La Legge di Attrazione Non Funziona

il segreto della felicità
non serve fare, basta pensare
Ogni tanto approfondisco tematiche che penso possano aiutare tutti a non commettere errori: oggi è il turno della legge di attrazione, che ho studiato cercando di capire se in qualche modo può essere d'aiuto alle persone. Dopo numerose ricerche sono arrivato alla conclusione che si tratta solo di una trovata commerciale che ha fatto guadagnare almeno 10 milioni di dollari alla sua autrice.

Come sempre questa è solamente la mia opinione, che tuttavia mi preme condividere perché sono profondamente convinto che chi si affida a questo metodo (e altri simili) non solo stia sprecando il proprio tempo, ma rischi addirittura gravi conseguenze.



Cosa dice la legge di attrazione


Ha senso parlare ancora della legge di attrazione quasi 10 anni dopo l'uscita di "The Secret", il famoso film/libro che ha reso questa teoria famosa? Sì, perché come vedremo è proprio questo lasso di tempo a rendere possibile un confronto che dimostra inequivocabilmente come tale legge non esista. Tuttavia prima di divertirci con i numeri è importante capire cos'è la legge di attrazione, quali sono i suoi principi e a cosa dovrebbe servire.

Pare che esista una legge che dice che si può far avverare qualsiasi cosa semplicemente pensandoci intensamente. In pratica possiamo avere tutto: soldi, amore, salute e successo auto-vincendoci che arriveranno. Se non accade è perchè non ci abbiamo pensato in modo sufficientemente convinto. Secondo l'autrice del film/libro questo segreto è stato nascosto per centinaia di anni e tutti i ricchi, potenti e talentuosi della storia lo hanno usato, anzi, sono diventati personaggi importanti proprio perché usavano "il segreto", ovvero la legge di attrazione.

Ad un certo punto del libro l'autrice cerca di spiegarne il funzionamento facendo riferimento alla meccanica quantistica, attraverso la teoria della relatività ristretta ed in particolare al principio per il quale la materia è energia, l'energia è vibrazione e siccome i pensieri sono vibrazione, allora i pensieri possono attirare la materia, cioè le cose. Ecco il passaggio fondamentale:

A scuola non ho mai studiato la scienza o la fisica, eppure quando ho letto testi complessi di fisica quantistica li ho capiti perfettamente perché volevo capirli. Lo studio della fisica quantistica mi ha aiutata a comprendere più a fondo il Segreto a un livello energetico. La fede di molte persone si rafforza alla vista della perfetta correlazione fra la conoscenza del Segreto e le teorie della nuova scienza. Lascia che ti spieghi in che modo tu sei la più potente torre di trasmissione dell'Universo. In parole povere, tutta l'energia vibra a una determinata frequenza. Essendo fatto di energia, anche tu vibri a una frequenza determinata da quello che pensi e senti in ogni momento. Tutte le cose che vuoi sono fatte di energia e anche loro vibrano. Tutto è energia. E qui entra in gioco il fattore "wow": quando pensi a ciò che vuoi ed emetti quella frequenza, fai in modo che l'energia della cosa desiderata vibri a quella frequenza e quindi l'attrai a Te! Mentre ti concentri su quello che vuoi, modifichi la vibrazione degli atomi di quella cosa e la fai vibrare verso di Te.

Ma cos'è, una supercazzola? Chi ha studiato veramente la meccanica quantistica sa bene che senza buone basi matematiche sul calcolo integrale e probabilistico e senza la conoscenza della meccanica classica, non si può nemmeno lontanamente comprenderla. Io stesso, quando all'università l'ho studiata attraverso complesse dimostrazioni matematiche, ho avuto difficoltà.

