Come Guadagnare Soldi: dalle Chiacchiere ai Fatti

Come Guadagnare Soldi: dalle Chiacchiere ai Fatti
Iniziare guadagnando poco
Se c'è una cosa che su internet non manca, sono le persone che chiacchierano, cioè grossi portali web o piccoli blogger emergenti, che cercano di attirare pubblico con argomenti molto ricercati. La frase Come Guadagnare Soldi viene ricercata quasi 7.000 volte al mese ed è una delle varianti più usate per l'altra frase: Come Fare Soldi, che invece gode di oltre 27.000 ricerche mensili.

Scrivere di tali argomenti attira molto pubblico, quindi visite e soldi, e un tipo di pubblico che è proprio quello che si fa fregare più facilmente, perché bisognoso di denaro. In questo articolo spiego come funziona questo meccanismo provando poi a passare ai fatti, cioè spiegando veramente come racimolare un po' di liquidità.


Le chiacchiere


E' molto divertente ricercare in rete la frase Come guadagnare soldi, perché si assiste ad un curioso teatrino di blogger e copywriter, che si dilungano in grandi giri di parole per, alla fine, non spiegare mai nulla di concreto. Ogni tanto si trova qualche spunto (quasi) interessante su come fare soldi veramente, ma di solito si risolve con un link ad un sito esterno o la rapida spiegazione di qualche tecnica, che richiederebbe un libro intero per essere divulgata con efficacia e che loro stessi non hanno mai applicato.

Si leggono sempre gli stessi concetti: per guadagnare denaro serve imparare a pensare come i ricchi, creare valore, diversificare le proprie entrate, ma la migliore di tutte è certamente quella che recita: “Far lavorare il denaro al posto nostro”. Sono tutti articoli copia e incolla, le frasi vengono rimescolate, viene aggiunta qualche considerazione personale, un pizzico di tecnica motivazionale per far notare al lettore quanto sia pigro, consigliandogli di mettersi in gioco, di rischiare un po', ma poi, di concreto, non c'è quasi mai nulla.

Non che siano concetti sbagliati, ma mi vogliono spiegare, questi signori, come faccio a far lavorare il denaro se non ho denaro? A pensare come un ricco se non ho i soldi di un ricco? A me interessa un metodo per guadagnare soldi subito, a partire da oggi stesso, non per far fruttare quelli che ho già (ammesso che ne abbia), altrimenti avrei cercato “come investire” o “migliori investimenti”. Io vorrei una guida passo passo per mettere in piedi qualcosa che mi permetta un'entrata in denaro, anche modesta, che poi crescerà, non concetti che rimangono tali e rappresentano più un esercizio di stile che un modo reale di guadagnare soldi.

Tra i miei preferiti poi ci sono quei signori che spiegano come sia possibile fare i soldi senza i soldi, semplicemente chiedendo alla banca un prestito (se te lo da) comprandoci una casa, e poi rivedendola quando il valore sale. Cavolo ma perché non ci avevo pensato prima? Forse perché non funziona?

L'esempio classico è il seguente:

Compri un immobile da 100.000 euro, mettendo tu 10.000 euro e chiedendone 90.000 alla banca, dopo 1 anno lo rivendi a 130.000 euro, restituisci alla banca il prestito, e ti tieni i 30.000 di differenza! Fantastico no? Con un investimento tuo di 10.000 euro, ne hai guadagni 30.000, cioè il 300%!

Ancora una volta si fa leva sull'ingenuità e la facilità con cui le persone si fanno impressionare. 

