La Verità su Come Fare Soldi Senza Lavorare

Tutta la verità sulle reali possibilità
di profittare senza lavorare
Perché scrivere un post su come fare soldi, quando so già che non c'è una strada veloce di generare reddito, in modo onesto? Per un semplice motivo, voglio che le persone che cercando "come fare soldi" su internet, invece di trovare decine di siti truffa che puntano sull'ignoranza delle persone, trovino questo articolo che spiega finalmente, una volta per tutte e in modo onesto, quali sono le reali possibilità di guadagnare senza lavorare.

Se sei arrivato su questo blog cercando frasi come "arricchirsi" o "smettere di lavorare" sappi che qui troverai tutto quello che c'è da sapere sul guadagno facile, non ti serve altro, non voglio venderti niente, ti dirò solo la verità.


Esiste un modo per fare soldi velocemente?

La risposta a questa domanda dipende dal concetto di "velocemente". Se vuoi guadagnare tanto da sistemarti per sempre, e lo vuoi ottenere in un anno, direi che hai pochissime probabilità di farcela, a meno che tu non sia molto, molto fortunato. La storia è costellata di casi eclatanti di persone che hanno fatto i milioni con poco sforzo, ma praticamente tutti hanno solo avuto una grande fortuna, ecco tre esempi interessanti.

Nick D'Aloisio

Nick D'Aloisio è un ragazzino di diciassette che pubblicò un programma per cellulari piuttosto rudimentale e mal congegnato chiamato Trimit, tanto che venne anche definita una delle applicazioni dall'interfaccia peggiore. L'idea però non era male, si trattava di un algoritmo per riassumere in cento parole articoli molto lunghi, e quindi renderli disponibili per i telefonini.

Nonostante lo scarso risultato iniziale, il caso volle che la stampa internazionale ne desse risalto, così Nick affinò il programma creando Summly, che venne presto notato e comprato da Yahoo per trenta milioni di dollari.


Alex Tew

Nel 2005 Alex Tew era uno studente universitario che aveva bisogno di soldi per poter completare gli studi, così mise in piedi una semplice paginetta chiamata "The Million Dollar Homepage", un riquadro da un milione di pixel, con ogni pixel in vendita ad 1 dollaro. L'idea era talmente bizzarra che fece presto il giro del mondo e la pagina web, probabilmente realizzata in pochi minuti, divenne famosissima, tanto che furono in molti a voler comprare una manciata di pixel e applicarli la propria pubblicità. In quattro mesi tutto lo spazio fu venduto e Alex incassò più di un milione di euro, visto che gli ultimi pixel furono venduti all'asta, ad un prezzo superiore al previsto.


Robert Nay

E' un ragazzino di 14 anni che ha programmato un semplicissimo videogames chiamato Bubble Ball, dove l'unico scopo era portare una pallina da una parte all'altra dello schermo, tracciando un determinato percorso.

Il giochetto, piuttosto bruttino e dannatamente semplice, divenne misteriosamente famoso e registrò circa due milioni di download, tanto da rendere Robert, milionario.



Cos'hanno in comune tutti questi esempi? Non di certo abilità particolari o cervelli sopraffini, visto che (il sottoscritto lo può confermare in quanto programmatore) sviluppare un'applicazione o un sito web di quella tipologia, non è per niente complicato e richiede capacità piuttosto elementari e relativamente poco tempo. Il fattore comune è la fortuna, queste persone non avevano idea di quello che stavano facendo, tanto che i loro prodotti non hanno un grande valore reale, sono solo fenomeni di internet che hanno trovato visibilità grazie al caso e per questo hanno fatto i soldi.

Se ci basiamo sulla fortuna, allora tanto vale sperare di arricchirsi giocando come forsennati al Superenalotto o spendere tutto il nostro denaro in qualche casinò online, sperando nel Jackpot, oppure possiamo ragionare, ripensare i concetti di "denaro" e "velocemente" e studiare quali sono le reali possibilità di fare soldi oggi, in modo diverso dal classico lavoro che tutti conosciamo.


