Le Bugie sulle Case in Legno e sulla Loro Convenienza

costruire con il legno conviene?
vecchia casa in legno
Se stiamo pensando di costruire o acquistare una casa, potremmo riflettere sulla possibilità di scegliere una delle tante case in legno che diversi professionisti del settore propongono come valida alternativa alle costruzione di fattura classica.

Stando a ciò che si legge pare che dal punto di vista dell'energia queste costruzioni siano in grado di dimezzare il fabbisogno energetico di una famiglia media, ma è veramente così? In questo articolo andremo a fondo dell'intera faccenda, scoprendo che le cose non sono proprio come ce le raccontano.


Una guerra tra aziende


Per due settimane ho cercato informazioni sull'effettiva convenienza di una casa in legno rispetto ad una classica in laterizio, ma è davvero molto difficile riuscire a trovare dati non tendenziosi perché, su questa tematica, si sta consumando una vera e propria guerra tra le ditte costruttrici. Se ci si reca sui siti di chi fabbrica in legno sembra che sia super conveniente, se si va su quelli di chi impiega il laterizio pare che il legno trattato per durare sia cancerogeno e poi sui forum si consumano patetici teatrini di utenti fasulli che si registrano per portare testimonianze della loro fantomatica e mirabolante casa in legno, costruita dalla ditta X, incredibilmente seria e a prezzi ridicoli.

Se guardiamo le ricerche effettuate su Google in merito a questa tematica, scopriamo che la frase "Case in legno" viene ricercata più di 40.000 volte al mese ed ha concorrenza molto elevata. Se su Google cerchiamo "Conviene una casa in legno" oppure "Costa di più una casa in legno" troviamo quasi esclusivamente siti di ditte costruttrici che, furbescamente, scrivono articoli tendenziosi per condizionarci nella scelta.

informazioni su google


Quindi attenzione, perché sono tutti lì per spingerci a scegliere in modo poco consapevole e chiaro. Ancora una volta quindi si è resa necessaria un'analisi profonda, calcoli e lettura di normative precise per fare chiarezza sulla reale convenienza delle case in legno rispetto a quelle in laterizio, e ciò che ho scoperto è piuttosto interessate.

Convenienza economica


Prima ancora di spiegare cosa sia veramente una casa in legno, e di sfatare un po' di miti a riguardo, parliamo subito dell'aspetto di maggior interesse che, come sempre, riguarda gli stramaledetti soldi.

Possiamo affermare, in linea del tutto generale, che il prezzo "giusto" di una casa il legno dovrebbe aggirarsi attorno ai 1300€ al metro quadro. Dopo il terremoto dell'Aquila, siccome le case in legno hanno una forte resistenza sismica, in alcune regioni i prezzi sono schizzati alle stelle, arrivando anche a 2500€ al metro.

Non si può universalmente dire che una casa in legno costi meno o di più di una in laterizio, perché, in base al luogo in cui viviamo, ed in particolare al suo clima, richiede accorgimenti diversi che hanno prezzi diversi, esattamente come accade per quelle tradizionali. Se parliamo di "media italiana" possiamo dire che il prezzo di una casa in legno è leggermente più elevato di quello di un'abitazione realizzata attraverso materiali tradizionali. Come abbiamo visto in un Recente Articolo sul Costo di Costruzione Casa, questi valori si aggirano attorno ad una media di 1100 euro al mq, mentre una casa in legno viaggia su una media di 1300, ma è un dato che non ha alcun senso dare, perché dipende da troppi fattori.

In rete si trovano ditte che promettono costruzioni di questo tipo a prezzi anche inferiori ai 1000 euro, ma spesso si tratta della solita fregatura, cioè di un prezzo basso dichiarato per attirare più clienti possibili, ma che poi si rivela ben inferiore a quanto dobbiamo pagare a lavori ultimati. Come fanno? Al solito, nelle pagine finali del contratto (il capitolato), scritto in piccolo, vi è una lista infinita di omissioni, come ad esempio il noleggio dei ponteggi, delle gru, il trasporto dei materiali in loco, il prezzo delle fondamenta e addirittura il vitto degli operai.