In tutto questo discorso ci sono passaggi che non hanno senso: anche ammettendo di poter vibrare alla stessa frequenza delle cose solo pensandole, perché questo dovrebbe attrarle? Nella fisica non esiste un principio per il quale due cose che vibrano alla stessa frequenza si avvicinano. Inoltre facciamo attenzione a quando viene detto "tutte le cose sono fatte di energia", ecco, questo principio che viene preso dalla fisica quantistica non è vero, è una semplificazione errata. Qui si fa riferimento alla famosa formula E=mc² secondo la quale la massa sarebbe energia, ma la formula non dice questo. E=m lo direbbe, ma c'è quel c² (velocità della luce al quadrato) che ne cambia profondamente il significato. La formula infatti dice che: concentrando un grosso quantitativo di energia si può creare una piccola quantità di materia (m= E/c²). Non è che ci possiamo dimenticare del c² e dire ciò che ci fa comodo per dimostrare qualcosa.

Tralasciando che chi scrive libri dovrebbe informarsi e dire cose giuste, quello che mi preme far emergere è che questa "finta ignoranza" non stupisce affatto perché è un noto stratagemma psicologico per dare autorevolezza a qualcosa di totalmente infondato: in pratica si dice che qualcosa esiste (la legge di attrazione) e poi si tirano in ballo citazioni famose, teorie che pochi hanno studiato e capito veramente e pubblicazioni di qualche università. Anche se tra di loro queste cose non hanno nessuna correlazione, le si mette insieme con la dialettica allo scopo di convincere noi poveri ignoranti, che crediamo a tutto senza preoccuparci di verificare se quello che ci dicono sia vero o falso.

A questo punto credo che chi non ha mai letto il libro o visto il film sarà curioso di sapere come tutto questo ci viene propinato e di come venga enunciata la legge di attrazione. Qui c'è un estratto significativo di 12 minuti.




Non funziona


Il film che spiega la potenza della legge di attrazione ha venduto oltre 3,75 milioni di copie, il libro invece ne ha vendute più di 7 milioni solo in America, un milione in Brasile, 500.000 in Italia, 350.000 in Canada e 300.000 in Portogallo. Per questo Rhonda Byrne, l'autrice australiana, è entrata nella classifica delle 100 persone più influenti del mondo.

Visto che alla conoscenza della legge di attrazione l'autrice attribuisce il successo di personaggi come Platone, Shakespeare, Newton, Hugo, Beethoven, Lincoln, Emerson, Edison e Einstein, diffonderlo a tutto il mondo attraverso milioni di copie vendute (e chissà quante contraffatte) avrebbe dovuto rendere le persone più ricche e felici.

Il film e il libro che parlano della legge di attrazione sono usciti nel 2006, un anno dopo è iniziata la crisi economica che ci ha affossati tutti, e sfortuna vuole (per l'autrice) che sia iniziata proprio negli Stati Uniti, dove il film e il libro hanno venduto di più. Se milioni di persone fossero veramente venute a conoscenza del più grande segreto della felicità e della ricchezza, la formula magica non avrebbe dovuto portare loro tutto ciò che volevano? Purtroppo negli anni successivi alla pubblicazione le statistiche mostrano come negli Stati Uniti si siano generati milioni di nuovi poveri. La povertà e i fallimenti sono cresciti così tanto che sul sito della Fondazione Americana per la Prevenzione dei Sucidi si trova un grafico che mostra come dal 2006 al 2014 il numero di infelici che si sono ammazzati sia costantemente cresciuto.

infelicità attrattiva
Crescita dei suicidi dopo l'uscita del libro sulla legge di attrazione


Se la legge d'attrazione funzionasse, milioni di persone sarebbero state quantomeno più felici, anzi, rivelare al Mondo un segreto tenuto nascosto per centinaia di anni avrebbe fatto diminuire guerre, fame e malattie.

  • Perché aiutare le popolazioni dei Paesi poveri se basta dire loro che devono pensare al cibo per averlo? 
  • Perché soccorrere i bambini nelle zone di guerra se basta dire a tutti di pensare che la guerra sparirà per avere la pace?
  • Perché finanziare la ricerca sui tumori se basta dire ai pazienti che i tumori regrediscono da soli semplicemente auto-convincendosi di non essere malati?