Se analizziamo il sistema dal punto di vista reale, ci accorgiamo che, prima di tutto, quando si compra casa, si paga una percentuale (variabile) sul prezzo dell'immobile (QUI un bell'articolo che spiega la tassazione), in secondo luogo che una banca applica gli interessi sul prestito, interessi che (per un mutuo a tasso fisso) si aggirano solitamente intorno al 5%, e che i guadagni (cioè quei 30.000 euro) vanno poi dichiarati e quindi ci si paga sopra tasse molto salate. Siccome, dalla legge italiana, non è consentito fare regolarmente compravendita di immobili senza avere una società alle spalle, con partita iva, si finisce per versare il 65% dei guadagni in tasse. Infine, una casa non aumenta il suo valore dal 30% in un anno, se si guardano i grafici dell'andamento del mercato immobiliare (e della sua ciclicità) ci si accorge che questo aumento avviene (se avviene) in finestre temporali che vanno dai 5 ai 10 anni, e allora, quel 5% di interessi che la banca applica al prestito, spalmati per tutti questi anni, finiscono per erodere gran parte degli eventuali guadagni finali. Eventuali perché, se si acquista casa nel momento sbagliato, la si paga più del suo valore reale, e si va in perdita. 

Alcune risorse per approfondire:

Siamo veramente così sciocchi da credere che, mentre la crisi ha fatto fallire mezze agenzie immobiliari italiane, noi, da completi inesperti, diventiamo guru del mercato leggendo solo un e-book (venduto da queste stessi signori) e guadagniamo il 300% in un anno?

Non so voi, ma io, quando leggo questi articoli che non spiegano niente di realmente praticabile, e che hanno il solo scopo di far guadagnare soldi ai proprietari di blog, che si fregano le mani nel vedere che i loro lunghi e inconcludenti scritti si posizionano bene sui motori di ricerca, mi viene voglia di scrivere uno altrettanto lungo su come guadagnare soldi, che si posizioni bene e spieghi veramente come stanno le cose, smascherando i secondi fini che stanno dietro a quei bei volti rasati.

Ma non mi limiterò a questo, ho deciso di pensare ad un metodo praticabile da molte persone per fare soldi e di spiegarlo qui passo passo, al fine di aiutare veramente chi vuole intraprendere questa strada, costruirsi un'entrata parallela che gli possa permettere di sopravvivere, maggior stabilità economica o, come nel mio caso, smettere di lavorare.



I fatti


Quello che delineerò nelle prossime righe, è la strategia più semplice ed efficace per creare qualcosa di nostro e venderlo, al fine di guadagnare un extra che, col tempo, possa diventare sempre più importante, e magari andare a sostituire il nostro attuale lavoro. I passi sono semplici, e li riassumo subito, così da chiarire bene dove voglio andare a parare:

  1. Capire cosa possiamo creare
  2. Dove e come vendere quello che abbiamo prodotto
  3. Come farsi pubblicità in modo efficace

Niente giri di parole o filosofie su come far lavorare i soldi o creare rendite passive, vediamo di andare subito sul concreto.


Inventarsi un guadagno


Il problema che tutti abbiamo è quello di capire cosa realmente si può fare per guadagnare soldi, ma la soluzione è sempre stata sotto i nostri occhi, solo che guardavamo troppo avanti per notarla. Dobbiamo soltanto prendere la cosa che sappiamo fare meglio, e trasformarla in qualcosa che si possa vendere.

Ognuno di noi è capace di fare qualcosa meglio degli altri o almeno meglio della maggior parte delle persone, ed è proprio su questo che dobbiamo puntare; i campi d'applicazione sono i più disparati, possiamo essere bravi a truccarci, abbinare i vestiti giusti, fare qualche sport, giocare ai videogiochi, fotografare, cucinare dolci, pulire, fare piccoli lavori di manutenzione domestica, aggiustare automobili, parlare, spiegare le cose, acquistare prodotti scontati, capire gli altri, scalare le montagne, giocare a carte, fare ginnastica, aggiustare computer. Da ognuna di queste attività o passioni possiamo trarre un profitto; ne prendo una di esempio per spiegare come fare.

Immaginiamo di essere capaci di tagliare i capelli alle persone, magari non siamo bravissimi e ci siamo solo esercitati su noi stessi o sulle nostre sorelle, quindi non ci sentiamo in grado di esercitare, ma ci vogliamo mettere in gioco e provare a guadagnare. All'inizio saremo inesperti, quindi quello che va fatto è offrire un servizio quasi gratuito o almeno ad un prezzo congruo con i risultati. Se saremo sinceri con i nostri clienti e spiegheremo loro la situazione, non avranno grandi aspettative e noi potremmo iniziare a fare un po' di pratica. Se io fossi in grado di tagliare i capelli alle persone, la prima cosa che farei sarebbe comprarmi il set minimo per lavorare, e poi attaccherei dei volantini spartani in cui mi offro per tagliare i capelli a bambini piccoli, per cifre ridicole. Penso che molte madri sarebbero contente di spendere 5 euro per sistemare i capelli ai propri figli, una volta al mese.