Inoltre la qualità dei materiali usati e delle struttura in legno gioca un ruolo fondamentale, quindi, a parte il prezzo al metro quadro, che ho dato solo per avere un'idea generale e molto superficiale , ciò che va fatto è (come sempre) farsi fare un certo numero di preventivi ed incrociare tutte le informazioni che ci vengono fornite, paragonandole con i prezzi di abitazioni tradizionali, appartenenti alla medesima classe energetica.

Convenienza energetica di una casa in legno


Proprio sulla convenienza energetica di queste abitazioni si consuma il dibattito più acceso, si trovano le informazioni più disparate e i confronti meno onesti. Questa è la scala delle diverse certificazioni energetiche esistenti, presa dal sito di Agenzia Casa Clima.


casa clima in legno classe energetica


L'attuale normativa italiana vuole che qualunque nuova abitazioni abbia una certificazione energetica minima di tipo C, mentre alcune provincie (quella di Bolzano per esempio) da qualche anno hanno imposto che le nuove abitazioni siano almeno CasaClima B.

Le abitazioni in legno vengono costruite secondo gli standard CasaClima A, ovvero quasi la massima certificazione energetica possibile, per questo risultano costose e fanno risparmiare molto sulla bolletta, ma questo non significa che anche le abitazioni classiche non possano avere la medesima certificazione. La disinformazione e il sensazionalismo che fa audience nelle trasmissioni televisive e sui siti dei costruttori, si basa tutta su un confronto tendenzioso tra le case in legno (CasaClima A) e le abitazioni tradizionali NON della stessa classe energetica, ma quelle datate, che appartengono (se va bene) alla classe C.

Un esempio lampante è questo video tratto dalla trasmissione Scala Mercalli, dove si mettono a confronto le due abitazioni. Dopo aver spiegato che una casa in legno permette bollette annue del "gas" intorno ai 200 euro, viene invece mostrato quanta energia disperde un'abitazione in muratura.


Facendo molta attenzione, quando viene mostrato come siano poco isolate le case in mattone, si nota che si parla di abitazioni "non coibentate" quindi senza adeguata insolazione, come ad esempio il cappotto esterno. Questo non è un confronto alla pari, è tendenzioso e serve per stupire lo spettatore in modo che rimanga impressionato e parli di quello che ha visto nella trasmissione X, facendo pubblicità gratuita.

Siccome è un coefficiente a determinare il fatto che una CasaClima sia A, B o C, non ha alcuna importanza con che materiali è costruita, fosse anche costruita in letame, quello che conta è che case che appartengono alla stessa classe energetica hanno lo stesso fabbisogno termico, quindi fanno spendere (in termini di bollette) le stesse cifre. Dunque le case in legno di Classe A o B sono energeticamente identiche di quelle in muratura di classe A o B.

Una cosa però è vera, le case in legno hanno bisogno di minor spessore per isolare rispetto ad una casa tradizionale, quindi vi è un vantaggio in termini di spazio abitabile.

Potrebbe interessarti: Come Funzionano i Fondi Immobiliari



Quanto durano


Qui mi sono divertito parecchio nello scovare informazioni appositamente storpiate sui siti dei costruttori. La più bella è quella che dice "Le case sono garantite 10 anni, noi garantiamo quelle in legno per 30 anni, per dimostrarvi che sono longeve". Le cose però stanno diversamente: la legge dice che un costruttore deve garantire una casa per almeno 10 anni, ma questo non vuol dire che dopo 10 anni vada rifatta.

A parità di condizioni climatiche, utilizzando materiali di buon livello e ben realizzata, una casa in muratura ha una durata media di 120 anni. Alle stesse condizioni una casa in legno dura 70 anni, pertanto, anche se le case in legno vengono fabbricate in tempi molto più brevi, durano (mediamente) molto meno. Questi dati sono confermati dal fatto che nelle case tradizionali il classico tetto in legno viene rifatto dopo un certo numero di anni, mentre i muri portanti, in laterizio, no.