Cosa evitare perché è una truffa


Non mi dilungherò molto, perché ne ho già parlato abbastanza e rischio di annoiare chi mi legge da tempo, spero vi fiderete della mia parola, del fatto che ho una formazione scientifica e che non ho motivo di mentire:

  1. Qualsiasi gioco d'azzardo vi farà solo perdere soldi: casinò, Superenalotto, scommesse di ogni genere, slot machine, più giochi più aumenta la probabilità di perdere. Siti che dicono di aver trovato un modo per guadagnare in una qualsiasi di queste forme sono truffe. Non cliccare su niente, non iscriverti non scaricare nessun pdf… sono tutte palle. Solo il poker nella disciplina del Texas Hold'em permette di Vivere di Gioco.
  2. Giocare in borsa. Quando vedi quelle pubblicità del tipo: "Ho fatto 2000 euro in un'ora" sono ingannevoli. Sì, lo puoi fare, soprattutto con il Forex Trading e sfruttando la leva finanziaria, ma ti va bene una volta e poi perdi tutto la volta dopo. La borsa è scienza, richiede anni di studio, noi che non ne sappiamo quasi niente siamo i polli che vengono spennati. Ricorda che in borsa, chi guadagna lo fa sulle spalle dei poveracci come noi che si fanno spennare, in gergo siamo il "parco buoi".
  3. High-yield Investiment, cioè investimenti di natura varia, che promettono percentuali di guadagno enormi. Sono tutti Schemi di Ponzi, non sono mai investimenti reali, ci metti 10 euro per provare e dopo un mese te ne danno 20, poi ce ne metti 30 per vedere che succede e te ne danno 60… quando ce ne metti 100 il sito chiude e tu resti fregato.

Queste sono le tre truffe più comuni in cui oggi cadono le persone che cercano su Google frasi come "come guadagnare" o "come arricchirsi velocemente".



Qual è il modo migliore per generare ricchezza?


Il guadagno, cioè le fonti di reddito, sono classificabili in due macro categorie:

  1. Introiti diretti: si tratta del guadagno che deriva direttamente dal nostro lavoro, qualunque esso sia; tipicamente è proporzionale al tempo, e cioè al numero di ore che lavoriamo. Questo è il modo classico che tutti conoscono per ottenere proventi, il classico lavoro schiavizzante a cui quotidianamente aderiamo in silenzio e a testa bassa. L'aspetto più inquietante di questa tipologia di guadagni è che, se resti senza impiego, resti anche senza soldi.
  2. Introiti passivi: questa è la strada alternativa che i più scaltri intraprendono e che ha tantissimi vantaggi. Si tratta di costruire delle entrate lavorando solo inizialmente, per poi continuare a guadagnare senza dover necessariamente dedicarsi all'attività in questione. Questa tipologia di guadagno è la migliore in assoluto, e non è difficile costruirla. Pensiamo agli esempi di prima, si tratta di tre casi di guadagno continuo che, anche se generati dalla fortuna, hanno richiesto solo uno sforzo iniziale, e che poi hanno generato introiti in modo passivo.

E' evidente che la tipologia 2 è la migliore, i vantaggi principali sono:

  • Dopo uno sforzo iniziale, che può anche essere notevole, non serve più fare nulla, o quantomeno molto poco.
  • Se non dobbiamo più lavorare, non siamo più vincolati ad un determinato luogo, e possiamo Trasferirci e Vivere Dove Desideriamo, compresi i paradisi tropicali che tutti sognano o luoghi dove la vita costa molto poco, e il nostro reddito ha quindi ancora maggior valore.
  • Possiamo decidere di dedicare il nostro tempo a generare un'ulteriore fonte di reddito passivo e, mentre ci dedicheremo a questa, continuare a fare soldi con il meccanismo precedente.
  • Non rischiamo di restare senza soldi una volta licenziati; soprattutto in tempi di crisi questo approccio al guadagno è notevolmente migliore di quello del classico impiego da otto ore al giorno. Per quanto solido possa essere il nostro business, anche i ricavi passivi subiranno un calo, ma almeno non immediato, dandoci il tempo di correre ai ripari.
  • Diversificare le entrate. Piccole entrare parallele sono meglio di un unico grande flusso di denaro proveniente da un'unica fonte; se quest'ultima, infatti, venisse a mancare, saremmo fregati, mentre, se la rendita che ci permette di campare proviene da più fonti, quando una di "si spegnerà", si tratterà solo di una fetta della grande torta, che andrà ad incidere in maniera relativa sul totale delle nostre finanze.

Mi sembra di aver addotto sufficienti argomentazioni per dimostrare come gli introiti passivi siano la forma di guadagno migliore, e come valga la pena smettere di sprecare il nostro tempo in un lavoro classico, e dirigere tutti gli sforzi verso la possibilità concreta di guadagnare senza lavorare. Detto questo, vediamo quali sono le reali possibilità di intraprendere questa strada, fornendo anche alcuni esempi.

