci sono le risposte alle domande più frequenti.
2. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
3. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo (anche in modo sottile e indiretto) non verrà pubblicato.