E' evidente che non stiamo guadagnando quasi niente, ma abbiamo INIZIATO, e iniziare è tutto! Col tempo miglioreremo la nostra tecnica e potremmo valutare di guadagnare seriamente, tagliando i capelli agli adulti e pensando ad un modo per espandere il nostro business.

Facciamo un esempio ancora più strano, cioè guadagnare dalla capacità di ascoltare gli altri, che tra gli spunti che ho elencato prima, mi sembra quello su cui è più facile appellarsi per dire: “Ma come si fa a guadagnare soldi essendo semplicemente bravi a capire il prossimo?”. Se fossi bravo a capire le persone che ho intorno, la prima cosa che farei sarebbe aprire un servizio Skype per ascoltare le persone, i loro problemi e consigliarli senza chiedere denaro in cambio. Darei un servizio per il quale solitamente si pagano bei soldi (gli psicologi) gratuitamente, sempre nel segno della massima sincerità, senza volermi elevare a maestro di vita. Passerei il tempo libero ad informarmi sulla PNL, sulla Comunicazione Non Violenta, sull'Applicare il Potere di Adesso, sull'uso dell'Enneagramma ed accumulerei esperienza. Una volta acquisita notorietà, se il mio servizio fosse realmente utile alle persone, potrei valutare di farmi pagare oppure di tenere dei corsi di autostima o di autoaiuto, per insegnare alle persone a stare bene. Il life coach o il “motivatore” sono figure emergenti molto in voga, se abbiamo la giusta sensibilità, nessuno ci vieta di tentare questa strada.

Come potete vedere si tratta solo di individuare la cosa che sappiamo fare meglio, iniziare a praticarla senza puntare a guadagnare soldi velocemente, e creando un po' alla volta un'attività di vero valore, basata sulle nostre più grandi passioni. Un buon modo per capire come individuare quello che possiamo fare, è iniziare a leggere i seguenti articoli:


Ma un business, anche piccolo, non vale nulla se non si avvale degli strumenti giusti, quindi facciamo un secondo passo concreto verso il guadagno e capiamo cosa possiamo fare per rendere solida la nostra attività.


Come e dove vendere ciò che sappiamo fare


Non è sempre detto che serva Avere un Ufficio o un luogo per praticare; nell'esempio della “parrucchiera per bambini” una valigetta e un paio di scarpe sono sufficienti per donare un ottimo servizi a domicilio, probabilmente anche maggiormente gradito. Nell'esempio dello psicologo internauta, un PC portatile e il software gratuito Skype, sono tutto quello che ci serve. Ci sono però attività che necessitano di una vetrina (anche virtuale) dove mettere in mostra la propria merce, un'ottima idea è quella di aprire un negozio virtuale che, grazie ad alcuni servizi gratuiti, non costa nulla, si fa in due minuti e ci da subito un po' di visibilità.

Blomming è il negozio virtuale online, completamente in italiano, più utilizzato, ci si iscrive a Questo Indirizzo scegliendo un nome e fornendo semplicemente il nostro indirizzo email, e poi si inizia a caricare foto dei nostri prodotti, impostando descrizione e prezzo. In due minuti ho creato un account e caricato la foto di un origami di un cigno, che vendo per 5€.

attirare capitali


Il servizio è piuttosto completo, permette svariate forme di pagamento (Paypal, Carta di credito ecc.) offre un sistema di “carrello” molto intuitivo e una vetrina interna al sito stesso, che mette in evidenza i prodotti più interessanti. Ad esempio, guardando le offerte, mi sono imbattuto in questi ragazzi che creano portabottiglie in cuoi per 40 euro.

come guadagnare


O questa ragazza che produce sapone naturale e lo vende a 3,50 euro.

fare fortuna


Le possibilità sono praticamente infinite, sta a noi creare qualcosa di interessante e proporlo agli altri; non è detto che inizieremo subito a "fare soldi" inventando chissà quale prodotto di eccezionale fattura, quello che conta è iniziare, capire che riscontro abbiamo, quali sono gli oggetti o servizi che si vendono meglio e poi aggiustare il tiro, migliorarsi, un passo alla volta.