Quali sono le opportunità reali?


A mio avviso, in questo momento storico, le possibilità di fare soldi senza lavorare sono sostanzialmente due; la prima deriva da internet, la seconda invece è legata alle compravendite nel mercato immobiliare.



Sfruttare la rete


Oggi gli italiani che navigano in modo abituale sono meno del 50% della popolazione, con una crescita annua di circa il 10%. Quale altro business può vantare (solo in Italia) 30 milioni di potenziali clienti in costante aumento? Se hai un'idea che funziona (pensiamo sempre agli esempi di cui sopra) di certo non ti mancherà la clientela.

La grande opportunità di guadagnare in rete oggi risiede negli info-prodotti, cioè guide, manuali, e-books, videocorsi e corsi in teleconferenza, che vengono venduti per pochissimi soldi, ma che hanno un reale valore formativo. Non sono fregature, sono grandi fonti d'informazione che costano pochissimo proprio perché possono vantare un enorme bacino di acquirenti. Immaginiamo per esempio di essere esperti in seduzione, e scriviamo un e-book, anche di poche pagine, che spiega alle persone come aumentare le chances di conquistare una ragazza; se quello che scriviamo funziona, stai pur certo che il tuo manuale avrà successo e, vendendolo su internet per pochissimo (magari 1 euro) , diventerà popolare e (si dice in gergo) virale, cioè, grazie al passaparola si farà pubblicità da solo.

Che ci crediate o meno oggi in rete esistono persone che guadagnano migliaia di euro in questo modo, sfornando una video-guida, un piccolo corso o un PDF di poche pagine, e vendendolo per uno o due euro. Quello che conta è che siano prodotti di reale valore, cioè aiutino veramente le persone al raggiungimento del loro scopo; se invece risultano privi di sostanza, è matematico che non venderanno. Questo è un tipico esempio di introiti passivi; dato uno sforzo iniziale, il guadagno poi continua senza che noi aggiungiamo ulteriore lavoro.

La seconda grande opportunità sono i blog; solitamente i blogger sono molto gelosi dei loro segreti e non dicono mai che si può realmente guadagnare con un piccolo sito, ma questo per me non vale, io oggi vi voglio dire la verità. Come si guadagna con un blog? Beh, basta avere tante visite e metterci delle pubblicità. Come si fa ad avere tante visite? Beh, basta trattare gli argomenti più ricercati su Google. Come si fa a sapere cosa cerca la gente su Google? Beh, esiste un programma fatto da Google che te lo dice, si chiama adWords.

Va inoltre considerato che di recente Google ha modificato radicalmente il proprio algoritmo di ricerca, avvantaggiando notevolmente i piccoli blog, cioè quelle nicchie che prima non riuscivano a trovare visibilità. Questo è quindi il momento di aprire un blog e farci dei soldi.

Ora vi starete chiedendo: E' davvero così semplice fare soldi con un blog? La risposata è "Si", ma anche qui vale la stessa regola di prima: bisogna scrivere articoli veramente utili alle persone, solo così il blog diventerà popolare, la gente condividerà i post e avverrà una crescita esponenziale delle visite. Esistono insospettabili blogger italiani che fanno migliaia di euro al mese trattando gli argomenti più disparati: cucina, viaggi, montagna, gossip ecc. e ognuno di questi è un perfetto esempio di introiti passivi, dove lo sforzo iniziale per scrivere molti articoli, dettagliati e utili, viene ripagato con un successivo lungo periodo di guadagno quotidiano senza fare nulla.

Specifichiamo, senza fare nulla o quasi, perché effettivamente se si vuole mantenere attivo un blog occorre scrivere articoli con una certa regolarità ma, molti, fatti i soldi, pagano delle persone per fornirgli gli articoli o sfruttano il meccanismo dei "guest posting", e non lavorano più.

Sfruttare il mattone


Altro perfetto esempio di Introiti passivi è il mercato immobiliare, anche se questo richiede naturalmente un capitale iniziale da investire; non è detto che si tratti di tanti soldi, c'è chi ha saputo sfruttare zone del mondo in via di sviluppo per acquistare a prezzi stracciati, ritrovandosi poi con incredibili rivalutazioni degli immobili, ma di questo parleremo dopo.

Come ho già abbondantemente spiegato e documentato, in questo periodo stiamo assistendo ad un calo dei prezzi degli immobili, dovuto alla diminuzione della compravendita, causa mancanza di liquidità. L'abbassamento dei prezzi è appena iniziato, ci vorranno diversi anni prima che si tocchi il fondo, ma già oggi molte agenzie immobiliari stanno chiudendo e svendono pur di sopravvivere; contemporaneamente i fallimenti sono all'ordine del giorno, pertanto aumentano i pignoramenti e con essi gli immobili che finiscono all'asta.