Perché la legge di attrazione piace


Questa legge funziona molto bene perché da alle persone esattamente quello che vogliono, cioè un metodo totalmente privo di sforzi per ottenere ciò che desiderano. Secondo la legge di attrazione basta pensare per attirare verso di se le cose, guarire o risolvere un problema. Niente duro lavoro, fatica, alzatacce, studio e competenze, tutto è facile e tutti i problemi possono essere risolti senza sforzo. I grandi della storia non erano talentuosi individui che hanno lavorato duro, dedicato la loro intera vita ad una passione e nemmeno geni assoluti, ma solo persone che conoscevano la legge di attrazione. Possiamo quindi tutti essere ricchi, famosi e geniali senza alcuno sforzo, basta spendere 18 euro (18 euro!) per un libro che ci spiega come.

Inoltre si tratta di qualcosa di estremamente semplice, alla portata di tutti, chiunque può praticarla a partire da adesso, non serve comprendere nulla anche perché non viene minimamente spiegato da dove derivi e chi generi questa forza, a parte il goffo tentativo di tirare in ballo la meccanica quantistica, travisandola completamente.

Questo è il motivo per cui un libricino di nemmeno 200 pagine, scritto a caratteri cubitali, ha venduto quasi 12 milioni di copie, perché fa leva sui bisogni delle persone più vulnerabili che hanno problemi di ogni genere, vorrebbero uscirne e si aggrapperebbero a qualunque cosa pur di trovare una soluzione. Non a caso quasi tutte le interviste contenute nel film/libro sono state realizzate durante il meeting biennale del "Transformational Leadership Council (TLC)" i cui membri sono tra i più grandi esperti di marketing esistenti. Queste persone sanno bene come confezionare un prodotto che venda.

Potrebbe interessarti: Cosa Serve Veramente per Trovare la Felicità



La legge di attrazione è nociva


Tutti noi abbiamo dei desideri, vorremmo diventare ricchi, avere macchine di lusso, donne o uomini che ci amano, guarire dalle malattie e più in generale essere sempre felici e privi di problemi. Alcuni di questi desideri sono totalmente inutili ai fini della felicità, altri invece sono importanti, ma si avverano solo se si "agisce" in un certo modo. Ho utilizzato apposta il termine "agire" perché è ciò che manca nella legge di attrazione; questa infatti ci spinge a non fare nulla di concreto per ottenere le cose, e vuole convincere che basti pensare a qualcosa perché questa accada.

Così, se abbiamo un tumore, se siamo senza soldi o se il nostro compagno è un alcolizzato che picchia morte i figli, non dobbiamo consultare un medico, darci da fare per guadagnare o denunciare chi è violento, è sufficiente pensare che tutto si risolverà e questo accadrà. E' così che Angelo, convinto di essere guarito da un'intolleranza allergica al glutine, per mano di un "guaritore", ha mangiato alcune crocchette impanate ed è morto. Eppure ci credeva davvero, e secondo la legge di attrazione se ci credi davvero le cose accadono, si guarisce anche dai tumori, basta esserne convinti. Certo, forse non ne era così convinto, oppure è semplicemente più saggio non credere a tutto quello che ci raccontano.

Conclusioni


Lo so, quanto scrivo questi articoli perdo sempre una certa fetta di lettori, e sì, lo so che qualcuno si sarà sentito chiamato in causa per aver creduto nella legge di attrazione. A me dispiace, davvero, non è mia intenzione offendere nessuno, però dopo aver letto il libro, visto il film e studiato cosa è accaduto nel Mondo dopo la rivelazione del più grande segreto di sempre, non potevo arrivare a conclusioni diverse.

Purtroppo, amici cari, il Mondo è fatto così: il profitto è il movente di tutto e non importa quali siano le conseguenze, l'unica cosa che conta è vendere e fare soldi, e la legge di attrazione è un'invenzione geniale che arriva alla pancia delle persone, fa in modo che non ragionino, che dicano "che bel libro, è motivante e positivo, mi ha dato la carica", senza capire a ciò che queste credenze generano: orde di individui che invece di diventare padroni della propria vita attraverso le "azioni", pensano che ci sia una forza misteriosa che farà andare tutto nel verso giusto.