Se invece, quello che vendiamo è un servizio, cioè prestazioni in termini di tempo e capacità, forse non ci interessa aprire un negozio online, ma aderire ad un sito (di cui ho già sparlato) che permette di pubblicizzare le nostre capacità per 5 euro. Cinquee in realtà ormai viene usato anche per offrire prestazioni che hanno un valore diverso da 5 euro, personalmente lo ho utilizzato per ricercare una talentuosa ragazza che avesse voglia di gestire il canale Youtube del blog, trovando proprio la persona che faceva al caso mio.



Divulgare la nostra creatività


Una volta deciso quale strada intraprendere per guadagnare e quali strumenti utilizzare per rendere disponibili le nostre creazioni o i nostri servizio, è necessario dare visibilità al metodo per fare soldi sul quale abbiamo scelto di scommettere. Come disse Henry Ford, “Chi smette di fare pubblicità per risparmiare soldi è come se fermasse l'orologio per risparmiare il tempo”. Questo non si significa necessariamente che dobbiamo utilizzare il denaro per pubblicizzarci, anche se in alcuni casi è preferibile, ma sostanzialmente che se non si rende costantemente visibile la nostra attività, si rischia di restare una goccia nel mare. 

Le strade che possiamo intraprendere sono svariate, ma si dividono nel fare propaganda online (grazie ad internet) ed offline (i canali classici).


Online

Oggi si social media (sopratutto Facebook, Twitter, G+, Linkedin) sono un canale perfetto per raggiungere potenziali clienti, quindi quello che possiamo fare è aprire svariati profili su tutti questi servizi, ed utilizzarli per allargare il nostro pubblico. Facebook in particolare è il social network da preferire, pertanto possiamo creare una pagina per pubblicizzare la nostra attività, invitare prima di tutto i nostri amici e poi iniziare a pubblicare creazioni e offerte. 

Dalla pagina principale si clicca sulla voce per creare un profilo adatto ad un'attività o un'azienda:

diventare milionari


Tra le categorie a nostra disposizione, la più flessibile è quella relativa ad “Azienda, organizzazione o istituzione”.

accumulare


Poi si seguono tutti i passi indicati, e il gioco è fatto.

Se, quello che proponiamo è qualcosa di reale valore, sarà il nostro stesso pubblico ad aiutarci ad allargare il nostro business, perché, mettendo spontaneamente “Mi piace” su quello che proponiamo, contribuirà a dare visibilità ai nostri post, attirando nuovi iscritti, quindi potenziali clienti. Facebook è un ottimo banco di prova per capire se quello che stiamo facendo piace o meno, e quindi orientarci di conseguenza.
Offline

Nella vita “reale”, intesa come tutto quello che non concerne internet, le possibilità di espandere il nostro guadagno sono svariate, ma sono adatte soprattutto a pubblicizzarsi localmente, cioè nella città o nella regione in cui viviamo, questo perché, a differenza di internet, una campagna pubblicitaria “materiale” su larga scala, ha costi improponibili.

Se invece quello che ci interessa è guadagnare di più, espandendo il nostro pubblico locale, allora ci sono diverse strade che possiamo tentare. Per anni, come attività complementare al lavoro, ho organizzato concerti nei locali della mia città, guadagnando cifre di tutto rispetto; quello che ho imparato è che il volantinaggio e l'affissione di manifesti pubblicitari è una forma di divulgazione ancora molto efficace, capace di attirare molto pubblico, e quindi soldi.

Per realizzare un piccolo volantino, poco pretenzioso, è sufficiente utilizzare Word, partendo da un template (un foglio per-impostato a questo scopo) che soddisfi le nostre esigenze. Un ottimo sito su cui trovare template gratis per volantini pubblicitari è PrintableFlyerTemplates.