Questa situazione non si sta verificando solo in Italia, ma in tutta Europa (tranne forse in Germania), quindi il mercato immobiliare globale rappresenta oggi una grande opportunità di guadagno passivo. Chi riesce a spuntare prezzi bassi, godrà di una rivalutazione esponenziale dei propri investimenti. Va inoltre considerato che l'inflazione è molto alta, e probabilmente lo resterà ancora a lungo, la svalutazione del denaro è forte e cresce in maniera piuttosto rapida, per questo ciò che oggi spendiamo per comprare un immobile, domani risulterà una cifra molto contenuta.

Per precisare aggiungo che sono profondamente convinto che non sia questo il momento giusto per investire nel mattone, credo che per fare soldi acquistando un immobile occorra attendere ancora qualche anno, quanto i prezzi saranno scesi di almeno il 30% rispetto a quelli attuali.

Capisco che l'investimento immobiliare sia una forma di guadagno passivo non praticabile da tutti, ma ci sono luoghi nel mondo dove comprare un appartamento da affittare ai turisti può costare meno di 20.000 euro: Isole Canarie, Vietnam, Repubblica Dominicana sono solo alcuni esempi che rappresentano una concreta forma d'investimento, che generi reddito passivo. Inoltre si più sempre provare a fare soldi senza soldi (con pochi intendo),  aderendo ad un Fondo Immobiliare.

Rivedere il concetto di fare soldi


Nell'immaginario comune fare soldi significa farne tanti, diciamo abbastanza da non dover più lavorare, ma credo che quasi tutte le persone che cercando informazioni in merito, non abbiano mai valutato con precisione quanto denaro effettivamente intendono guadagnare, e questo è un grave errore.

"Fare-soldi" è un termine troppo generico, così come "diventare ricchi"; queste "domande" non rappresentano un traguardo concreto, per questo motivo non ha alcun senso porle. Non troveremo mai la risposta, perché una risposta buona per tutti non esiste. Io Vivo con 500 Euro al Mese, per me smettere di lavorare significa trovare un modo per avere un'entrata fissa di 500 euro ogni mese, per altri potrebbe essere 1000, 2000 ecc. dipende da cosa si vuole, dove si vive, quanti si è in famiglia e quanto si spende.

Prima di porsi qualunque domanda quindi andrebbe considerato di quanti soldi ognuno di noi ha realmente bisogno per vivere, cifra che non necessariamente coincide con il proprio stipendio. Purtroppo non siamo abituati a gestire bene le nostre finanze, infatti, se vi chiedessi quanto spendete mediamente ogni mese per fare la spesa alimentare (solo nutrirsi intendo) penso che pochi saprebbero dirlo con precisione. Da otto mesi compilo un foglio Excel con tutto quello che acquisto, e so che la spesa per la mia famiglia richiede mediamente 250 euro al mese (spero meno con l'arrivo della primavera e dell'orto) ma almeno ho un'idea precisa di quanto mi serve oggi per campare. Se non si ha idea della quantità di denaro precisa che s'intende ottenere, non si raggiungerà mai il proprio scopo.

E' importante porsi le domande giuste, per farlo serve avere idee chiare.

Conclusioni?


Lo so, sarebbe bello conoscere un modo per generare introiti da capogiro con poco sforzo ma, ahimè, o speriamo in un gran colpo di fortuna, o dobbiamo metterci nell'ordine delle idee che per guadagnare serve impegno e costanza, anche quando si ha in mano l'idea vincente. D'altronde, se la soluzione facile e veloce si trovasse nel primo risultato cliccabile su Google, nessuno avrebbe problemi economici, giusto?

Con questo articolo spero di aver aiutato alcuni a non farsi fregare e altri a trovare qualche spunto per trarre profitto dalle occasioni che personalmente ritengo oggi più interessanti, soprattutto nell'ottica di creare introiti passivi, che diano la possibilità di lavorare il meno possibile e vivere la vita nella sua essenza più profonda: l'amore, gli affetti il tempo libero e lo sviluppo della creatività.

Se ritieni che questo articolo possa essere di reale utilità, condividilo con le persone che conosci, farai loro un grande favore e magari darai a qualcuno l'opportunità di cambiare vita. Grazie!

