Come Inventarsi un Extra di 500 euro al Mese per Lasciare il Lavoro

lavoro generato dalla passione
I guadagni extra di un lavoro inventato
Il mio intento, per quest'anno, era di inventare un lavoro (o diversi lavori) che mi permettessero di guadagnare almeno 400 euro al mese, oltre che continuare a vivere con pochi soldi, per la precisione con cifre che non superassero i 500 euro mensili, questo perché ho constatato che con quel quantitativo di denaro posso vivere tranquillamente.

In questo articolo, dopo 6 mesi, tiro le fila su come stanno andando le cose, spiegando come ho fatto ad inventare un mestiere per guadagnare senza lavorare, anche perché, a tutti gli effetti, ora non sto lavorando.



Un breve riassunto


Non sono ancora passati due anni da quanto ho deciso di cambiare vita e cercare di liberarmi dalla schiavitù del lavoro, ricordo bene il primo giorno di “illuminazione” (passatemi il termine) quando, nella sala ristoro dell'azienda in cui lavoravo, osservando il bicchiere di plastica pieno di caffè, per la prima volta mi sono chiesto come mai ne bevessi 5 al giorno e quanto avrei potuto risparmiare smettendo di adottare quella (e molte altre) abitudini. Da quel giorno ho iniziato a risparmiare al massimo, realizzando molto chiaramente che potevo Vivere con 500 euro al Mese, ed è lì che ho capito che esisteva una possibilità concreta di smettere completamente di lavorare e tentare di essere un uomo libero.

A fine 2012 ho poi avviato un nuovo esperimento, sostituire gradualmente il mio lavoro con altre entrate, volevo capire se fosse possibile inventarsi un lavoro basato sulle proprie passioni, quindi ho iniziato a produrre qualche band nel mio piccolo studio di registrazione e, allo stesso tempo, cambiare approccio nei confronti di questo blog, cercando di guadagnare, pur mantenendo una linea volta ad aiutare tutti quelli che sono stufi di vivere nella schiavitù del consumismo.

Oggi, dopo 6 mesi d'intense attività, ho dato un'occhiata al mio conto corrente online e ho fatto qualche calcolo per stabilire quanto sono riuscito ad "accumulare in via alternativa" e se i rincari dovuti alla crisi hanno colpito anche il mio umilissimo stile di vita. 

Continuo a vivere con 500 euro al mese


Nonostante l'Osservatorio Nazionale Federconsumatori abbia costatato un aumento medio del costo della vita di circa 1500 euro l'anno a famiglia, il mio stile di vita non ne ha minimamente risentito, infatti (com'è possibile osservare dall'immagine seguente), le uscite riguardanti i primi 6 mesi (5 mesi e mezzo ad essere precisi) dell'anno, sono rimaste sotto i 500 euro.

uscite degli ultimi 6 mesi


Ho speso 2729,83 euro, dal primo di gennaio a circa metà giugno, il che significa che ogni mese sono riuscito a vivere con meno di 500 euro (496,33 euro).

Le spese sono suddivise così:

  • telefono e internet = 325,86 euro
  • tasse varie = 133,06 euro
  • pubblicità per il blog = 260 euro
  • bollette = 608,16 euro
  • benzina = 200,36 euro
  • spesa = 856,42 euro 
  • altro = 336,37 euro

Nonostante abbia fatto diversi acquisti per mia figlia, non ho speso più di 350 euro di extra, mentre le bollette sono rimaste vicine al margine di 100 euro al mese. La voce relativa alla spesa non è veritiera perchè acquisto spesso in massa tramite i GAS e per mesi interi poi spendo quasi zero; la spesa alimentare è ancora una delle voci che incide maggiormente sul mio bilancio, ma con l'estate diminuisce notevolmente perché l'orto mi fornisce gran parte del cibo di cui necessito. Non potendo fare a meno di internet non riesco a spendere meno di telefonia, inoltre ho investito circa 250 euro di pubblicità per il blog, sono una cifra abbastanza importante per i miei standard, ma il ritorno in termini di denaro è stato ottimo.