Tokyo skyline muratura


In generale poi possiamo dire che le strutture in legno, essendo più elastiche e leggere, sono maggiormente resistenti ai terremoti, ma anche qui dobbiamo stare molto attenti alle informazioni che troviamo: si legge in fatti che in Giappone si costruisce in legno proprio per questo motivo, ma in realtà è la radice shintoista che sta alla base di questa scelta, che ha inculcato in quel popolo un rispetto profondo per la natura. Le fondamenta e le travi portanti sono infatti realizzate in pietra o mattoni. Inoltre non mi risulta che gli altissimi grattacieli della skyline di Tokio, che oscillano vertiginosamente quando ci sono terremoti molto potenti, siano realizzati in legno.

E' una scelta ecologia o no?


Voglio dire, se per fare le case in legno serve tagliare alberi, allora l'impatto sull'ambiente deve essere per forza drammatico, perché ne consegue una continua deforestazione. In realtà, se andiamo a vedere i numeri e le pratiche adottate da chi costruisce le abitazioni in legno, scopriamo che l'impatto è davvero minimo. Se parliamo di deforestazione, solamente sulle Alpi il legno necessario per costruire una casa di questo tipo si auto-genera ogni mezzo minuto, nel senso che il ritmo di crescita delle foreste è tale che anche tagliando numerosi alberi, non s'intacca minimamente un ecosistema così vasto come il nostro manto boschivo. Va poi detto che esistono regole ben precise sulla deforestazione, nel senso che questa, oggi, può essere eseguita solo in modo controllato, cioè evitando di radere al suolo intere foreste e lasciando un discreto numero di alberi che ne garantiscano la ricrescita.

In definitiva quindi l'utilizzo del legno risulta una delle scelte a minor impatto ambientale, si tratta infatti di una delle poche risorse che ha bisogno solo di terra, acqua ed aria per rigenerarsi, a differenza di moltissimi altri materiali impiegati nell'edilizia, che sfruttano le risorse naturali in modo molto meno sostenibile.

Però… c'è un però. Il legno, così come la natura ce lo fornisce, è fatto per marcire e tornare alla terra nel suo normale ciclo di vita. Per farlo durare viene essiccato in apposite camere e trattato con particolari agenti chimici che uccidono tutti gli insetti che vivono nel legno, in modo che non lo deteriorino. Si tratta perlopiù di insetticidi e fungicidi che generalmente non sono tossici per l'uomo, ma che comunque richiedono processi industriali per essere preparati. Vengono inoltre trattati con agenti che ne migliorano la resistenza al calore.

Senza entrare nella normativa (la UNI EN 335-1) possiamo concludere che non c'è poi tutta questa "naturalità" nelle case in legno, ma comunque sempre meglio di quelle in muratura.



Quindi casa in legno o in muratura?


Se mettiamo tutte le informazioni sul tavolo scopriamo che dal punto di vista energetico conta solo come un'abitazione è classificata, il materiale usato può aiutarci a raggiungere più facilmente questo traguardo, ma alla fine i consumi saranno gli stessi. Dal punto di vista del prezzo le case in legno sono più care di circa un 10% rispetto a quelle in laterizio, ma anche se sono molto longeve, hanno una durata certamente inferiore rispetto alle abitazioni tradizionali.

Se poi parliamo di ecologia il discorso si complica, ma di certo la credenza che una casa in legno sia totalmente naturale è facilmente smentita dal fatto che le fondamenta non sono certo in legno, se vogliamo delle cantine queste verranno realizzate in cemento armato e inoltre il legno è trattato chimicamente per durare, altrimenti marcirebbe in pochissimo tempo. Di buono c'è che le strutture in legno sono un po' più resistenti ai terremoti di quelle in calcestruzzo.

Oggi ho voluto fare chiarezza sulle informazioni tendenziose e truffaldine che si trovano in rete, relativamente a questo argomento, perché quando si decidere di impiegare tutto il proprio denaro o indebitarsi per molti anni, dovremmo almeno avere chiaro cosa stiamo acquistando.

33 commenti:

  1. Bum.......... articolo tendenzioso ed assente di approfondimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok, potrei essere d'accordo con te, fammi/facci sapere dove avere più info.
      Ho cercato notizie per fare una casa in legno alcuni mesi fa e quello che ho trovato (oltre ad alcune info che, da ignorante che sono, non conosco), l' ho trovate qui.
      Le info che ho trovato precedentemente, direttamente dai costruttori di case in legno (senza fare nomi...), quelle si che sono info superficialissime!
      Credo che, chi scrive in questo blog, non fa il costruttore però ho avuto più info da lui che dalla casa costruttrice di abitazioni in legno.... ovviamente la mia non è un offesa, ma solo per capire bene l'argomento perché mi interessa.
      Grazie

      Elimina
    2. In risposta a Cristiano Rossi:
      se hai maggiori e più dettagliate informazioni non ti resta che cercare smontare quello che è stato scritto nell'articolo. Altrimenti .... mi sa tanto di commento tendenzioso !