Videoarticolo su come fare soldi senza lavorare


64 commenti:

  1. va bene ma:
    dopo avere aperto un blog dove fai inviare i soldi?
    Come ti fai pagare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AdSense di google è attualmente l'unico modo per fare soldi in modo serio con un blog, quindi se hai visite hai anche soldi. Considera che con 1000 accessi unici al giorno puoi fare sui 300 euro al mese. Ci sono numerosi blogger italiani che fanno 10.000 accessi al giorno, quindi fai i tuoi conti ;)

      Elimina
    2. In realtà per monetizzare un blog ci sono molti più strumenti che il solo "adsense", anzi, la pubblicità di questo tipo è la modalità che con il massimo fastidio per l'utente porta il minimo introito per il blogger. Tant'è che molti blogger famosi, anche nell'ambito della personal finance o self improvement, hanno deciso di non fare pubblicità sul loro blog. Parlo di zenhabit, mrmoneymustache, derek sivers, earlyretirementextreme.

      Altri modi meno invadenti e sicuramente più redditizi sono:
      - product reviews
      - affiliations
      - self publishing
      - training
      - counseling
      - copywriting
      - vendere il proprio blog (getrichslowly, thesimpledollar, wisebread,..)

      Elimina
  2. Un ottimo articolo come sempre! Grazie per tutti i consigli.

    RispondiElimina
  3. un solo appunto in genera chi cerca "fare soldi senza lavorare" non ha neanche la voglia di leggere tutta la roba che hai scritto. ottimo articolo comunque bravo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io l'ho letto tutto ;) faccio tesoro dei consigli e mi sento uno squalo (in senso buono, ovvio) pronta a cogliere la prima buona idea che mi verrà in mente o la prima occasione che mi passerà davanti!! grazie per i consigli, piano piano sto leggendo tutti gli articoli. non sai che soddisfazione quando ho sfornato la prima volta il pane fatto con le mie mani... il mio è un progetto che necessità tempo, ma voglio riuscire a realizzare il mio sogno. ciao :)

      Elimina
    2. io l'ho letto tutto

      Elimina
    3. moolto interessante

      Elimina
  4. I profitti dove si fanno arrivare ? Devi avere un conto in rete ? Basta un conto corrente nella tua banca ? Grazie per quello che scrivi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, basta un conto corrente bancario normale.

      Elimina
  5. come si fa ad aprire un blog e farci i soldi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda in alto a sinistra sull'intestazione del blog, cliccaci e scarica il mio e-book gratis su come fare soldi con un blog!

      Elimina
  6. scusami, ma c è un passaggio che non ho capito, con i blog fai soldi tramite la pubblicità, e di conseguenza dovresti trovare appunto quest ultima, a parte il fatto che adWords. che ci consigli è a pagamento seppur volendo anche solo di un euro al giorno o al clik, comunque sia visionandolo sembra che richiedono il blog a pagamento senza descrivere il nostro guadagno ne tanto meno specificano come avviene il tutto se non chè chiedendoti un conto corrente, ma vorrei sapere per quanto riguarda i video o i file in pdf come si fa a farlo in pagamento ??? i soldi dovrebbero mandarmeli nel conto personale??? in oltre vorrei sapere com è tutta la procedura cortesemente e come faccio a inserirlo grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scarica l'ebook, c'è spiegato tutto.

      Elimina
    2. In pratica tu hai pubblicato questo articolo 'abbastanza interessante' così da aprirlo e leggerlo in centinaia di migliaia e farti guadagnare a ruota continua !!! Ahahahah sei un grande !!!

      Elimina
    3. Sti diauli eh? Guadagnano a rotta de collo tutto un continuo ;)

      Elimina
  7. Ottimo articolo, ma sinceramente (e senza intenzione di offendere) speravo in un finale un pò più interessante e meno scontato.
    In pratica, per guadagnare in modo passivo, proponi 3 possibili soluzioni reali: info-prodotti, blog e mercato immobiliare.
    Ora, dati alla mano (..... non lo dico io), le prime due sono ormai abbastanza inflazionate e a meno di non scoprire nuovi filoni ancora poco battuti e con una potenziale richiesta, le possibilità di guadagno sono scarsine.
    Il mercato immobiliare poi, a parte l'attuale crisi del mattone (mercato quasi fermo), se non hai un minimo di capitale da investire (diciamo almeno 40-50.000 €) non ci sono molte chance .

    Cos' altro si può pensare allora ??

    Ciao
    Gabriele

    RispondiElimina
  8. dove lo trovo l ebook da scaricare????????

