Tre Idee per Viaggiare Gratis e Risparmiare

Tre Idee per Viaggiare Gratis e Risparmiare
Opportunità di spostarsi senza soldi
Non sarebbe fantastico se si trovasse un modo per viaggiare gratis? In realtà esiste più di una possibilità di spostarsi senza l’impiego del denaro, ovviamente munendosi della giusta dose di spirito d'adattamento, pianificando e studiando con sufficiente precisione le nostre mosse.

In questo articolo esploriamo alcune idee che oggi si possono mettere in pratica, la fine capire come viaggiare senza soldi, sia in Italia sia all’estero e, quando proprio non potremmo fare a meno di usare il denaro, analizzeremo quali strategie seguire per contenere al massimo le nostre uscite.



Opportunità di viaggiare gratis


In passato, su questo blog, ho già trattato il tema del viaggio senza soldi, attraverso alcuni articoli che, in questo contesto è il caso di riproporre brevemente, soprattutto per coloro che mi seguono da poco e non hanno avuto la possibilità e il tempo di visionare gli oltre 150 articoli (lunghetti) che fino ad oggi ho proposto.

Nell'ottobre dello scorso anno ho discusso un modo interessante per viaggiare gratis, sfruttando la rete di lavoro alla pari, offerto dalle WWOOF, fattorie solitamente biologiche, che ci permettono di essere ospitati in ogni parte del Mondo, in cambio di alcune ore di lavoro giornaliere. Oltre ad essere un’importante Opportunità di Imparare un Lavoro Nuovo, queste esperienze sono anche estremamente utili per confrontarsi con culture diverse e persone che hanno uno stile di vita assolutamente distante da quello a cui, la maggior parte delle persone, sono abituate.


Più recentemente invece, nel tentativo di architettare nuove strategie per vivere senza soldi, mi sono imbattuto in un portale web che permette di ospitare ed essere ospitati, in cambio di servizi. In breve possiamo essere ospitati mettendo a disposizione del padrone di casa le nostre competenze, le quali, naturalmente, devono coincidere con quanto ricercato.





Offro un passaggio


Iniziamo dunque questa nuova carrellata di possibilità di viaggiare gratis, con quella che mi sembra la meno conosciuta, ma anche la più interessante. Si chiama Offro un Passaggio ed è sostanzialmente una pagina di Facebook tramite la quale è possibile accordarsi per ricevere gratuitamente un passaggio in automobile, lungo uno o più tragitti, coperti dalle persone che aderiscono. L’opportunità di spostamento gratuito non è solo relativa alle persone, ma anche agli oggetti; se necessitiamo infatti di recapitare un pacco ad un conoscente, ma non vogliamo spendere soldi, questa rete di benevoli pendolari più certamente fare al caso nostro.

E’ dunque sufficiente fare richiesta d’adesione al gruppo in questione, per avere la possibilità di viaggiare gratis. Ecco un esempio di offerta di un utente che segnala un suo spostamento:

esempio utente da sfruttare per muoversi gratuitamente
esempio di inserzione volta a viaggiare gratuitamente


Il limite alle richieste che si possono inoltrare, semplicemente postando sul gruppo stesso, sono puramente legate alla nostra fantasia; ecco alcuni spunti:
  • Portare persone anziane, mamme in gravidanza o con figli malati, a fare la spesa.
  • Mandare regali ad amici e parenti che vivono lontani.
  • Richiedere di ricevere prodotti tipici di una determinata zona, spendendo meno.
  • Passaggi per andare a lavorare.
  • Attività di volontariato, cioè raccolta di cibo per animali o vestiti per centri d’accoglienza.
  • Organizzare una vacanza viaggiando gratis verso la meta di nostro interesse.
  • Richiedere il recupero di oggettistica acquistata, o di merce ottenuta gratuitamente, grazie alle possibilità di Acquistare Senza Soldi. 

Prima di aderire e organizzare ed iniziare a "viaggiare gratis", è importante tenere in considerazione due fattori:
  1. Lo spirito del gruppo è quello di un aiuto vicendevole, i rapporti tra le persone devono essere sinceri ed onesti, altrimenti si viene immediatamente allontanati. 
  2. Il gruppo non deve essere inteso come un insieme di corrieri gratuito, ma come un’opportunità di viaggiare gratis, adeguandosi ad orari, disponibilità e tempi di chi ci offre aiuto.

