Viaggiare in Treno Spendendo Meno Possibile

viaggiare spendendo poco
spendere meno possibile per il treno
Internet è uno strumento formidabile, ma anche una grande fonte di disinformazione, quindi saperlo usare in maniera corretta è tutto. Per viaggiare in treno in modo economico possiamo basarci su diversi servizi ufficiali delle compagnie ferroviarie, ma occorre conoscerli bene, altrimenti si rischia di spendere più del dovuto.

In questo articolo vorrei spiegare come trovare i biglietti più economici sempre, svelando alcuni subdoli trucchetti che ci fanno spendere di più ed analizzando i migliori giorni per viaggiare. Ringrazio il carissimo Filippo che mi ha suggerito l'argomento e inviato materiale estremamente utile!



Regole generali per spendere poco


Come sempre risparmiare significa porre particolare attenzione a come si acquista ciò che ci interessa, regola che vale anche quando si viaggia, dove vengono applicate tariffe differenti a seconda di diversi fattori, principalmente il momento del viaggio e la durata dello stesso. Ci sono sostanzialmente due tipologie di viaggiatori: quello occasionale e quello habitué. Per entrambi esiste una precisa strategia di risparmio; incominciamo con quello occasionale:

Chi ha bisogno di viaggiare in treno una volta ogni tanto e vuole risparmiare, deve imparare a pianificare con largo anticipo il suo viaggio e cercare di evitare di muoversi nei giorni più gettonati. Prendiamo come esempio un treno Frecciargento e valutiamo come varia il prezzo del biglietto sul sito di Trenitalia (per la stessa tratta e la stessa ora) nei diversi giorni della settimana.

viaggiare con pochi soldi


Si nota che il lunedì e il venerdì sono i giorni più costosi, questo per spremere per benino i lavoratori: molte persone infatti non possono fare a meno di usare il treno in quei giorni, per cui i biglietti costano caro. Il mercoledì invece è il giorno in cui viaggiare in treno costa meno; cosa accade quindi se cerco l'orario più economico per viaggiare mercoledì prossimo e poi lo confronto con lo stesso giorno e orario, ma tra un mese?


prenotare in anticipo per risparmiare soldi


Si nota, non solo che negli orari meno gettonati (attorno a mezzogiorno) il prezzo cala considerevolmente, ma soprattutto che se prenotassi con un mese di anticipo, spenderei meno di un terzo! Va specificato che non si tratta dello stesso treno, nel primo caso è un Fecciargento che esegue la tratta in due ore, nel secondo un Intercity che impiega più tempo, ma quello che a noi interessa è il prezzo. Si potrebbe infatti pensare che con i treni regionali, cioè quelli che ci costringono a cambiare in molte stazioni, visto che il tempo di percorrenza lievita ancora, si spenda meno, ma non è così. Per la stessa tratta, sempre di mercoledì, si scopre che:

frugale


I treni regionali non possono essere prenotati per un periodo superiore ai 7 giorni dalla data odierna, quindi non posso prenotare ora un viaggio che farò tra un mese, dunque le tariffe sono sempre alte per via del basso "preavviso", inoltre i tempi di percorrenza aumentano in modo esagerato, quindi si finisce per pagare tanto e impiegare moltissimo tempo. Stiamo poi molto attenti quando cerchiamo treni regionali, ricordiamoci che sul sito di Trenitalia, se si seleziona la voce "Tutti i treni", questi non vengono mostrati, occorre proprio selezionare la voce "Regionali"!

Tutto questo ragionamento vale per le medie e le lunghe percorrenze, infatti questi esempi riguardano la tratta Bologna – Roma, ma cosa accade se confronto il prezzo e i tempi di un Freccia e di un Regionale sulle percorrenze brevi?

quale classe conviene


Viaggiare in treno con un regionale diventa più economico e la differenza sui tempi di percorrenza meno importante.

Questi ragionamenti sono basati sui prezzi di Trenitalia, ma se invece valuto i prezzi di Italo? Italo è un operatore ferroviario privato sulla rete ad alta velocità che spesso ci permette di spendere meno.

spendere il meno possibile


Italo è più conveniente anche negli orari in cui Trenitalia è più costoso, i tempi di percorrenza sono gli stessi dei Freccia, inoltre si trovano biglietti economici anche da qui a pochi giorni, peccato che copra solo certe tratte.