Purtroppo mentre aspettiamo che le cose magicamente si avverino, la vita passa.

37 commenti:

  1. Buongiorno Francesco.
    Un'analisi direi perfetta di un fenomeno che si è diffuso a macchia d'olio proprio perché alle persone piacciono le soluzioni più semplici e nelle quali ci sono meno azioni possibili da fare (vedi anche la lotteria e le slot machine, la gente spera di diventare ricca semplicemente grattando un tagliando o inserendo una moneta).
    La cosa che spaventa è vedere quanta gente ci creda ciecamente e sia annebbiata da quello che vede (Mel film) o legge (nel libro) e non si renda conto che le cose non cambiano senza azioni concrete.
    Aggiungo che la legge di attrazione è utilizzata come potente arma di persuasione anche nelle organizzazioni di network marketing (ho fatto parte di una per un annetto scarso) al fine di persuadere migliaia di persone a continuare su una strada sbagliata, quella appunto del mln fatto in modo poco professionale. L'unico motivo per cui viene utilizzata questa legge in questo campo è continuare a far autoconsumare i prodotti dell'azienda di network marketing per cui ke persone "lavorano"...per cui, attenzione anche al portafogli!
    Ciao e a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per le preziose informazioni!

      Elimina
  2. Sicuramente è così perchè prima di tutto nessuno ci regala nulla, secondo, poteri sovrannaturali sono follie assolute perchè la realtà della vita la vediamo tutte le mettine allo specchio e i problemi capitano; terzo tra teoria e pratica c'è un abisso con la valle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, purtroppo alle volte la speranza o la disperazione ci spinge a credere anche nell'assurdo :(

      Elimina
  3. Post antipatico ma verissimo...

    RispondiElimina
  4. Per ogni argomento ci sono interpretazioni e sfumature, che ognuno di noi fa proprie ed utilizza, secondo il buon senso che gli appartiene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra l'altro siamo tutti tentati a credere a quello che ci fa comodo o che accondiscende la nostra teoria :)

      Elimina
  5. Totalmente d'accordo, e grande analisi fatta con dati che dimostrano che non basta desiderare qualcosa per averla, bensì a parer mio serve definire esattamente cosa vogliamo nel dettaglio e giorno dopo giorno fare un passo verso la meta, anche piccolo ma costante. il pensiero in se e' un parte del processo, pensarlo nel dettaglio, scriverlo dirlo sicuramente serve, ma solo per definire l'obiettivo, poi bisogna lavorare per raggiungerlo! Complimenti per l'articolo! ho visto il film, letto il libro, ma rimarrò un tuo lettore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Davide, il passo, il primo passo che non facciamo mai! Hai ragione.

      Elimina
  6. sono pienamente d'accordo con tutto ciò che hai scritto!
    pur credendo che la propria convinzione personale positiva aiuti a risolvere i problemi questa convinzione ci da' solo la forza poi però bisogna agire...
    magari bastasse solo pensare... poi la storia della fisica quantistica è proprio ridicola!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La fisica quantistica non ti sconvolge fino a quando non l'hai capita veramente caro amico! Un fisico premio Nobel Bohr dichiarò che non c'è niente di solido veramente,la materia è vuota per 99,99 periodico(atomi),e che solamente la forza elettromagnetica che crea una resistenza,illudendoci della solidità di qualcosa.Le particelle che compongono gli atomi sono fatte di nulla,sono solo forme ed energia(vibrazione).Detto questo è evidente che qualcuno ci speculi su,ma resta il fatto che la materia è qualcosa di indefinibile...