In definitiva quindi, questa bellissima iniziativa rappresenta una grande opportunità, ma soprattutto un modo alternativo di costruire una rete d'intercambio, grazie alle quale è ancora possibile stringere nuove amicizie con persone che fanno dell’aiuto reciproco un valore primario. 


CouchSurfing


Sarà che il mio cuore palpita quando sente la parola “surf”, ma tale pratica mi ha sempre affascinato, tanto che ho trascorso molto tempo a documentarmi su questa famosa opportunità di viaggiare gratis, della quale ormai si parla da molto tempo, ma che ho scoperto essere ancora sconosciuta ai più.

Il CouchSurfing è un servizio gratuito di scambio di ospitalità. Letteralmente significa “surfare sui divani”, frase che va interpretata come la possibilità di trascorre quantomeno una notte, ospitati presso l’abitazione di chi aderisce al circuito, adattandosi il più possibile alle condizione dettate dall’ospitante. Per “adattarsi” intendo che si possono trovare persone che ci ospitano in una stanza privata, con bagno, e altre che condividono semplicemente metà del loro letto matrimoniale.

Niente panico, non dobbiamo buttarci ad occhi chiusi in questa avventura, attirati dalla possibilità di viaggiare gratis, perché è un’iniziativa supportata dal sito web www.couchsurfing.org che gestisce la rete d’interscambi in modo assolutamente professionale.
E’ sufficiente iscriversi fornendo alcuni dati personali, di modo che i membri di questa immensa community possano conoscerci. Al momento dell'iscrizione si indica la città d'appartenenza, e questo fa in modo che la nostra homepage sia piena di richieste di ospitalità per quella città. In questa immagine ho simulato di vivere a Milano:

viaggiare gratis
l'homepage che ci appare quando indichiamo il luogo in cui viviamo



Inizieremo poi a ricercare le località di nostro interesse e contattare persone che offrono ospitalità, leggendo attentamente la loro scheda, e valutando se il “modo di ospitare” proposto, fa al caso nostro. In alternativa possiamo indicare semplicemente il nostro itinerario di viaggio, e attendere di essere contattatati.

La consultazione delle schede degli host (chi ci ospiterà) è quindi di vitale importanza: ecco le informazioni che dobbiamo assolutamente raccogliere:
  • L’utente è verificato? La verifica di un utente è una garanzia di serietà, perché significa che il sito ha controllato i sui dati personali, aspetto che limita la possibilità che l’individuo non sia affidabile. Diventare “verificati” permette inoltre di essere ospitati e viaggiare gratis più facilmente. Va segnalato che i gestori del sito, per il servizio di verifica, gradiscono un'offerta in denaro.
  • Che tipologia di sistemazione ci attende? In rete si legge di persone che dichiarano appositamente di condividere metà del loro letto matrimoniale, perché appartenenti ad una sotto-rete di individui che sfruttano il meccanismo per organizzare incontri sessuali. Nel dubbio quindi è sempre meglio evitare sistemazioni ambigue e ricercare quelle che si adattano meglio alle nostre esigenze.
  • Sono accettati maschi e femmine? E’ naturale che una ragazza abbia qualche timore nell’ospitare ragazzi, soprattutto se vive da sola, pertanto è importante leggere bene se nella scheda dell’host viene indicata questa limitazione.
  • Localizzazione: Viaggiare gratis è una prospettiva allettante, ma potrebbe rivelarsi un’esperienza negativa se veniamo ospitati in luoghi molto decentrati rispetto alla nostra meta. Dobbiamo ricordare sempre che in tutte le grandi città esistono quartieri malfamati e che la rete dei trasporti pubblici non copre tutto il territorio. Ritrovarsi ospitati in una zona inospitale e irraggiungibile, non è un modo molto vantaggioso di viaggiare gratis.

In ultima analisi possiamo dire che il Couchsurfing rappresenta un’opportunità unica di visitare il mondo spendendo poco. Anche se non è necessario ricambiare l’ospitalità, va specificato che chi usufruisce da molto di questi servizi, ha l’abitudine di ricambiare offrendo una cena o portando un regalo.