      Elimina
  2. Non sono molto d'accordo sul cemento, vuoi perchè poco sostenibile in alcuni casi sventrano intere montagne per farne cave e bruciano sostanze di risulta dalle lavorazioni del petrolio, il cosiddetto pet-coke (che fino al 1995 era considerato pericoloso) in alcuni casi copertoni e oli esausti, è inoltre altamente energivoro produrre cemento (consumano il 2% dell'energia del paese).

    Sul legno sono in linea, in più aggiungerei che molte volte viene trattato con formaldeide, cancerogena.
    Ottima soluzione per me è costruzione di case in paglia, nettamente superiori alle case clima a mio avviso, che sono case "sottovuoto" , tanto che devi installare aggeggi per arieggiare .
    L'unico inconveniente che trovo nelle case in paglia è l'eccessivo spazio che viene impiegato per le pareti, ricucendo di parecchio la metratura, ma la tecnica si sta evolvendo con pareti prefabbricate con isolamento in paglia. Favolose!

    RispondiElimina
  3. Scusami se te lo chiedo ...ma dove hai trovato la "notizia" che
    "una casa in legno dura 70 anni" per favore ?

    C'è pero da dire che in Italia, vista la poca fiducia per le case in struttura legno,
    non è ancora decollata come si deve ...e sicuramente ci sono delle fregature.

    Ma ti assicuro che costruire una casa in struttura di legno costa molto meno
    in altri paesi vedi (Germania, Austria, Romania etc..)
    Poi ... vogliamo parlare di quanto sia sanno stare fra 4 mura in cemento oppure in legno ?

    Secondo me potresti provare a farti un preventivo fuori Ita ...
    Non faccio pubblicità ...ma ti mando un link spagnolo
    http://donacasa.es/nuestras-casas/casas-de-madera.aspx

    Denis

    p.s. fai un salto al Expo ... vedi un po la quantità di legno confrontata al passato

    RispondiElimina
  4. Ciao,

    bell'articolo, soprattutto imparziale. Mi piacerebbe anche uno sulle case prefabbricate che sembrerebbero economiche.
    Che ne pensi?

    Saluti

    Tony

    RispondiElimina
  5. Ciao Francesco! Vorrei aggiungere qualche info in più al tuo già bell'articolo. Primo: le case in legno hanno un prezzo già finito mentre quelle in muratura bisogna sempre calcolare un 20/30% in più. Secondo: si impiega davvero pochissimo tempo a costruirle (2/3 mesi). Di contro: bisogna fare attenzione a dove la casa viene costruita perchè se sono Paesi fuori dalla CE, potrebbero usare materiali considerati da noi nocivi o addirittura cancerogeni!mentre da loro sono perfettamente legali. Da ultimo, una direttrice di banca mi disse che è piuttosto difficile che queste ultime eroghino mutui su case di questo tipo, proprio perché considerate meno "longeve".
    Saluti!!
    Francy

    RispondiElimina
  6. Ciao Francesco, penso che le considerazioni presenti in questo articolo siano basate su impressioni per lo più soggettive e prive degli opportuni approfondimenti.

    Si sa, i costruttori e i venditori medi cercano di Vendere il proprio prodotto anche a scapito di una corretta informazione.

    In qualità di progettista, sia di case in legno, che di edifici certificabili casa clima posso dirti che l'efficienza energetica non ha alcun valore se l'abitazione in legno, laterizio, cemento o qualsiasi materiale non è efficace dal punto di vista costruttivo.

    L'efficacia dipende ESCLUSIVAMENTE da un'accurata progettazione, direzione lavori ed esecuzione dell'opera, NON SOLO DAL MATERIALE IMPIEGATO.

