Vivere a Madeira l'Isola dell'Eterna Primavera

trasferirsi arcipelago
isola di Madeira
Madeira sta là, un puntino di fronte al Marocco, tra le Canarie e le Azzorre, ed è uno di quei luoghi che non si tengono troppo in considerazione per andarci a vivere, forse perché si tratta di un'isola abbastanza sconosciuta e meno famosa di altre.

In questo articolo scopriremo cosa occorre fare per trasferirsi a Madeira, come si ottiene la residenza, un alloggio e quali lavori possiamo sperare di trovare. Capiremo anche il costo della vita e se veramente conviene mollare tutto e andare a vivere in questo sperduto scoglio in mezzo all'oceano.



Come è fatta Madeira


E' una piccola isola portoghese lunga poco più di 50km di origine vulcanica, con pochissime spiagge (l'sola di Porto Santo, dello stesso arcipelago, ne ha molte di più) perlopiù di sabbia nera, ma vanta un paesaggio incantevole. La temperatura oscilla quasi sempre intorno ai 25 gradi tranne nel periodo invernale che scende intorno ai 18. Ha sia mare che montagna, tanto che il suggestivo Pico Ruivo arriva quasi a 2000 metri d'altezza.

espatriare

Dall'Italia ci si arriva in modo non molto economico, le compagnie low cost non hanno iniziato da molto a battere queste tratte e siccome il turismo non è così forte come quello di altre isolette simili, i prezzi sono ancora abbastanza alti. Lo stile di vita è quello europeo, per cui al supermercato si trova di tutto, ci sono i cinema e numerosi eventi culturali, quindi Madeira è in un paradiso sperduto nell'oceano, ma con diverse possibilità di svago.

Per tutto il resto possiamo iniziare questo articolo guardando questo breve video, che mostra i luoghi più interessanti dell'isola.

Come si ottiene la residenza


Il primo documento in assoluto da ottenere, senza il quale non è possibile fare nulla, è il NIF (detto anche numero do contribuinte) che è un po' l'equivalente del nostro codice fiscale e carta d'identità messe insieme, perché senza di esso non possiamo ne aprire un conto in banca, né firmare un qualsiasi contratto, come ad esempio quello d'affitto.

Il NIF si ottiene presentandosi ad uno degli sportelli del DRAF (Direcao Regional dos Assuntos Fiscais); ve né uno praticamente in ogni centro abitato, quello della capitale (Funchal) si trova all'indirizzo Av. Arriaga 9004-528 (Funchal). Per interloquire con i funzionari bisogna parlare ovviamente portoghese, e ci verranno chiesti 10 euro (in alcuni uffici in contanti in altri un versamento tramite la banca), la nostra carta d'identità italiana, un certificato di residenza italiano (ricordiamoci di potarne con noi una copia dall'Italia) e un indirizzo di residenza a Madeira. Naturalmente appena arrivati non avremo questo indirizzo, per cui diamo quello dell'appartamento in cui alloggiamo, di chi ci ospita o dell'hotel, di solito non fanno troppe domande e va bene, l'importante è non esitare.

Solitamente occorre aspettare almeno una giornata per avere il NIF, per cui è probabile che ci faranno tornare il giorno successivo, ma in alcuni casi è successo che dopo qualche ora fosse già pronto. Inizialmente il NIF consiste in un pezzo di carta, in seguito (facendone richiesta) è possibile averlo sotto forma di tesserino plastificato che ci verrà spedito presso la nostra residenza a Madeira.

Ottenuto questo documento è sufficiente recarsi alla Junta de Freguesia de Santo António chiedendo il permesso di residenza, e presentando i seguenti documenti:

  • Carta d'Identità o Passaporto Validi
  • Contratto d'affitto o di acquisto di un appartamento o una casa
  • NIF 
  • Contratto di lavoro, stipendio, estratto conto bancario che dimostri un rendimento in denaro adeguato o comunque qualunque cosa che dimostri di avere una rendita.

L'attestato ci viene rilasciato in massimo un giorno; con questo dobbiamo andare al Municipio di Funchal e richiedere la residenza vera e propria.

Un altro metodo per ottenere la residenza definitiva a Madeira è quello di richiedere una Golden Visa, che ci spetta ad una delle seguenti condizioni:

  1. Trasferire a in una banca di Madeira un capitale di almeno 1 milione di euro.
  2. Creare un'impresa che generi almeno 10 posti di lavoro.
  3. Acquistare un immobile per almeno 500.000 euro.

Alla portata di tutti no?

Da non perdere: Come Vivere a Malta



Costo della vita


In generale si può dire che a Madeira il costo della vita sia più basso di circa il 25% rispetto alle regioni del nord Italia, basta considerare che un operaio guadagna dai 400 ai 500 euro al mese, mentre un impiegato viaggia intorno ai 700/800 euro. Queste cifre sono sufficienti per vivere una vita normale, per cui se abbiamo una pensione o un guadagno sui 1000 euro al mese, ci troveremo piuttosto bene. Ringrazio e prendo in prestito questa foto dal blog di I Pasticci di Terry per mostrare qualche cifra relativa ai prezzi dei beni di consumo presenti nei supermercati.