Avevo un forte timore di aver sbagliato i conti e di dovermi piegare all'inflazione e all'aumento delle tariffe ma, evidentemente, Imparare a Non Comprare Mai Niente e soprattutto adottare alla lettera I 40 Consigli per Risparmiare in Casa, sono due strategie sufficienti ad evitare che il sistema ci costringa a spendere ogni anno di più.

Ad onor del vero va detto che, non lavorando, ho speso veramente poco in benzina, inoltre ho sempre cucinato in casa, Autoproducendo il Pane, i dolci, Risparmiando sul Riscaldamento Tagliando la Legna e sfruttando al massimo l'Impianto Fotovoltaico in abbinata agli elettrodomestici di cui faccio largo uso, come il forno e l'impastatrice elettrica.

In sei mesi effettivamente non ho comprato nulla, né un vestito né un paio di scarpe, solo lo stretto necessario per vivere, una maglietta per andare a correre e uno scivolo da giardino per mia figlia, anche se ogni tanto mi sono concesso qualche aperitivo o cenetta in ristoranti anche non troppo economici, a riprova del fatto che per risparmiare tanto non è necessario isolarsi in casa e annullare completamente la propria vita sociale.

In definitiva quindi Si Può Ancora Vivere con Poco, anzi con pochissimo, senza farsi mancare niente, e questo mi rincuora molto perché vuol dire che il mio progetto di cambiamento può funzionare, qualora si riesca a distaccarsi completamente dal consumismo e si incominci ad autoprodurre gran parte del proprio fabbisogno giornaliero.

I lavori che ho inventato


La promessa per il 2013 era stata quella di riuscire (a fine anno) a generare un'entrata di almeno 400 euro al mese, questo in vista della mia dipartita dal lavoro ma, per farlo, avrei dovuto Inventare un Lavoro Alternativo, basato sulle mie passioni. Ciò che avevo a disposizione era:

  • Un piccolo studio di registrazione auto-costruito
  • La mia passione per l'informatica 
  • Questo blog

Dall'inizio dell'anno ho quindi iniziato a produrre qualche band locale a prezzi pressoché ridicoli, visto che ho necessità di farmi un nome e non ho molta esperienza come produttore. In 5 mesi ho registrato i brani di 3 gruppi musicali.

Ho iniziato poi a vendere spazi pubblicitari sul blog e ad ottimizzare i contenuti studiando le tecniche per generare traffico; non credevo di riuscire a guadagnare molti soldi, invece lo studio e l'applicazione di metodologie ben precise mi hanno portato a dei traguardi di guadagno inaspettati.

Scarica l'e-book gratis: Come Fare Soldi On Line con un Blog

Ho fatto qualche lavoretto sfruttando le mie conoscenze informatiche, ma non ho racimolato molto, spesso infatti eseguivo interventi gratis per alcuni amici o barattavo un intervento per qualcosa che mi serviva. Non sono stato in grado di trovare sbocchi interessati per guadagnare, quindi ho deciso di non dedicarmi troppo a questa tipologia di attività.

Infine (fattore di cui non avevo tenuto conto) ho iniziato a ricevere i soldi per la produzione di energia elettrica tramite l'impianto fotovoltaico da 4Kw che ho installato; avendo infatti sottoscritto il contratto con il GSE quando era in vigore il quarto conto energia, oggi mi viene pagata tutta la corrente elettrica che produco, anche se questa poi la consumo quasi totalmente per l'autoproduzione di cibo e per il funzionamento degli elettrodomestici. In pratica, non solo non pago le bollette (ho anche i pannelli per l'acqua calda) ma ricevo mensilmente un assegno. Peccato sia stato un lungo inverno e una pessima primavera, altrimenti avrei prodotto molta più energia e quindi guadagnato meglio.