Se vogliamo aumentare il nostro impatto e quindi il giro d'affari, serve però produrre pubblicità d'effetto. 

Chi ha pratica con programmi di fotoritocco come Photoshop o Fireworks non avrà alcun problema, ma chi invece vuole buoni risultati senza troppi sforzi, può usare il servizio di PosterMyWall per creare volantini professionali senza pagare. Ci sono centinaia di sfondi da scegliere, divisi per tematiche, sopra i quali è possibile inserire del testo; ogni volantino può essere salvato per essere modificato in seguito, condiviso sui social network e scaricato gratuitamente in dimensione “basic”, che è più che sufficiente per stampare un piccolo flyer da divulgare. L'editor è veramente intuitivo e semplice, bastano pochi minuti per imparare ad usarlo:

pubblicizzarsi


I volantini possono essere (legalmente) distribuiti alle persone, ma non possono essere appesi lungo le strade e nelle bacheche, se non si ha un apposito permesso comunale. Possiamo ovviare a questi problemi attaccandoli nelle apposite bacheche di quei servizi (pubblici e non) che lo permettono. Tipicamente nei centri per la gioventù, quindi oratori, sale della musica o altri luoghi ricreativi, piuttosto che nelle pizze al taglio, rosticcerie, negozi, asili, bar, palestre, scuole è accettata l'affissione di manifesti pubblicitari in spazi che gli stessi gestori mettono a disposizione. Io stesso, quando organizzavo gli spettacoli di cui accennavo poc'anzi, una settimana prima dell'evento passavo in rassegna decine di luoghi in cui ero certo avrebbero accettato di accogliere i miei volantini promozionali. Qualche volta regalavo biglietti ai gestori o portavo un dono per ringraziarli.

Altrettanto importante è possedere un biglietto da visita, Questo Sito permette la rapida creazione di un biglietto da visita e la possibilità di scaricare un foglio A4 contenente 12 biglietti da vista da stampare su cartoncino e ritagliare.

allargare i propri guadagni


Per guadagnare soldi pubblicizzando gratis la sua attività, un mio vecchio amico, appassionato di fotografia, era solito proporre a bar e ristoranti di allestire mostre fisse, dei propri lavori, sui muri del locale.

Spesso i gestori erano entusiasti di abbellire gratuitamente i propri locali con meravigliose immagini e lo lasciavano fare, soprattutto perché lui stesso invitava amici e parenti a farvi visita, aumentando anche gli introiti dell'esercizio stesso. Questa tecnica può essere applicata per ogni creazione artistica, dalle fotografie ai quadri, dalla scultura alle installazioni di arte moderna. I bar inoltre sono sempre disposti ad accogliere la presentazione di un nostro libro, un ebook o qualunque altra tipologia di creazione, che abbia a che fare con la cultura.

Idee geniali su come inventare metodi pubblicitari alternativi si possono trovare su BlogGuerrilla, un blog che seguo da molto tempo e che parla di Guerrilla Marketing, cioè modi stravaganti, e di forte impatto, per divulgare un prodotto. Tecniche per rendere visibile il nostro progetto ce ne sono, basta appellarsi alla fantasia e rimboccarsi le maniche.


Conclusioni


Spero, in questa piccola guida su come guadagnare soldi, di aver dato alcune idee e strumenti utili che possano aggiungere valore ed efficacia ai nostri intenti, sono convinto di non aver scritto nulla di stravolgente, ma mi sono accorto che moltissime persone non hanno mai intrapreso la strada del guadagno extra, proprio perché non hanno chiare le basi su come guadagnare soldi, cioè il percorso giusto da seguire e l'esistenza di un mondo di strumenti e servizi gratuiti. Inutile far finta di essere tutti ricchi e parlare di “diversificazione dei capitali” o di “creare valore”, quando la maggior parte di noi avrebbe solo bisogno di qualcuno che gli spiegasse come iniziare a guadagnare un extra di 100 euro al mese e, con questo post, intendevo esattamente fare questo.