    RispondiElimina
  9. Sono daccordo con Gabriele. Apprezzo molto questo articolo e il sito in generale, però non è così semplice come traspare dalla lettura.
    Per quanto riguarda gli info-prodotti cè da dire che sono pochi gli utenti online che pagherebbero per delle informazioni. Ad esempio io che bazzico in rete da anni non ho mai avuto la minima intenzione di pagare per un ebook o per un articolo o per qualunque altra informazione, e questo perchè di materiale informativo di qualsiasi tipo cè nè in abbondanza. Seduzione, finanza, sport, cucina, gossip....sono tutte argomentazioni che si possono avere gratuitamente. Certo, ci sono persone che comprano libri perfino sulla vita di Corona però quante possibilità ci sono che siano tante quelle che pagherebbero online un ebook?
    Per quanto riguarda i blog invece io credo che ancora ci siano delle possibilità di guadagno, ma è per pochi. Nel senso che neanche la metà di chi proverebbe a guadagnare attraverso un blog riuscirebbe a guadagnarsi da vivere. Se per guadagnare 300 euro occorrono 1000 visite al giorno, vuol dire che per farne 900 bisognerebbe ricevere 3000 visite al giorno.
    Ci sono youtubers popolari che nonostante abbiano ricevuto centinaia di migliaia di visite sul canale, sfornano video che riescono a totalizzare poco più di 2000 visite. E stiamo parlando di un canale popolare di youtube, non di un blog.
    Si genera molto più traffico su un canale di youtube che su un blog, perciò è difficile ricevere 3000 visite al giorno su un blog se non si riesce a farle neanche su un canale di youtube.

    In conclusione penso che l'idea dell'entrata passiva è molto attraente, ma poco applicabile se non si ha in testa un'idea veramente buona...e purtroppo nel mondo in cui viviamo le idee buone te le soffiano sotto il naso prima ancora che tu inizi a metterle in pratica.
    Purtroppo l'ottimismo e l'ambizione non vanno daccordo con la realtà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco blogger che vendono guide sull'autostima a botte di 35 euro l'una e in tre o quattro anni ne hanno vendute più di 5000 copie, non faccio nomi pubblicamente, ma se mi scrivi in privato ti mando i link. Fai due conti e dimmi se queste persone non vivono (bene) di infoprodotti e quindi rendite passive.

      Elimina
    2. Ci credo Francesco. Quello che voglio dire però, in poche parole, è che non è così facile come sembra. Il fatto che ci siano al mondo migliaia di persone che guadagnano molti soldi grazie ad internet non significa che tutti possono facilmente guadagnare in questo modo.
      Se io da domani comincio a scrivere 20 pagine su come avere più autostima (ipotizzando che sia esperto in questo argomento), probabilmente non riuscirei a vendere neanche 200 copie al prezzo di 1 euro l'una. Anche se devo dire che sarebbe già una buona cosa se ne vendessi anche solo 100, perchè poi scriverei pagine su altri argomenti e riuscirei a ottenere diverse piccole entrate. Magari però fosse così semplice. Sarà che forse sono pessimista di natura però dubito che qualcuno pagherebbe quello che scriverei su argomenti diversi.

      Comunque vorrei contattarti in privato per altre ragioni. Avrei bisogno di qualche consiglio, e io credo che tu possa essere la persona giusta. Se ti va, quando hai tempo, rispondimi in privato.

      Elimina
    3. Ciao da anonimo ad anonimo ... come ha precisato Francesco non ha detto che sia facile, xchè se così fosse saremmo tutti milionari nello stesso istante ... occorre uno sforzo iniziale che consiste appunto nell' idea poi il resto viene da se ... e comunque grazie al cielo che non si tutto così scontato altrimenti veramente non ci sarebbero più nemmeno queste "ultime" possibilità...

      Elimina
    4. Personalmente guadagnare implica avere una buona idea, avere qualche soldo da investire all'inizio (investire i soldi correttamente è la chiave perché avere solo soldi ma metterli in gioco non come si dovrebbe, e le cose cambiano da settore a settore, è gettare soldi dalla finestra).

      Poi è necessario anche avere fortuna e presentare correttamente il prodotto giusto (non necessariamente deve essere un oggetto.. anche noi siamo prodotti ...). Non è per tutti come anche io mi sto rendendo conto: non basta fare o cercare di fare le cose con una certa qualità, non basta nemmeno lavorare duro, non basta nemmeno investire tanti soldi, bisogna vedere se siamo anche destinati a raggiungere certi traguardi.