La somma divisa per i 5 mesi e mezzo fino ad ora trascorsi mi ha garantito un'entrata mensile extra di oltre 500 euro (526,04), cioè più di quello che mi ero prefissato di guadagnare entro la fine 2013. A tutti gli effetti inventarsi un lavoro basato sulle proprie passioni è possibile, certo mi sono dato molto da fare, perdendo svariate ore di sonno e dedicando tutto il mio tempo libero alla musica e alla scrittura, ma è stato divertente e redditizio, cosa posso chiedere di più?

Non chiedetemi di fare il dettaglio di quanto ho guadagnato con le singole attività, questo è il livello minimo di privacy che vorrei mantenere.

Quello che mi inventerò ora


Nonostante sia ormai comprovato che riesco a vivere con 500 euro al mese, "inventarsi un lavoro" (fino ad oggi) non è stato sufficiente per racimolare tutto il denaro di cui necessito per vivere, inoltre il mio obiettivo è di arrivare a guadagnare almeno 800 euro al mese, così da riuscire anche ad accumulare qualcosina per il futuro e far fronte ad eventuali imprevisti. Avere una famiglia significa adempiere a doveri ben precisi, soprattutto nei confronti di mia figlia, ma se fossi solo, forse avrei già trovato il coraggio di smettere di lavorare.

Ammesso che riesca a proseguire su questa strada e mantenere quantomeno inalterate le entrate extra, rimane un ultimo tassello per comporre il puzzle, cioè l'acquisto dalla famigerata casa alle Canarie, cui affitto dovrebbe garantirmi la fetta di guadagno che mi manca per chiudere il progetto e vivere senza lavorare.

Playa de Cofete a Fuerteventura, uno dei luoghi più selvaggi dove fare Surf

Purtroppo non è ancora arrivato Il Momento Giusto per Fare un Investimento Immobiliare, questo perché i prezzi hanno appena iniziato la loro discesa e sarebbe sbagliato comprare ora una casa, per questo motivo ho bloccato in banca per 3 anni il (poco) denaro che ho stanziato per l'Acquisto di un Piccolo Appartamento alle Isole Canarie, entrata che non mi permetterà certamente di diventare ricco, ma che (da esperienze di amici che hanno già compiuto tale scelta) risulta essere un investimento di gran lunga più remunerativo che l'acquisto di una casa in Italia, fosse anche per affittarla a studenti. Anche questo è un modo concreto di inventarsi un'entrata extra.

L'alibi


Ok, Mi sono Inventato un Lavoro e imparato a Vivere con Poco, e ci sono ancora un paio di anni prima che i soldi che ho impegnato in obbligazioni al 4% siano liberi e finalmente possa fare l'acquisto ultimo, ma riuscirò poi a trovare il coraggio di mollare definitivamente il lavoro e dare una svolta alla mia vita? Ogni tanto mi chiedo se questo continuo costruire e cercare fonti di guadagno alternative conoscerà un punto d'arrivo o se, non trovando mai il coraggio di prendere la decisione di cambiare vita, continuerò a procrastinare vivendo in un perenne limbo tra la schiavitù e il sogno di smettere di lavorare per sempre.

Voi, tutti voi cari amici che leggete le tonnellate di parole che produco costantemente e che apprezzate questo blog senza considerarmi un pazzo invasato e visionario, potete giocare un ruolo fondamentale in questa avventura, condividendo i miei post sui social network, suggerendo la lettura degli articoli a persone che vorreste intraprendessero a loro volta la strada verso la libertà o anche semplicemente parlando e diffondendo i principi che stanno alla base della scelta di vivere con poco.

Ogni giorno, un passo alla volta, possiamo trovare insieme un'alternativa alla delirante gara al suicidio che la società del consumo ci obbliga a correre e, naturalmente, in questo scenario, io sono la vostra cavia.