    Se parliamo di prezzo poi, anche qui si apre un mondo (.........) abbiamo avuto modo in questi anni di renderci conto che acquistando il risparmio fine a se stesso, si acquista anche una sicura manutenzione futura, indipendentemente dalla tipologia costruttiva e dal prodotto che si va ad acquistare.

    La differenza in ogni cosa la fa l'uomo.

    Saluti

    Antonio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa intendi per "efficace dal punto di vista costruttivo"?

      Elimina
    2. Ciao. Una costruzione è efficace se è stata progettata e realizzata in modo accurato, minuzioso e consapevole. L'efficacia determina soprattutto la salubrità e la durabilità in termini di tempo, a maggior ragione se prendiamo in considerazione una casa in legno.

      Elimina
  7. Ciao Francesco
    Ho trovato nel tuo articolo un complemento di informazioni utili , e vedo fonte di stimolo per approfondimenti , circa la durata delle case di legno rililevo l esistenza di un fabbricato in legno in Svizzera che a piu di 700 anni si chiama "casa Betlemme" forse sara' eccezzione !!
    P.S.
    Complimenti per il libro me lo sto' leggendo !



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con il semplice termine LEGNO non si può fare paragoni. Di che legno parliamo?... In che fascia climatica viene utilizzato?... I costruttori di case in legno generalizzano dicendo che esistono chiese in norvegia che risalgono al medioevo...è vero, ma omettono di dire che quelle opere sono state realizzate con legni di QUERCIE secolari, non sono certo in xlam, osb, multistrato di legni teneri come fanno loro.
      La maggior parte dei costruttori di case in legno cavalcano l'onda mediatica del "Legno materiale da costruzione Naturale" appioppando tutt'altro che Legno naturale: pannelli in OSB, multistrato, colle e composti chimici.
      Siccome oggi non possiamo abbattere le quercie per avere un legno che non ha bisogno di chimica per durare nel tempo, forse dobbiamo iniziare a pensare ad un mattone 2.0 che come ha fatto per millenni possa ritornare a pieno titolo ha lavorare in sinergia con il legno, NATURALE PERO!!
      Pensaci bene il mattone è il materiale più Bio-compatibile che esiste (bios dal greco vuol dire VITA, compatibile con la vita dell'uomo), è fatto al 100% di argilla e l'argilla viene anche utilizzata da sempre come cosmetico per la pelle o come cura per alcune patologie dell'intestino. l'unico preservante che viene utilizzato per rendere un mattone in argilla eterno è la cottura. Niente VOC (composti organici volatici), niente chimica, niente impregnanti, niente ignifughi.
      Difendiamo il Legno, stiamo lontani dai prefabbricatori di case in legno CHIMICO (quasi tutti)
      Difendiamo il mattone, non buttiamo alle ortiche 3000 anni di cultura storica e di bellezza.
      INNOVAZIONE vuol dire prendere il buono del passato per renderlo migliore, non vuol dire buttare l'acqua sporca col bambino.

      Elimina
    2. Il mattone è fatto al 10% in argilla???!!!!!

      Elimina
    3. brevissima considerazione: l'argilla NON è un materiale rinnovabile (si aprono cave per ottenerla) mentre il legno sì! FS.

      Elimina
  8. "[...] una casa in muratura ha una durata media di 120 anni. Alle stesse condizioni una casa in legno dura 70 anni [...]"
    Puoi citare la fonte? Mi piacerebbe approfondire il discorso

    RispondiElimina
  9. Sono un progettista e costruttore, ho costruito case in legno in Xlame, ma ad oggi il miglior sistema costruttivo é il cassero isolato SAAD, la struttura in legno la propongo solo in casa di sopraelevazioni, su edifici esistenti...