      Se tutti dovessero raggiungere il successo non ci sarebbero più persone che perdono e mantengono chi il successo lo ha ottenuto. In sostanza, per ogni persona che ce la fa e vende ci sono milioni di persone che mantengono chi ha raggiunto il successo comprando ciò che i vincenti hanno nella pia illusione di diventare come chi si è arricchito.

      Mettiamoci l'animo in pace: provarci è per tutti, riuscire per pochi.... e non è per niente facile ...

      Elimina
  10. Da notare che sono tutti stranieri, in ItaGlia se hai una buona idea o hai solidi avvocati per difenderla o arriva il mafiosetto di turno che te la ruba, paese delle banane anche sotto questo punto di vista.

    RispondiElimina
  11. Ciao Francesco. Condivido tutto quello che ha scritto.
    Anche quello che dici in altri articoli. Sembrano pensieri miei! Soprattutto quando dici che il lavoro/soldi ci rendono schiavi. In quelle 8 ore potremmo stare con le persone amate o ad coltivare i nostro hobby, senza cartellini da timbrare e gerarchie da rispettare. Io cerco infatti di lavorare sempre al minino. Grazie

    RispondiElimina
  12. Ho scaricato l'ebook ma gia' da pagina 2 non si legge piu' nulla.............perche?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà venuto giù corrotto, prova a riscaricarlo oppure mandami un email che te lo mando direttamente io!

      Elimina
  13. Bell'articolo! Ho postato un piccolo trafiletto nel mio sito (adeguatamente linkato ;)

    RispondiElimina
  14. Ciao, gran bell'articolo. A differenza di altri, nel tuo articolo io ci vedo anche la giusta precauzione da parte tua, nel senso che non traspare l'idea che sia tutto facile, ma che ci voglia anche fortuna ed impegno. E tu questo lo dici. Inoltre quando ho visto il nome del tuo sito ho pensato "ecco un altro sito dove ti fanno un'ampia introduzione e poi alla fine ti dicono COMPRA IL MIO EBOOK"... invece no! Tu dai consigli e anzi, hai parlato tu stesso di questo tipo di lavoro (che pure esiste). E fornisci tutto gratuitamente.

    Ma quello che ho apprezzato più di tutto, è il tuo concetto della vita. Lavorare quel tanto che basta, magari poche ore al giorno, perché il resto di ogni giornata si deve trascorrere con la famiglia, gli affetti, gli amici, aiutando gli altri e coltivando le proprie passioni. Sono esattamente d'accordissimo con te! E poi due anni fa avevo letto un articolo che diceva "come vivere con 500 euro al mese", che apprezzai moltissimo. Ma eri sempre tu?

    Comunque ti stimo, ed effettivamente sarebbe bello se il mondo intero non andasse dietro solo al denaro ... il mio obiettivo e il mio sogno (dato che sono un programmatore web) è quello di trovare l'idea giusta per guadagnare quel tanto che basta ogni mese (per me sono 1000 euro) magari lavorando poco, o come dicevi tu, facendo uno sforzo solo all'inizio per poi guadagnare dopo. Ritengo che il nostro tempo sia prezioso, spendere 8 ore per gli altri e accorgersi che la vita trascorre veloce così, è deprimente! (e lo dice uno che lavora vicino casa e che in pausa pranzo fa le corse per mangiare a casa con la famiglia e sfruttare ogni momento per stare con gli affetti).

    Sai che ti dico? Mi piace il tuo sito/blog! Cercherò di pubblicizzarlo come posso, visto che tu ci guadagni :)
    E comincerò a leggermi anche gli altri articoli (ho letto solo questo, ci sono arrivato da Google cercando le parole "guadagnare con poco").

    Complimenti ! (e apprezzo molto il fatto che permetti di fare commenti anonimi senza necessità di loggarsi o registrarsi per forza, è una cosa che adoro in un sito!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille, purtroppo i commenti anonimi sono un arma a doppio taglio perchè mi ritrovo ogni giorno a dover rimuovere decine di commenti di personaggi che cercano di piazzare annunci pubblicitari di prestiti o altre strategie truffaldine per spillare soldi alle persone... incredibile come internet sia diventato un luogo dove fregare le persone...

      Elimina
    2. E' vero, internet stesso è una medaglia a due facce. Ma il tuo sito sta sulla faccia "buona" :)
      E ti ringrazio ancora. Sai, ti rispondo dopo 2 mesi perchè oggi sono ritornato sul tuo sito dopo un'altra ricerca, e ho riletto questo articolo. Le cose che dici tu nel tuo sito dovrebbero essere insegnate nelle scuole! Continua così, alla grande! E grazie ancora.