12 commenti:

  1. ciao Francesco grossi complimenti per la tua disponibilità e tenacia! Io ho lo stesso dilemma che un altro utente ha avanzato in un post precedente e cioè la questione partita Iva. S enon lavori a progetto o non guadagni più di 5milaeuro all'anno è obbligatoria per il lavoratore autonomo. Tu dicevi di no. Attendo lumi :)
    Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domani (lo dico anche per Ricky) prendo appuntamento all'agenzia dell'entrate e mi faccio dire tutto in modo preciso, con anche i riferimenti alle leggi in merito, così chiariamo definitivamente la questione.

      C'è da dire però che (leggevo prima, dopo gli spunti che ha scritto Ricky) che da 4 anni a questa parte per i giovani imprenditori che guadagnano meno di 30.000 euro l'anno, per i primi 5 anni non ci sono ne tasse ne irpef da pagare, questa potrebbe essere una buona notizia che ci riguarda, ma chiederò anche questo all'agenzia delle entrate.

      Elimina
  2. Finalmente è arrivato il post richiesto :) e ho visto che forse ti ho dato qualche spunto interessante...

    Non avere paura però, tieni duro e non farti spaventare all'ultimo, tieni sempre a mente che stai facendo la cosa giusta...

    Quello che mi chiedo è se sei sicuro che fare un investimento immobiliare per affittare sia la cosa giusta, dall'idea che mi sono fatto io tra tasse e spese ordinarie e straordinarie resta ben poco alla fine... Visto che come credevo l'inflazione probabilmente non esiste (leggevo che qualcuno diceva che che puoi prendere si il 3% netto in banca ma l'inflazione è del 2-3% annua, quindi 0 guadagno; ma io non è che ci creda molto...), forse non sarebbe meglio e più tranquillo metterli in banca?

    Per le spese di telefonia mi sembrano abbastanza alte, secondo me puoi arrivare a dimezzarle. Fai conto che una scheda wind per navigare senza limiti (dopo un tot di gb rallenta) costa 10€ al mese, invece qualcosa tipo all inclusive viene sui 30€ al mese...

    Per il blog l'investimento ti ha reso? Valuta bene questo aspetto, se hai un riscontro che anche nel medio termine hai un ritorno va bene, altrimenti meglio smettere... Ti consiglio se devi fare pubblicità di alternare mesi di sponsorizzazione a mesi di fermo (tipo 3 si e 3 no, o meglio 3 si e 6 no) così puoi valutare l'incremento e se effettivamente ti conviene investire o meno...

    Non vorrei sembrarti invadente... Vorrei solo aiutarti a poter tagliare un pò di più :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Domenico, tu eri quello che mi aveva anche scritto sull'ottimizzazione di adSense? Non sei invadente, anzi, sono molto utili i tuoi consigli!

      Per la telefonia hai ragione, posso fare di meglio e lo farò :)
      Per la pubblicità si, rende bene e ho provato anche a variarla rendendomi conto di cosa ha realmente effetto e cosa no! Cmq hai ragione, dove provare anche a fare qualche mese senza, e vedere la differenza.

      Dicevo, mi avevi scritto che ne sai di ottimizzazione di adSense? Io ho letto un libro in merito (AdSense Secrets 5) ma mi piacerebbe sentire anche il tuo parere, mi scrivi in privato sulla mail?

      grazie!

      Elimina
  3. Francesco dubito che la parola 'definitivamente' si adatti bene alla risoluzione di questa questione eheheh. Forse l'unico modo di avere una risposta certa è che OGNI SINGOLA PERSONA che abbia intenzione di guadagnare almeno 400-500€ al mese da attività come un blog, presenti una formale istanza all'AdE in modo da avere un parere UFFICIALE in merito, parere che l'AdE fornirà, appunto, in base alla specifica situazione di ognuno, ovvero: il reddito atteso, le attività parallele svolte dal contribuente, la tipologia di blog e le specifiche attività svolte online. Ciò che potrebbe richiedere l'apertura di P.Iva per qualcuno, potrebbe non valere per un altro. Sono vari i fattori da considerare. Penso che un colloquio verbale con l'AdE possa venire d'aiuto, soprattutto nell'indirizzarti sulle giuste normative etc. ma ognuno dovrebbe poi, a mio parere, sottoporre all'AdE la propria specifica richiesta, mediante formale istanza scritta. Solo così, in ambiti di incertezza normativa come questo, si hanno le spalle coperte da eventuali future (dolorose) contestazione dal fisco. Purtroppo i "mi hanno detto che..." non valgono molto. Comunque, attendo sviluppi ;)