Segnalo inoltre l’esistenza di CouchWiki, una guida in inglese per la comunità di Couchsurfer.


Ticket Crossing


Se prendiamo l’autobus per spostarci lungo un breve tragitto, timbrano un biglietto che poi a fine corsa gettiamo, abbiamo sprecato, perché la validità di quel temporaneo “documento di viaggio“ è di 90 minuti. Sarebbe quindi saggio trovare un modo per sfruttarne appieno la validità.

Da questa semplice idea nasce il movimento del ticket crossing, che mira a creare una rete di interscambio tra persone che intendo viaggiare gratis, riutilizzando i biglietti ancora validi. In molte città italiane gruppi di attivisti, posizionano, alle fermate dell’autobus, contenitori di diversa natura (scatole, bottiglie di plastica tagliate a metà ecc.) dove le persone possono riporre i biglietti ancora validi. Chiunque desideri viaggiare gratis può attingere a questa risorsa e prendere un biglietto ancora valido.
Lo dico chiaramente per coloro che si scandalizzano facilmente e, come accaduto in passato, coglierebbero l’occasione per fare facili moralismi: questa pratica viola il regolamento dei mezzi di trasporto di tutta Italia, perché il biglietto è un “documento di viaggio non cedibile” pertanto, nonostante non sia nominale, non è consentito donarlo, anche se ancora valido. In questa sede mi importa solo informare il lettore su una pratica realmente esistente, perché l’informazione ha il prego di dare libertà di scelta a chi la recepisce.

Purtroppo non sono stato in grado di trovare un sito che, in qualche modo, facesse da unico contenitore di tutte queste iniziative, pertanto, a chi volesse capire se nella propria città esiste la possibilità di viaggiare gratis, consiglio semplicemente di digitare su Google “Ticket Crossing NOME_CITTA”, nei primi risultati di ricerca si trovano eventuali gruppi di attivisti, con relativi punti di deposito biglietti ancora validi.



Conclusioni


Non che ci sia molto da concludere, ma vorrei spendere due parole per sottolineare come le persone che aderiscono a circuiti che permettono di viaggiare gratis, lo fanno principalmente per una personale vocazione ad aiutare il prossimo, valori che ormai sono più rari e preziosi dell’oro. Queste persone rappresentano quella fascia di popolazione che ha capito come la vita sia molto più interessante e divertente quando si decide di viverla mettendosi in gioco e puntando tutto sul rapporto con gli altri, nel rispetto e l’aiuto reciproco.

Aderire a questi movimenti è un’esperienza che va oltre il mero viaggiare gratis, ci da la possibilità di entrare in contatto con persone straordinarie, mosche bianche in una società che fa dell’individualismo il proprio cavallo di battaglia. Non pensiamo dunque solo a viaggiare gratis, guardiamo oltre, perché la vita vera è quella che si costruisce nei rapporti con gli altri.

smetteredilavorare.it

4 commenti:

  1. Ciao,
    Suggerimento: Ai tempi avevo scoperto anche il sito di "scambio casa" Un altro modo x viaggiare gratis in tutto il mondo in appartamenti confortevoli. Quello del ticket da riciclare non lo conoscevo, la prossima volta che andrò in città cedero' il mio :-)

    RispondiElimina
  2. Articolo utilissimo e conclusioni che fanno riflettere, i miei complimenti per questo blog !!
    che può aprire le menti di tante gente che pensa ancora che la felicità sia il possedere beni materiali .
    Il mio augurio è che in un prossimo futuro invece che spendere denaro , la gente ami spendere 4 chiacchiere costruttive con il prossimo .

    RispondiElimina
  3. Per trovare offerte del treno low cost vi suggerisco il sito cambiobiglietto.it E' una bacheca annunci gratuiti dove sono presenti numerose offerte per biglietti del treno scontati.

    RispondiElimina

Sono molto felice che tu abbia deciso di lasciare un commento, la tua opinione è molto interessante per me, tuttavia prima di commentare tieni presente le seguenti informazioni:

1. Prima di fare una domanda usa il form di ricerca in alto a destra e leggi la sezione Contatti, dove ci sono le risposte alle domande più frequenti.
2. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
3. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo (anche in modo sottile e indiretto) non verrà pubblicato.