      Elimina
    2. Si fantastica molto sulla meccanica quantistica, ma un conto sono le dimostrazioni fatte, un conto sono le teorie più o meno fantasiose, al limite del paradosso che ne derivano e su cui tanti fantasticano, sopratutto i programmi televisivi. Sono tutte teorie e sulle teorie non conviene molto basare le proprie scelte, ad esempio quelle inerenti la salute ;)

      Elimina
    3. Guarda che teoria in ambito scientifico assume tutto un altro significato,mi meraviglio che tu abbia studiato fisica Francesco!Detto questo non ci sono verità assolute,ma secondo me la realtà è ben diversa da come la percepiamo,ergo non sono fantasie per spettacolizzare suddetta scienza,allora spiegami l'esperimento delle doppie fenditure...

      Elimina
    4. Nessuno nega che la meccanica quantistica apra scenari stravaganti, inattesi e ancora privi di una vera e propria spiegazione (come l'esperimento che citi), è sicuramente tutto molto affascinante, ma questo non vuol dire che possiamo prendere queste osservazioni e usarle come ci pare, come ad esempio dire che pensando ad una cosa questa si materializza... o pensando che stiamo bene allora le malattie spariscono, perchè questo è ciò che viene detto (chiaramente e inequivocabilmente) nel libro/film. In questo articolo parlo di questo.

      Elimina
  7. Penso tu abbia colto il punto col verbo "agire". Credo che i fondamenti della Legge di Attrazione siano giusti, ma ciò che manca è la parte pratica, quella che crea la realtà grazie all'agire. Il discorso è molto lungo ed implica anche il modo in cui il nostro cervello percepisce la realtà intorno a noi. La vera legge di attrazione è un mix di quantistica, filosofia e biologia (almeno secondo me...). Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Funziona l'aspetto motivazionale secondo me, nel senso che quando sei "sul pezzo" hai più probabilità di realizzare qualcosa.

      Elimina
  8. Buongiorno Francesco,
    premetto che non sono esperta di fisica quantistica, per cui evito di inerpicarmi su discorsi più o meno scientifici. Permettimi però di fare delle precisazioni da semplice lettrice (nel senso ampio del termine, nel senso che leggo, mi informo e mi faccio una idea. Questo in generale, ivi compresi il libro in oggetto e tutti i suoi discendenti: quello che viene definito "Il Segreto" non è semplicemente pensare a qualcosa e PUF! magia tutto avviene.
    Questa, perdonami, è una interpretazione assai semplicistica e superficiale.
    Se si scava più a fondo, e quindi non limitandosi al libro best seller, ma scuriosando su testi meno conosciuti che affrontano lo stesso argomento, si può capire quanto questa legge (o presunta tale) sia solo apparentemente facile da applicare.
    Inoltre, non è detto che tutti quelli che hanno letto il libro, abbiano poi applicato la suddetta legge.
    Molti leggono, per curiosità, si entusiasmano facilmente, e poi finisce li.
    Se davvero si vuol capire come funziona la legge di attrazione e provare ad applicarla, si deve cambiare totalmente il modo di pensare e percepire se stessi e ciò che ci circonda.
    Questo non è affatto facile....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi trovo perfettamente d'accordo con Eleonora. Ho letto anch'io il libro: tante belle parole, e una lunga lista di sorprendenti slogan a effetto. Il difficile è riuscire veramente a porsi nello "stato mentale" giusto per riuscire a far accadere o attrarre determinate cose (beh, non proprio QUALUNQUE cosa, eh...). Non basta solo visualizzare o pensare intensamente: quella è una favoletta. Io questa "legge", chiamiamola così, l'ho capita molto di più tramite la spiegazione che ne dà tale Massimo Taramasco, il quale, in un video, illustra perché è tutt'altro che facile (ma non impossibile) farla "funzionare". Rhonda Byrne a me è sembrata tutto sommato una gran furbona, ma lo spunto l'ha fornito lo stesso e secondo me qualcosina di vero c'è, anche se trovo arduo pensare di tradurre il tutto in formule matematiche o leggi fisiche...