Non importa se siamo riusciti o meno a seguire questi ragionamenti, capisco che possono essere dispersivi e che ho portato solo alcuni esempi, ma derivano da una ricerca molto più complessa e dall'incrocio di diversi dati; quello che importa è che si estrapola una prima semplice regola per viaggiare in treno in modo economico:

La regola: Il mercoledì ad ora di pranzo è il momento più economico per viaggiare, soprattutto se si rinuncia alla velocità dei Freccia e si scelgono gli Intercity, che hanno tempi di percorrenza accettabili e fanno spendere un terzo del prezzo del biglietto. Se si ha la possibilità di prenotare il viaggio in treno con un mese di anticipo si spende davvero molto poco. Sulle lunghe percorrenze i treni regionali fanno spendere un po' meno dei Freccia, ma il viaggio può diventare lunghissimo e il risparmio non giustifica la differenza. Sulle percorrenze brevi convengono ancora i regionali. Per trovare treni economici conviene sempre fare un confronto con Italo (se la tratta è coperta) perchè è veloce come i Freccia e mediamente è più conveniente, anche in quei giorni in cui Trenitalia è parecchio costosa, come i lunedì o i venerdì e soprattutto se non si ha la possibilità di prenotare con largo anticipo.

Abbonamenti e raccolte punti


Le cose cambiano se prendiamo il treno abitualmente, magari per lavoro o per muoverci nel weekend. In questo caso la prima cosa da fare è munirsi gratuitamente di una Cartafreccia che da diritto a dei premi (che non ci interessano) e soprattutto a numerosi sconti sui biglietti per viaggiare in treno, fino all'ottenimento di biglietti gratis che non dipendono dalla tratta che s'intende fare.

Il sistema a punti è semplice, si accumula un punto ogni euro speso per acquistare un biglietto per un Freccia, mezzo punto per gli altri treni e, indipendentemente dal tipo di treno, un punto ogni 10 km percorsi. Arrivati a 1100 punti abbiamo già un biglietto gratis per un viaggio su Frecciabianca di secondo classe, su qualsiasi tratta. Con 4000 punti possiamo avere gratis un pacchetto (Carnet) di 10 biglietti. Superando una certa soglia di punti la Cartafreccia si trasformare in carta oro e poi platino, permettendoci di accumulare punti più rapidamente.

A questo punto quello che è veramente interessante capire è se per una persona che viaggia molto sia più conveniente usare questo sistema di punti oppure sottoscrivere un abbonamento normale. Il calcolo non è semplice da fare perché dipende dalle tratte eseguite e da quanto frequentemente si prende il treno; facendo un po' di conti si estrapola la seconda importante regola:

La regola: Su tratte brevi o non troppo lunghe, diciamo fino alla lunghezza di Milano-Bologna, conviene ancora utilizzare il classico abbonamento mentre per tratte di lunghezza superiore, dove si macinano molti chilometri, è più conveniente utilizzare il sistema a punti delle Cartefreccia.

Sconti per famiglie o gruppi


Un maggiorenne che accompagna un quindicenne è già considerato un gruppo, pertanto una coppia così composta o una famiglia di massimo 5 persone con almeno un figlio minore di quindici anni, godono di sconti particolari.

sconto treni famiglie


Ora non resta che decidere se vogliamo viaggiare di notte (con un Intercity Notte, un Vagone letto o una Cuccetta) o se vogliamo viaggiare di giorno (con un treno qualsiasi tranne i regionali) perché in questi due casi, e solo per le tipologie di treno che ho indicato, ci sono due offerte differenti.

Se viaggiamo di notte "l'adulo" avrà lo sconto del 20% sul biglietto mentre il quindicenne del 50%. La tessa cosa vale per le famiglie di massimo 5 persone, dove entrambi i genitori e i figli con più di quindici anni hanno lo sconto del 20%, e i rimanenti figli di età inferiore, del 50%.  Però, come dicevo, vale solo per i treni notturni.

Invece se viaggiamo di giorno i minori di 15 anni viaggiano gratis e gli altri pagano il prezzo base (occhio che non è il prezzo economy o super economy, che sono meno cari) del biglietto. Inoltre, sempre se viaggiamo di giorno, potremmo optare per l'opzione 2x1, infatti, solo il sabato, se si viaggia in due (non importa l'età) uno viaggia gratis.