Non ho volutamente trattato il tema fiscalità, cioè come vanno dichiarati i guadagni, e a quali leggi fare riferimento, perchè ho intenzione di scrivere un post apposito per approfondire l'argomento.

Sicuramente ad ognuno verrà in mente qualche interessate idea che qui non ho contemplato e sarebbe molto bello ed utile che, attraverso i commenti, si aggiungesse valore a questa piccola guida, aiutando e condividendo le proprie idee ed esperienze, perché, se non ci aiutiamo tra di noi, nessun'altro lo farà.

smetteredilavorare.it

23 commenti:

  1. Già , in rete se ne leggono di tutti i colori , quello dell'esempio del farsi prestare 90.000 dalla banca per comprarsi un immobile è abbastanza famoso , il tizio ha una società che dice di insegnarti a diventare ricco e vende book , audiocorsi ed anche corsi salatissimi da 2000 euro , insomma paghi tantissimo per imparare 2 - 3 nozioni conosciute a chiuncque abbia letto 2 libri di finanza , la sua società non faceva altro che chiamarmi al telefono per chiedermi di comprare il corso , alla fine ho dovuto bloccare il numero.
    Quando ero piu ingenuo mi lasciai anchio affascinare da tutti quei discorsi , ma poi scoprii che di come fare soldi realmente non lo sapevano neanche loro , sapevano invece benissimo come fare marketing , come creare un bisogno e venderti qualcosa.
    Purtroppo ,come al solito gli unici che fanno soldi sono quelli che vendono il prodotto , cioè loro.

    RispondiElimina
  2. Ciao Francesco ottimo post condivisibile e molto realistico oltretutto, in rete ho letto anche io molti articoli che sono solamente "specchietti per allodole", "tutto fumo e niente arrosto" che portano solo un guadagno a chi li scrive- i furboni; aspetto con ansia il tuo post sull'aspetto fiscale... Sono certa mi (ci) aiuterà parecchio e in maniera corretta. Grazie! Annalisa

    RispondiElimina
  3. Bravissimo Francesco... genuino, efficace e onesto.

    RispondiElimina
  4. Ciao,
    due domande sulla prima parte:
    1- perchè dici che per fare compravendita di immobili occorre avere una società alle spalle ? Cosa mi impedisce, da privato, di comprare una casa con l'obiettivo di rivenderla ?
    2- perchè parli di 65% di tasse ? mi risulta che le tasse sulla plusvalenza da cessione di immobile siano del 20% se la vendita avviene entro 5 anni dall'acquisto, mentre sono a 0 se passano 5 anni.

    Grazie e scusa del parziale off topic. Il resto dell'articolo è, come al solito, molto interessante e ben scritto.

    Lorenzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lorenzo. Tu puoi comprare un immobile, rivenderlo e farci dei soldi, dichiarandoli normalmente, e questa è intesa come entrata occasionale, punto. Se inizi a farlo sistematicamente, allora non è più un'entrata occasionale, ma un "mestiere", e se il fisco se ne accorge, ti multa. Per esercitare questa attività devi aprire partita iva, cioè una società. Parlo del 65% perchè un recente studio del sole 24 ore, ha dimostrato come, tra tasse, trattenute e compagnia bella, un imprenditore finisce per pagare quella percentuale (sui guadagni) allo Stato.

      Elimina
    2. Chiarissimo, grazie. Tuttavia quella statistica è, prima di tutto, un valore medio e, in secondo luogo, si adatta meglio ad attività di impresa 'standard' con un elevato impatto del costo del lavoro, cosa che una società immobiliare di solito non ha. Inoltre, ma non ne sono sicuro, su volumi medio - grandi, è probabile che una Società Immobiliare finisca per spendere meno di un privato, visto che può dedurre i costi e non pagare l'IVA.
      Insomma, l'idea di individuare immobili MOLTO sottostimati e rivenderli al valore di mercato non è un'eresia, anche se ovviamente è difficile.