      Elimina
    2. Non ho molto da dire, anche secondo me hai ragione :)

      Elimina
  9. Ciao Francesco,
    affronti un argomento molto delicato, del quale sono rimasta anche io affascinata all'inizio, ho letto il libro ho visto il film ho visto dei video di persone molto influenti che predicano la validità della legge di attrazione. quello che con il passare del tempo mi rimane è una grande senso di ipocrisia generato dagli autori, voglio dire, hai un problema? sorridi ..non ci pensare pensa positivo come se non esistesse, sovrapponi un'immagine positiva e vedrai starai meglio.
    Ma il problema rimane e tu non vai a fondo per risolverlo , ma cancelli l'emozione negativa con un bel sorriso di facciata. E mi sa tanto di Ipocrisia.
    Sostenitori famosi per popolarità, riguardo la legge non dicono di non fare niente, will smith sostiene che invece bisogna fare, impegnarsi, mettere un mattone dopo l'altro con sacrificio ed impegno e le cose arrivano,,chissà a lui è andata bene!

    RispondiElimina
  10. Grazie per il riassunto e l'analisi. In effetti mi sconvolge un pò questa cosa relativa alla mancanza di "agire". Sono convinto che un approccio positivo e ottimista possa essere di aiuto e di stimolo per rialzarsi da eventuali fallimenti .... ma fallire implica pianificare e agire, imparare dagli errori, correggere il tiro e riprovare. Sono totalmente daccordo che la teoria della legge di attrazione cosi come la leggo dal tuo articolo e totalmente negativa. Grazie ancora.

    RispondiElimina
  11. Ciao Francesco, concordo in pieno con il tuo pensiero e fai bene a scrivere che occorre diffidare di questi imbonitori che vendono la medicina per i calli nel Far West.A mio parere quella che può somigliare alla legge di attrazione è quella che in psicologia si chiama "la profezia che si auto-avvera" (anche in negativo, però).Tempo fa una nota astrologa televisiva disse la semplice frase"obiettivi chiari- risultato assicurato"come ben dice Davide nei commenti, definire bene un obiettivo aiuta a raggiungerlo. Giorgia

    RispondiElimina
  12. secondo me , prima di scrivere o parlare bisogna documentarsi completamente su un argomento. quello che dici secondo me è verissimo, ma Byrne ha fornito un'interpretazione estremamente semplicistica forse per convincere le persone che possono ottenere tutto senza sforzo. tagliando dei passaggi fondamentali della LOA. avrai sicuramente letto i testi di Joe Vitale e lì trovi scritto ciò che diceva il lettore Davide in un commento precedente, ossia che per ottenere le cose ci vuole la giusta vibrazione, il pensiero positivo e distaccato, ma anche fare l'azione giusta al momento giusto, e seguire degli steps precisi per raggiungere il risultato, insomma l'universo lavora per noi ma soprattutto con noi, il fenomeno è bilaterale e noi siamo la colonna portante. chi davvero studia il pensiero positivo non ha mai detto che le cose si avverano in un click.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo, ma l'articolo parla della legge di attrazione enunciata da questo libro/film, il resto è un altro mondo che va esplorato a parte :)

      Elimina
  13. Ti seguo sempre con interesse e mi sono sempre ritrovato nelle cose che dici e racconti ma in questa occasione non sono affatto d'accordo, innanzi tutto questa cosidetta legge, fa in realtà parte di un insieme di leggi universali enunciate da Ermete Trismegisto, non è stata inventata da chi se ne impossessato per vendere libri.
    Non è corretto dire che il pensiero fa tutto, stare a casa in poltrona pensando che i sogni si realizzeranno da soli è da veri deficienti e la cosidetta legge di attrazione non dice questo...
    La realtà in ogni caso ha un suo "funzionamento" che è possibile gestire anche se non è così facile come viene scritto sui libercoli che ne parlano con leggerezza... che poi sia giusto farlo, beh questo è tutto un altro paio di maniche e su questo si potrebbe aprire un altro discorso!
    Un saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, c'è tutto un mondo dietro, ma questo articolo parla solo della legge di attrazione, semplificata per vendere milioni di copie ai danni di chi invece di agire si fa convincere che pensare ad una cosa la faccia accadere! E' evidente che il libro è un sunto appositamente travisato di vari principi, tra cui quello di Hermes Trismegistos, ma la sua legge legge di risonanza dice cose ben diverse. Questo film/libro dice chiaramente che esiste una legge per cui "basta pensare che le cose si materializzano" e questa, permettimi di dirlo, è follia.