La regola: Anche qui per trovare treni economici proviamo a formulare una regola. Si viaggia in coppia e uno dei due deve essere maggiorenne: se il figlio o l'amico ha meno di 15 anni viaggia sempre gratis, altrimenti viaggiamo di sabato che uno dei due viaggia gratis comunque. Il massimo risparmio per una famiglia di 4 persone, di cui un figlio è maggiore di 15 anni e uno no, si ottiene viaggiando di sabato, con un genitore che prende il biglietto gratis per il figlio "maggiorenne" (offerta 2x1) e l'altro genitore che prende il biglietto gratis per il figlio minorenne (Offerta bimbi gratis). In questo modo pagano solo i genitori.

Riavere indietro i soldi


I rimborsi integrali dei biglietti, per tutte le categorie di treno tranne le frecce, si ottengono se il treno è in un ritardo superiore ai 60 minuti. In questo caso possiamo chiedere che il biglietto venga sostituto con un altro equivalente oppure avere indietro il denaro. Attenzione perché se lo abbiamo timbrato la richiesta di rimborso va fatta entro 30 minuti dalla convalida, buon motivo questo per timbrare sempre all'ultimo momento.

Per i treni regionali, se la tratta che facciamo viene interrotta per almeno 10 giorni, possiamo chiedere il rimborso intero anche degli abbonamenti mensili e annuali. Qui tutti i dettagli.

Per le frecce invece possiamo chiedere il rimborso del:
  • 25% per ritardi tra i 30 e i 119 minuti
  • 50% per ritardi superiori o uguali ai 120 minuti

Peri chiedere i rimborsi delle frecce occorre attendere che passino almeno tre giorni dalla data del viaggio e poi fare la richiesta entro 12 mesi.Qui tutti i dettagli.

Conclusioni


Non che sia stato molto divertenti leggersi tutta la normativa di Trenitalia e fare tutti questi confronti eh ;) però alla fine mi sembra che ne sia venuto fuori un articolo abbastanza utile per chi deve prenotare un viaggio e vuole trovare i treni più economici, attraverso regolette semplici. Interessante il fatto che Italo sia così conveniente, soprattutto se non si ha avuto l'accortezza di prenotare con largo anticipo, dove i Freccia la fanno ancora da padrone.

Col tempo le offerte cambieranno, pertanto questo articolo non ha una valenza assoluta, l'importante è ricordarsi sempre che tutte le offerte sono sempre riassunte nella pagine delle Offerte Commerciali per i Treni Nazionali.

Buon viaggio (economico) a tutti!

smetteredilavorare.it

3 commenti:

  1. Ciao Francesco,
    Solo una considerazione: spesso il "viaggiatore occasionale" coincide con il lavoratore medio che prende il treno durante i periodi di ferie/vacanza, nelle feste comandate.
    In questo caso, che ad oggi è ancora il più diffuso, questo articolo è poco utile nel senso che, comunque, si spenderà sempre più del dovuto (e me ne rendo conto, certo!).

    RispondiElimina
  2. Grazie per il sempre ottimo post che ogni volta Francesco pubblica per tutti noi. Sono d'accordo con quanto affermato da anonimo, ovvero che la maggior parte delle volte chi si trova a dover usare i mezzi ferroviari sia per lo più il lavoratore medio, ma mi trovo anche a rispondere (scusa se lo faccio io Francesco) che non si può scrivere uno scritto ben curato come quello presentato qui che prenda in esame tutti i punti specifici.

    Lo scritto è ben fatto e particolareggiato seppure come detto non possa prendere tutti i punti specifici in esame, ma aiuta a farsi una idea di come muoversi con le ferrovie italiane tanto schifose quanto lente e ritardatarie, per riuscire a muoversi (si spera) sul territorio.

    Ottimo lavoro grazie

    RispondiElimina
  3. Ciao Francesco, hai fatto un lavoro notevole ed utile.
    Con i tuoi consigli anche chi non ha molti soldi può permettersi un viaggetto in giornate ed orari non di punta.

    RispondiElimina

Sono molto felice che tu abbia deciso di lasciare un commento, la tua opinione è molto interessante per me, tuttavia prima di commentare tieni presente le seguenti informazioni:

1. Prima di fare una domanda usa il form di ricerca in alto a destra e leggi la sezione Contatti, dove ci sono le risposte alle domande più frequenti.
2. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
3. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo (anche in modo sottile e indiretto) non verrà pubblicato.