      Elimina
    3. Hai ragione, non un eresia, certo se fosse facile lo farebbero tutti :) Io stesso credo che il mercato immobiliare sia una delle poche strategie giuste per investire, ma da lì ad aspettarsi guadagni del 300%, ce ne passa! In ogni caso ancora non è il momento di investire, per me i prezzi scenderanno fino al 2016, poi vedremo sul da farsi ;)

      Elimina
    4. Caro Francesco, apprezzo molto il tuo sito e lo sto visitando con interesse. Ti suggerisco di non fidarti troppo del Sole 24 ore perchè è un giornale spesso relativamente attendibile (tempo fa lessi un servizio sul Forex, che è il mio settore professionale, alquanto fuorviante). Circa gli immobili, non si fanno i soldi comprando e aspettando che salgano i prezzi, ma cercando buone occasioni, che non sono facilissime da trovare, ma ci sono. Quanto ai corsi di cui parla Anonimo del 27 Gennaio, prima di criticarli sarebbe serio frequentarli, perchè ciò che è afferma è inesatto. Quella azienda è molto seria e ha cambiato la vita di molte persone, me compreso.

      Elimina
    5. A quanto so è possibile investire in immobili senza avere una società o una partita iva.Potresti postare la fonte giuridica che vieta di svolgere tale attività in maniera continuativa?
      Inoltre la plusvalenza di 30k euro non si fa confidando che il mercato salga del 30% in un anno (ci mancherebbe) si fa semplicemente acquistando l'immobile scontato di molto del suo valore effettivo e facendolo aumentare di valore con piccoli lavori, rivendendolo poi in un tempo più breve (inferiore a un anno)

      Elimina
  5. Bravo Francesco, se vuoi possiamo diventare Amici, ciao
    https://www.facebook.com/magno.romualdo

    RispondiElimina
  6. Grazie, utile articolo. Adoro i consigli pratici.

    RispondiElimina
  7. Ciao Francesco. Una domanda. Come si può cominciare un'attività basata sulle proprie attitudini senza mettersi in regola con il fisco? Ti faccio un esempio. Io che sono bravo nell'aggiustare i pc come faccio a far partire un'attività che necessita di partita iva, di iscrizione alla camera di commercio e di un commercialista senza sapere se questa attività frutterà? Grazie per l'attenzione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Filippo, i guadagni si dichiarano sempre l'anno dopo, per cui puoi avviare l'attività e valutare come vanno le cose, quindi decidere cosa fare. Se non hai avuto guadagni consistenti e sono stati occasionali, puoi semplicemente compilare il 730 dichiarando gli introiti, se il business ha preso piede e giustifica l'apertura di una partita iva, allora puoi valutare di aprirla, ma in questo caso prendi appuntamento all'agenzia delle entrate e chiedi, perchè io non sono un esperto di fiscalità :)

      Elimina
  8. è sempre un piacere leggere i tuoi articoli francè, e devo dire questo li supera proprio tutti, racchiude proprio tutto quello per aiutare persone che hanno avuto dei problemi, e che nn possono muoversi da casa...hai dato tante buone idee, che chiunque voglia può accogliere e sviluppare... dopo un lungo periodo di assenza che nn sto a spiegare che tu sai benissimo x quanto mi riguarda sono tornata e mi rimetto a lavoro usando anche questi ottimi consigli.... un'abbraccio francè.... barby

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice di risentirti e di sapere che sei tornata a lavorare al tuo blog, ti ho scritto un email, ci sentiamo presto!

      Elimina
  9. Scusa, perchè bannato sugli immobili e suicopia/incolla malgrado la mia firma apposta ieri?
    Alessandro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio forse ho segato qualche messaggio per sbaglio, ogni tanto mi capita nel marasma degli insulti e delle persone che si fanno pubblicità o propongono prestiti :( sorry!