      Elimina
  14. Ciao Francesco,
    vedo che in tanti commentano. Quindi hai centrato ancora una volta l'argomento. In effetti con questa cavolo di legge mi sono quasi rovinata. Non avevo più voglia di fare niente. Però oggi, che vedo le cose in modo diverso, mi rendo conto che è proprio una cosa per bambini confezionata per gli adulti. In effetti la legge di attrazione (o di risonanza) esiste ma è una cosa da imbecilli credere che se voglio una Ferrari questa si meterializzerà nel mio box. E quando si è così lontani, a volte, succede proprio il contrario, cioè che anche quello che hai ti viene tolto. Bisogna apprezzare sempre quello che si ha. Evidentemente non ho bisogno di una Ferrari (anche perché non saprei come non farmela rubare).
    Ciao. P.S. Penso che non hai perso lettori, al contrario...!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' preziosa la tua testimonianza Daniela, grazie mille!

      Elimina
  15. Ciao Francesco, sto leggendo da un po' i tuoi articoli, per la maggior parte molto interessanti.
    Ho pensato anche di acquistare il tuo libro, ma dopo questo articolo ho deciso di pensare intensamente al libro per farlo materializzare, così risparmio anche questa spesa. :-)
    Un po' di ironia ogni tanto non guasta.
    Saluti a tutti.
    Massimo

    RispondiElimina
  16. Non ho letto tutti i commenti quindi non so se qualcuno lo abbia già detto. Ma la spiegazione più sensata e reale, si trova in due libri fondamentali, anche se i titoli possono trarre in inganno.

    Wallace D. Wattles - La Scienza del Diventare Ricchi

    Napoleon Hill - Pensa e Arricchisci Te Stesso

    Qui parlano non di fantascienza come in The Secret, ma specificano "agire in un certo modo" e per farla in breve loro dicono che: tu devi crearlo nella tua mente prima e poi quando vedrai dei piccoli segni sparsi qui e là nell'universo e saprai coglierli allora portai seguire l'attrazione dei tuoi pensieri e AGIRE! Dormendo non si realizza nulla :) ma dormendo e pensando nel modo giusto, poi la mattina agiremo a suo modo.

    In più nel libro di Hill ci sono testimnianze tangibili, ma sono sempre persone che si sono fatti (fatemelo dire) il mazzo... Però nella loro testa lo avevano pensato, progettato e deisedarato... e avranno messo anche tantissimo impegno.

    Io credo che qualunque cosa prima va pensata, desiderata e ragionata su come realizzarla lavorabdoci su... attrarre sta solo a significare che se siamo positivi/produttivi saremo in grado di vedere le occasioni e saperle sfruttare al meglio :)

    Un saluto!

    RispondiElimina
  17. Ottimo articolo Francesco! Ti do pienamente ragione! La legge d'attrazione è una trovata commerciale. Impossibile ottenere qualcosa o realizzare obiettivi senza passare all'azione.