    RispondiElimina
  4. Ciao Francesco ti seguo spesso nel tuo blog.
    Anch'io come te ho adottato un piano di risparmio:
    ho diviso in 3 parti il mio stipendio:
    1 parte mutuo
    2 parte soldi per vivere
    3 parte soldi per il risparmio.
    Con quello che mi avanza dalla parte seconda(la parte riguardante i soldi che mi servono per vivere)li metto in un salvadanaio per poter permettermi una vacanza di 3 settimane in posto caldo durante l'inverno in modo tale che non dovrò pagare una barca di soldi per il riscaldamento.
    C'è da dire che vivo da solo e al momento non ho avuto problema ad adottare il mio umile sistema.
    Sono un'appassionato di cicloturismo e quindi il mio svago a un costo limitato dell'uso della moneta.
    Per farti capire sono uno di quelli che con tenda a seguito e fornellino giro in bici facendo tantissimi km.
    Anch'io come te vorrei liberarmi definitivamente dalla schiavitù del lavoro però sono consapevole che dovrò farlo per gradi riducendo il mio orario di lavoro.
    Per ora da 40 mi sono spostato a un part-time di 30 ore e spero in breve tempo di ridurlo a 25 ore.
    Spesso mi chiedo di cosa posso fare a meno per ottenere più libertà.
    Grazie per il tuo blog mi fai capire che non sono l'unico ad avere lo stesso stile di vita.
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per questo squarcio sulla tua vita, fa capire a me che non sono solo in questa battaglia, e mi da la forza per continuare a scrivere! Ti auguro solo il meglio!

      Elimina
  5. Ciao, do anch'io il mio contributo.
    telefono e internet = 325,86 euro
    Secondo me potresti dimezzare questa spesa. Se già non lo hai fatto, passa a un'abbonamento "solo Internet" senza telefono e usa il voip per telefonare e ricevere chiamate - è gratis!

    benzina = 200,36 euro
    Se hai un'auto a benzina, hai valutato di convertirla a metano/gpl? Con 10€ fai parecchi km!

    Ciao

    RispondiElimina
  6. Sarò banale, ma uno dei miei problemi è quello di vivere in una sorta di sistema del tipo "cane che si morde la coda".
    Una certa dose di disagio è necessaria nella condizione presente altrimenti non trovi la motivazione per cercare di andare oltre, però se il disagio è tanto per le energie e il tempo che se ne va a favore del lavoro attuale, non resta molto da investire per "seminare" qualcosa di altro che abbia una portata significativa.
    Come se ne esce?
    Come fai a gestire questo po' po' di blog (che non contiene cose superficiali ma post che presuppongono ricerche e approfondimenti), a tenere in piedi il piccolo studio di registrazione e a continuare a lavorare? Ti prego, non rispondere solo "perché sono bravo"!

    RispondiElimina
  7. Ciao Posso chiederti quanto ti è costato il "piccolo studio di registrazione autocostruito?"

    RispondiElimina
  8. Il primo passo è sempre quello di riuscire a guadagnare qualcosa... dato il punto di partenza si può solo migliorare

    RispondiElimina

Sono molto felice che tu abbia deciso di lasciare un commento, la tua opinione è molto interessante per me, tuttavia prima di commentare tieni presente le seguenti informazioni:

1. Prima di fare una domanda usa il form di ricerca in alto a destra e leggi la sezione Contatti, dove ci sono le risposte alle domande più frequenti.
2. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
3. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo (anche in modo sottile e indiretto) non verrà pubblicato.