      Elimina
    2. Ciao Francesco, e' da poco che ti leggo, ma ho avuto modo di apprezzare da subito la tua intrapendenza, la tua comunicativita', nonche la competenza che traspare dai tuoi post. dopo i complimenti gradirei un tuo parere su una fissa che ho, e che per timore non ho mai approfondito la fattibilita': Detto in parole semplici,sulla falsa riga dei Ciceroni che stazionano presso il Colosseo e/o altri monumenti romani,facendosi pagare(e pure bene) per farsi fotografare coi turisti,avrei pensato di organizzare una sorta di "Souvenir photos",riservato ai turisti e crocieristi che affollano la mia citta',dotandomi di sfondi precostituiti, caratteristici e tipici del sito locale,nel mio caso La Sardegna. Potrebbe essere all'aperto,oppure all'interno di un locale opportunemente organizzato e pubblicizzato allo scopo,anche con la consulenza di un fotografo professionista.Credo che l'idea sia buona,non certo per arrichirsi,ma per avere una seconda opportunita',senza investire grossi capitali.E poi chi puo' dire che l'idea non venga ripresa presso altre citta'? Altri business sono nati da semplici idee. Ringrazio chi vorra' darmi il suo parere. Saluti.

      Elimina
  10. Grazie per la schiettezza e la concretezza che hai avuto nello scrivere questo post.
    Credo tu sia uno dei pochi che scriva qualcosa su questo gettonatissimo argomento "come fare soldi", senza illudere le persone.
    Nella mia modesta esperienza, concordo su quelli che sono gli elementi chiave da te indicati:
    1) capire cosa possiamo creare
    2) dove e come vendere quello che abbiamo creato
    3) come farsi pubblicità in modo efficace

    Se posso però sottilinerei, a proposito del 1° punto, che non sempre è facile trovare "cosa possiamo creare e vendere", cercando tra le cose che ci piace e sappiamo fare e che nel contempo abbiamo:
    a) un minimo di potenziale clientela
    b) una concorrenza non troppo forte
    .... dipende da chi siamo e dalle nostre passioni.
    Mi pare che tu abbia già scritto dei post a questo proposito

    Ecco credo che moltissimi, nonostante la buona volontà e i buoni propositi, si arenino in questa ricerca.

    Poi c'è anche da dire che, una cosa è cercare un attività che serva per un guadagno integrativo di 100-200 € al mese (perchè si hanno altre fonti di reddito), una cosa cercare un'attività per camparci !

    Gabriele

    RispondiElimina
  11. Ottimo articolo.
    Lo dice uno che ha trovato il modo di guadagnare degli extra molto utili, con tanta fatica ma con soddisfazione.

    RispondiElimina
  12. Bravo!
    A quando il post sulla fiscalità??
    Io ritengo di essere brava a fare dolci (decorati con pasta di zucchero)... finora li ho fatti come "favore" (ovvero senza farmi pagare) a qualche amico (diciamo che l'ho fatto al posto di fargli altri regali)... ma se volessi farlo per "arrotondare" le entrate della mia famiglia, bisogna ammettere che il campo è però molto "difficile" in quanto c'è molta concorrenza e - volendo essere precisi e rispettare le regole - bisognerebbe avere una cucina professionale (la cucina di casa non va bene).
    In tal caso, la situazione diventa abbastanza improponibile.... :(

    RispondiElimina
  13. ...Non ho volutamente trattato il tema fiscalità, cioè come vanno dichiarati i guadagni, e a quali leggi fare riferimento, perchè ho intenzione di scrivere un post apposito per approfondire l'argomento...

    Grazie infinite articolo "con le palle" dico io, cioè da uomo, chiaro, vero, sintetico, efficace!!! Grazie,sei grande! aspetto con ansia l'articolo sulle rotture di scatole fiscali e burocratiche necessarie!

    RispondiElimina
  14. Buonasera Francesco,
    In primis voglio ringraziarti per i tuoi articoli molto utili dai quali sto prendendo spunto.
    Ho cliccato sul priml link, quello riferito a come investire in borsa con yahoo, e avevo qualche domanda a proposito: vale la pena la spesa?
    Hai già testato personalmente questo sistema?

    RispondiElimina

Sono molto felice che tu abbia deciso di lasciare un commento, la tua opinione è molto interessante per me, tuttavia prima di commentare tieni presente le seguenti informazioni:

1. Prima di fare una domanda usa il form di ricerca in alto a destra e leggi la sezione Contatti, dove ci sono le risposte alle domande più frequenti.
2. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
3. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo (anche in modo sottile e indiretto) non verrà pubblicato.