    RispondiElimina
  10. ti suggerisco un articolo sulle case di paglia, lì c'è un vero risparmio stando a quanto ho letto

    RispondiElimina
  11. Noto una certa confusione tra gli edifici tradizionali e quelli in laterocemento.
    Per i primi ritengo che esista la storia a mostrarci la durata... sui secondi invece assolutamente no.
    Oggi lo stato spende un pacco di soldi per recuperare vecchi edifici che a volte non hanno più di 60 anni.
    Detto questo possiamo confermare che il legno essendo il primo materiale da costruzione utilizzato dall'uomo appena uscito dalle caverne, se correttamente progettato ed utilizzato può durare molti più anni (non mi sembra che la Cappella Sistina interamente in legno sia stata rifatta ex novo.
    Ponti, Pilastri e Solai invece si, così come il riconsolidamento delle vecchie murature.
    Paragonare una moderna o antica casa in legno può sembrarti fuorviante, ma serve in particolare ad accendere una luce nel buio.
    L'aria che respiriamo è fortemente inquinata anche per i processi industriali per la produzione di cemento e laterizi.
    Sicurezza antisismica e benessere Abitativo sono oggi alla base delle richieste del settore immobiliare. È sempre giusto avere dei dubbi ma il tradizionale purtroppo è troppo indietro rispetto ad altri (penso anche a case che si realizzano con stampanti 3D)
    Risparmio energetico;quelle grosse Aziende del legno possono certificare i bassi consumi, quelle tradizionali fanno calcoli e progetti per poi mandare tutto in cantiere (del tutto autonomo rispetto al progetto)
    Il legno è un materiale vivo rispetto al cemento o alla pietra che sono materiali inerti. Questo significa che a differenza dei materiali inerti il legno mostra immediatamente eventuali problematiche strutturali e qualitative. Noi siamo oramai abituati ad una muffa o infiltrazione nelle case tradizionali. Nel legno questo non può succedere perché sarebbe un problema molto più importante.
    Io per lavoro vengo dal settore tradizionale e proprio per questo devo ammettere che alcune aziende del legno fino delle case eccezionali.
    Il tradizionale purtroppo si è fermato per troppo tempo a ragionare su quanti soldi so potessero guadagnare su un progetto piuttosto che trovare un modo per accontentare tutti. Per questo oggi risente della concorrenza non tanto del legno, ma di aziende che con il legno danno ampie garanzie in tanti sensi.
    Io vivo in uno dei tanti condomini metropolitani realizzati durante la speculazione edilizia nella mia città in zona sismica, ma se dovessi costruire una nuova casa... saprei a chi rivolgermi.
    In bocca al lupo per il blog
    Stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando dici che la cappella sistina è fatta interamente in legno intendi fisicamente la parte alta o l'intero edificio? no giusot per essere precisi.

      Elimina
    2. La storia di un forzato ocndotto di aereazione ha lasciato anche me perlessa...
      Detto questo qui nn si parla mai di manutenzione, con al casa in mattone si rifà il tetto che è in legno, e quella in legno? Gli americano hanno le ditte di antiparassitari, quindi con al casa in elgno ho anche questa incombenza? Chi lo sa...

      Elimina
    3. Per la Cappella Sistina parlo del tetto.. Si
      Ma anche le fondamenta di Venezia sono in legno.

      SI... La farei in legno... Ma sia chiaro che il LEGNO sostituisce solo l'armatura in cemento. Per errore si chiama in cemento ma in realtà il cemento non puo essere lasciato esposto... Deve essere protetto da intonaco Cappotti guaine Tegole pitture... Ma mai a vista senza trattamenti...
      Gli americani fanno case leggere... loro per cultura non hanno l'idea di investire soldi in una Casa. Gli insetti sono un loro problema non nostro. Il legno che si usa in genere è abete e non piace ai tarli... inoltre se essiccato bene il tasso di umidità lo rende inattaccabile.
      Io la costruirei con una multinazionale che da la certificazione CE... è importante ... Ho visto alcuni costruire in legno che ci hanno messo oltre un anno per farla...

      Stefano
      PS-nel frattempo ho avviato i contatti per farne una...

      Elimina
    4. Tu parli di manutenzione del legno è ti ho detto prima... Il legno non è a vista e non va trattato... Manutenzione... Tutto va manutenzionato... ma se permetti vedo case in cemento che fanno schifo dopo una settimana dai lavori...
      Il cemento lo produce Caltagirone il legno gli austriaci...
      Il cemento si rompe e si deteriora e crea business il legno no...
      Comunque aprite gli occhi se dovete costruire... per quanto sto attento a risparmiare... La cosa più importante quando costruisci una Casa è quella di non avere problemi e di essere soddisfatti del risultato... la speculazione lasciatela fare ai palazzina che la sanno fare... e non vi fidate di Tecnici che parlano di soldi dei tarli di durata ... ma mai di qualità... loro incidono in casa vostra al massimo il 20 percento ... il resto succede in cantiere...