Gli affitti partono da 250 euro al mese per 1 stanza (individuata come T1)  e sui 300 per un due stanze (T2). Acquistare un appartamento con due camere da letto cosa circa 150.000 euro mentre per un 3 camere il prezzo sale oltre i 200.000 euro. Naturalmente i prezzi dipendono molto dalle zone, nella capitale sono leggermente più elevati mentre nelle zone periferiche si trovano occasioni migliori.

La fiscalità agevolata di Madeira


All'interno della Regione Autonoma di Madeira è stato istituito un porto franco (cosiddetta FTZ dall'acronimo inglese), questo significa che le materie prime e i prodotti semilavorati importati, che sono destinati ad essere trasformati localmente (cioè rielaborati da un'azienda che sta a Madeira) non sono soggetti a dazi doganali. Inoltre, il Decreto Legge n. 165/86, del 26 giugno 1986, prevede incentivi finanziari da parte dell'Unione Europea, che coprono anche il 50% dei costi sostenuti per la formare dipendenti in quelle aziende ad alto impatto tecnologico ed in particolare legate al risparmio energetico.

Visto che la Regione Autonoma di Madeira offre la possibilità di fondare un'impresa con forti agevolazioni fiscali, per chiunque volesse aprire una propria attività sull'isola, consiglio la lettura di Questo Approfondito Documento che tratta ogni possibile tipologia di società e la sua fiscalità a Madeira.

Potrebbe interessarti: Come Vivere alle Azzorre



Come trovare lavoro


Trovare lavoro per vivere a Madeira non è molto facile, questo perché ci sono poco più di 250.000 abitati per cui con un bacino demografico limitato lo sono anche le opportunità. La stragrande maggioranza della popolazione è concentrata nella capitale, per cui le migliori opportunità di lavoro si trovano lì. Molte persone lavorano nel campo del turismo, soprattutto nella ristorazione, che funziona bene perché il clima sempre mite è favorevole alle uscite serali e nel week-end. Una buona fetta di persone lavora nella produzione di vino e un'altra buona parte è impegnata nelle attività legate al porto della capitale, dove arrivano spesso grandi navi da crociera.

Considerando che gli stipendi sono bassi, quello che conviene fare è aprire una propria attività, che richiede un iter relativamente semplice e si può fare in pochissimo tempo. Qui c'è un servizio denominato Empresa na Hora (letteralmente impresa in un ora) accessibile anche via web a Questo Indirizzo dove sono riportate tutte le informazioni sempre aggiornate per mettersi in proprio a Madeira.

Per aprire questa impresa si va a Funchal, al numero 42 di Avenida Arriaga (all'ingresso c'è scritto grande: Edificio Arriaga) e ci si mette in coda allo sportello di Empresa na Hora (prendete il numerino prima!). Per aprire un'azienda serve avere:

  1. NIF
  2. Carta d'identità
  3. Un commercialista che ci segua (nel senso di avere già preso accordi e avere un nome del commercialista che ci gestirà la contabilità)
  4. Il nome per la nostra azienda (che verrà approvato)
  5. Aver deciso il capitale sociale (che a fine iter dovremo versare sul conto corrente bancario entro 5 giorni lavorativi)
  6. Un conto corrente in una banca del luogo
  7. Circa 400 euro in contanti da depositare (la cifra cambia di anno in anno)

A questo punto dovremo scegliere quale tipologia di società aprire, per questo motivo è importante leggere le caratteristiche delle varie società che vengono citate al link che ho dato poco fa. Compilate e firmate tutte le scartoffie ci verranno dati:

  • Codice della Segurança Social (l'equivalente della nostra partita IVA)
  • Certidão Permanente de Registo Comercial (ha una valenza di massimo 3 mesi)
  • Declaração de Início de Atividade (che il commercialista dovrà depositare al Serviço de Finanças)

Fatto questo abbiamo la nostra società e possiamo incominciare la nostra nuova vita imprenditoriale a Madeira.

Conclusioni


Come al solito in questo articolo mi sono concentrato nella raccolta di informazioni essenziali per il trasferimento a Madeira, cioè tutte quelle dritte pratiche che permettono di stabilirsi e iniziare a vivere e che in generale non è facile reperire, se non dopo lunghe ricerche o grazie a qualche persona che ci segue nel trasferimento. Madeira offre interessanti opportunità di sviluppo per buone idee imprenditoriali, un costo della vita basso, un clima decisamente favorevole e ottimi condizioni anche per i pensionati.

Di contro va detto che l'isola è piuttosto piccola, molto lontana dalla terra ferma e che attualmente non ci sono voli particolarmente economici per raggiungerla. Trovare lavoro non è semplice, per questo motivo è consigliato prediligere l'apertura di una propria attività, che può essere eseguita agevolmente e ad un prezzo molto contenuto.  

2 commenti:

  1. Sei sempre esaustivo nella ricerca di nuovi posti dove poter ricominciare.

    RispondiElimina

Sono molto felice che tu abbia deciso di lasciare un commento, la tua opinione è molto interessante per me, tuttavia prima di commentare tieni presente le seguenti informazioni:

1. Prima di fare una domanda usa il form di ricerca in alto a destra e leggi la sezione Contatti, dove ci sono le risposte alle domande più frequenti.
2. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
3. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo (anche in modo sottile e indiretto) non verrà pubblicato.