    RispondiElimina
  18. angelina bonotto30 gennaio 2016 07:14

    ciao, credo che anche la legge di attrazione vada approfondita ulteriormente, magari vissuta e sperimentata per un po' di tempo, prima di dire che non funziona....molto logico e razionale il tuo discorso .... ma tralascia un aspetto della vita dove la logica, secondo me non c' entra .... la fisica quantistica è un modo di vedere ciò che ti accade,un punto di vista, una diversa angolazione, non un metodo per ottenere ciò che si vuole... ci vuole fede e un pizzico di meraviglia verso qualcosa che viviamo e sentiamo, ma che non comprendiamo veramente .... io credo nella forza della preghiera,nella volontà, nella magia, nella meravigliosa capacità di far accadere miracoli .... ci credo, inspiegabilmente e senza giustificazioni logiche. Nella mia vita la lettura di certi libri, ( che sì è vero hanno contribuito a far arricchire molte persone ...buon per loro! )hanno nel corso degli anni modificato lentamente il mio approccio verso ciò che vivo quotidianamente, liberandolo da pregiudizi e limitazioni più o meno inconsce e impregnandolo di fede verso il buono e il bello del mondo e di spericolato e meraviglioso coraggio .... coraggio che poi mi ha permesso di prendere decisioni che hanno cambiato la mia vita .... anche la scelta di smettere di lavorare ha bisogno di un atto di fede... sì è vero anche di metodo, ma anche un pizzico di "non so che" per riuscire a far il salto ... realmente in quanti riescono veramente a realizzare quello che hai fatto tu? Io penso (e lo vivo quotidianamente),che tutto ciò che ottieni agendo con metodo e ragionamento porta ad ottimi risultati, ma è con tutto il resto che ottieni i miracoli....e io credo ai miracoli!!!
    ciao ti abbraccio
    p.s. anche il tuo libro è tra quelli che mi hanno cambiato un po' la vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fede, magia e preghiera tutti insieme mi fanno molta paura. con i miracoli sono addirittura terrorizzato.

      Elimina
  19. disturbare la fisica quantistica poi..questi qua non hanno letto nemmeno Topolino! Fa tristezza vedere quanti seguaci può avere un ciarlatano..

    RispondiElimina
  20. famosissima la citazione di feynman sul fatto che nessuno capisce la meccanica quantistica...i più grandi scenziati si scervellano pur di cercare di dare un senso a ciò che viene fuori dagli esperimenti... e questa qua salta fuori che senza capire un tubo di scienza e fisica comprende la meccanica quantistica. già solo da questa affermazione partirei prevenuto nel leggere ciò che scrive(io che soprattutto l'ho studiata posso dirti che trovo assurdo questa cosa).il fatto è che alla gente piace la soluzione facile, piace l'idea di poter avere tutto a costo zero. come c'è chi ha problemi di svariata natura che non sa come risolvere e si aggrappa a qualsiasi cosa. e c'è chi di questo ne approfitta, sempre per il solito motivo: far soldi. troppo semplice poi giustificare il tutto come "se non hai successo, è perchè non ci hai pensato e non ci hai creduto abbastanza", il che è una paraculata immensa. personalmente quando sento queste cose ormai parto prevenuto, quando 1) ti offrono soluzioni semplici che risolveranno tutti i tuoi problemi e senza nemmeno fare sforzi, 2) dicono di farlo perchè hanno a cuore il tuo bene 3) ovviamente devi comprare ciò che ti stanno vendendo per arrivare a tal risultato. poi ormai si vede lontano un miglio che i modi in cui presentano queste cose sono i classici schemi triti e ritriti per fare marketing e per fare leva su determinati aspetti della personalità umana

    RispondiElimina
  21. Ciao Francesco,
    potrei evitare di commentare perché in molti, compreso te, avete già detto tutto quello che c'è da dire, quindi il mio intervento sarà praticamente inutile.

    Procedo ugualmente però nel dire che "sperare", cosi voglio volutamente ridicolizzare questa "legge", a nulla serve se non seguono azioni.

    Son convinto invece che nella parola "passione" possa risiedere molto di quello che serve per la propria felicità... in quanto contiene intrinsecamente il sognare, l'idealizzare, il progettare ed il realizzare.

    Non condivido "tout court" con il titolo del sito... ma questo è tutto un altro mondo che commenterò in altri articoli... :-)

    PS: complimenti per il blog!!!

    Buena vida. Alex.

    RispondiElimina

Sono molto felice che tu abbia deciso di lasciare un commento, la tua opinione è molto interessante per me, tuttavia prima di commentare tieni presente le seguenti informazioni:

1. Prima di fare una domanda usa il form di ricerca in alto a destra e leggi la sezione Contatti, dove ci sono le risposte alle domande più frequenti.
2. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
3. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo (anche in modo sottile e indiretto) non verrà pubblicato.