      Elimina
  12. Anche io cerco da tempo informazioni relative alla convenienza o meno di realizzare una casa prefabbricata in legno; i pochi concetti che mi sono chiari sono:
    - Se non hai un terreno edificabile, abbandona l'idea della casa in legno, l'impegno economico risulterebbe esorbitante rispetto all'acquisto di una casa nuova da impresa per via di spese importanti come oneri di urbanizzazione, fondamenta ecc.
    - Stranamente i prezzi "chiavi in mano" li trovi solo nei numerosi siti che propongono stranamente immagini simili (non foto reali!) degli stessi modelli, a volte le stesse identiche immagini proposte da più aziende, cambiando solo il nome del modello; è ovvio che sono aziende da escludere a priori perchè dimostrano di non avere una lista di referenze di progetti propri seria e robusta.
    - Le aziende "serie" e notoriamente care (mi baso su l'esperienza di conoscenti) non danno indicazioni di prezzo ma investono tutto sull'immagine di alta qualità dell'azienda e dei prodotti offerti.

    L'unico modo per smettere di sognare e capire cosa fare è prendere un appuntamento e impostare i termini di un preventivo serio.

    RispondiElimina
  13. Ho letto tutto con interesse visto che sto valutando di acquistare un terreno e costruire una casetta...in legno o in mattoni? Partendo dal fatto che ho una somma x ed in quella devo stare, con un contratto chiavi in mano, senza sorprese, io sono più teanquilla. Ecco che propendo per la casa in legno classe a3 e giro per fiere e ditte, visito le case costruite e parlo con chi ci abita. Tutto bello tutto vero, alka fine a parità di classe energetica risparmio pure...ma...si, ho più di un ma. Primo: ma durano davvero? Secondo: visto che mi parlano di areazione costante forzata...ma sono chiysa dentro una bolla claustrofobica? Terzo: ma fa davvero bene alla salute? Cosa esalano le pareti? Quarto: antisismica...ma se un tornado (e ora ci sono anche da noi) me la porta via?
    Quello che ho letto lascia aperti i miei dubbi...e non so cosa fare. Ho 60 anni e vorrei lasciare qualcosa a figlie e nipoti. Investo nel mattone o unvesto nel tronco?
    Grazie a chi vorrà darmi qualche chiarimento in più

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi interessa sapere quanto hai da spendere... ma ti dico che l'unico modo per spendere i soldi in maniera oculata e certa... è quella di comprare una casa già costruita e visibile...
      Tra terreno progetti tasse e costruzioni oggi pagheresti molto di più... e vista la confezione che fai tra mattone cemento ventilazione etc... tu consiglio di non partire dicendo "più di tanto non posso spendere"... alla fine li spenderesti senza la certezza di completare tutto
      Stefano

      Elimina
  14. Wow leggendo questo articolo mi sono convinto ... Oggi vado a comprare una bella Fiat Punto anno, 2011 di quando non c'era airbag clima FAP ABS retrofit etc etc... A chilometri zero !! così risparmio.... rispetto all'ultimo modello che usa meno benzina... È più sicura... E nel tempo manterrà meglio il valore usato...

    restate a casa e guardate la TV... che il tempo passa

    RispondiElimina
  15. esistono tabelle interpretabili anche da "laici" per quantificare i costi e fare paragoni tra case di legno ed in muratura?
    Inoltre è più moderna ed efficace la tecnica Xlam o quella a telaio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tecnologia xlam e' più recente, ma il moderno non c'entra niente fidati. Sono due tecnologia diverse, l'xlam nasce per dare più massa e quindi più sfasamento termico e per avere mura massiccie e non tamburate. A rigor di logica l'xlam costa di più, a parità di edificio ha in se più metri cubi di legno, ma non così tanto in quanto quelle a telaio richiedono maggior mano d'opera...

      Elimina
  16. Da Italiano, abitante da oltre 15 anni nei Balcani operante nel settore delle costruzioni delle case in legno con una sede propria anche in Cina, ho all'attivo la costruzione e vendita di oltre 3.100 case vendute in tutto il mondo.....vorrei offrire a chi legge una visione più specifica di questo settore, trattenendo ovviamente per me i segreti per la commercializzazione....Come in ogni progetto,occorre innanzitutto capire quale sia l'utilizzo di cui si vuole disporre ed in quale ambiente esso deve essere reso disponibile, ad esempio una casa in città ha una tipologia di legno diversa da un utilizzo prevalentemente in montagna, un terreno sismico utilizza un altro tipo di legno rispetto a quello in cui geologicamente vi è maggiore solidità. Fermo restando ciò occorre determinare per quanto tempo la case deve essere utilizzata, ossia se è una soluzione temporanea o permanente....e va dicendo con numerose altre varianti.
    In ragioni di questi elementi e di altri che spesso vengono tralasciati, il costo al metro quadro in termini di materiali varia tra 60 € al mq e 150 € al mq.
    E' da questa base che occorre partire per quantificare il proprio margine. Se in Italia, Francia, Germania e in generale i paesi dell'Europa Occidentale, offrono una vendita del solo materiale tra gli 800€ al mq e 1200 € al mq, non è che le aziende siano ladre ma sono i costi generali di un'impresa a determinare il prezzo finale.Il materiale che si può acquistare è lo stesso, chi dice il contrario non ha mai svolto questo lavoro e chi propone caratteristiche costruttive innovative non ha mai costruito nulla. Da qualche tempo si legge che è possibile stampare case in 3D, mi piacerebbe capire da esperto chi potrebbe mai certificarle...nessuno.In Cina queste case esistono (ma solo in ambienti rurali ove non è possibile installare case in legno) perchè non esistono normative. Io come produttore vendo case finite e montate comprensive di arredamento, impianti,etc. a partire da 300 € al mq, ma vi sono altri competitors che le vendono anche a 200 € al mq anche se le garanzie, come è giusto che vengano date a chi acquista questi manufatti, non sono così facili da ottenere.
    Spero di aver dato un piccolo contributo e buon proseguimento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve Gino,sarei felice di contattarla per avere altre informazioni sul lavoro che svolge...come posso contattarla?Sono del centro Italia.Grazie.

      Elimina
    2. Salve Gino,vorrei contattarla per conoscere del suo lavoro.Sono del centro Italia.Grazie.

      Elimina
  17. Hai fatto bene ad indagare, ed in effetti dove c'è business come al solito c'è speculazione e bugie...
    Ma ragazzi, guardatevi intorno, cosa hanno costruito negli ultimi 50/60 anni? Edifici indegni di stare nel bel paese, sia dal punto di vista architettonico che strutturale, i palazzinari...io il settore legno lo conosco bene, ha una grande potenzialità, dovete solo affidarvi a ditte che lavorano bene e non importa andare in Germania, ve lo assicuro. Inoltre c' un inesattezza nell'articolo, si parla di legno trattato, solo i pannelli OSB sono incollati con colle melamminiche, nell'xlam molte aziende usano le poliuretaniche prive di emissioni, inoltre il legno non è affatto trattato, il legno viene impregnato solo quando è X uso esterno. Sulla durata anche....abbiamo strutture in Europa che hanno centinaia di anni, alcuni templi giapponesi addirittura sfiorano i mille anni, smettiamola con queste informazioni becere, il legno dura anni ed anni se progettato ed installato bene. Io stesso ho fatto diagnostica nel sottotetto di un ospedale di Siena del xI secolo e le travature in Pioppo erano ancora intatte! In definitiva, dire costruisco in legno non vuol dire niente, e' come dire compro una autovettura, quale? Ce ne sono tante! Con il legno vale la stessa cosa,con quale tecnica? Con quale specie legnosa? Chi ha fatto il progetto strutturale e termico, uno alle prime armi od uno studio con esperienza alle spalle?

    RispondiElimina

Sono molto felice che tu abbia deciso di lasciare un commento, la tua opinione è molto interessante per me, tuttavia prima di commentare tieni presente le seguenti informazioni:

1. Prima di fare una domanda usa il form di ricerca in alto a destra e leggi la sezione Contatti, dove ci sono le risposte alle domande più frequenti.
2. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
3. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo (anche in modo sottile e indiretto) non verrà pubblicato.