      Elimina
  15. Come faccio a scaricarlo che no si scarica

    RispondiElimina
  16. Ciao Fra, io sono uno di quelli che non ha letto tutto. La tua parola sembra un fiume che ad ogni metro genera nuovi fiumi. Io ho lasciato perdere questi affluenti secondari e ho seguito il principale, ma mi è dispiaciuto essere così sodo e diretto. Al posto tuo metterei una specie di sommario laterale invece che quelle continue per me snervanti diramazioni. Cmq, ho scaricato l'ebook su come sfruttare appieno il proprio blog! Grazie lo leggerò, perchè quello che tengo non mi pare sia indicizzato. Poi, cmq, ho voluto bandire gli ads google per principio ma forse dovrò tornare sui miei passi se non trovo una soluzione alla mia vita. Vedremo. Invece volevo chiederti cosa ne pensi delle barre pubblicitarie sul pc. Ho installato questa http://member.20dollars2surf.com/ che dicono promette 15-20 euro al mese, ma non vorrei consumarmi gli occhi e sclerare con quegli avvisi lampeggianti per nulla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, quelle barre fanno guadagnare poco richiedendo molto tempo, personalmente penso che puoi impiegare meglio il tuo tempo e farlo fruttare di più, magari proprio lavorando sul tuo blog per rendere remunerativi i tuoi forzi. AdSense è un esperienza del tutto personale, alcuni hanno delle nicchie che fanno guadagnare bene altri operano in contesti dove le pubblicità pagano poco, ognuno deve provare ad applicarli nel suo piccolo e capire se fa al caso suo, ad ogni modo nell'ebook che hai scaricato trovi tutto!

      Elimina
  17. sono tutte cazzate se vuoi fare soldi o lavori o vai a chiedere monete per la strada già che ci sei vendi anche il pc almeno la finisci di leggere cazzate su internet .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto duro e squalificante il tuo commento, ma allora per quale ragione sei finito in questa pagina ed addirittura perdi tempo a scrivere commenti se la pensi così?

      Elimina
  18. Sono d'accordo con la parte puramente teorica sul lavoro che schiavizza, sugli interessi, gli affetti ecc...
    Ma tutti i modi proposti per guadagnare non implicano nessuna eccellenza da parte della persona che vuole vendere qualcosa, bensì si da per scontato che ci sia qualche disperato che spenda dei soldi per delle conoscenze scritte da persone con nessuna autorità certificata in quel campo. A me sinceramente da un po' fastidio che certi personaggi guadagnino scrivendo ad esempio nei blog di informatica e persone con una grossa preparazione non se li fila nessuno. La verità è che internet è diventato, così come la tv e tante altre cose, lo specchio della mediocrità del sistema. Un minimo bisogna lavorare, altrimenti si fermerebbe tutto, il problema è che in ottica di collaborazione onesta tra esseri umani basterebbe lavorare molto meno, a differenza del sistema attuale. Ma non saprei in che modo la comunità sarebbe migliore, se i più ricchi fossero le persone che scrivono applicazioni inutili o blog sull'acqua calda.

    RispondiElimina
  19. Grazie per il bell'articolo, magari un po' utopistico, ma mi ha dato qualche speranza in un momento quasi catastrofico.L'ho condiviso. Elisa

    RispondiElimina
  20. Ciao complimenti per l'articolo, molto interessante.
    Ma per vendere un e-book bisogna perforza avere un blog dove publicizzarlo oppure esistono altri modi ?? grazie ciauuuu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo puoi vendere su Amazon oppure puoi affidarti ad un editore che tratta solo digitale, ma lì i guadagni sono infinitamente inferiori perchè prendi una percentuale e non hai un pubblico che ti segue e che acquista il tuo ebook perchè si fida di quello che scrivi.

      Elimina
  21. E che mi dici dele tasse che bisogna pagare sull'affitto che percepisci se lochi un immobile? ti azzera gran parte del guadagno..tra IMU..ICI IRPEF TASI rimane ben poco..

    RispondiElimina
  22. Ciao, complimenti per l'articolo che ho letto avidamente, mi hai aperto gli occhi su un mondo che non conoscevo se non da utente. Una precisazione, sono andata su adWords ma per quanto ho capito si tratta di un sito che ti indica come fare la tua campagna pubblicitaria su Google ma non sono riuscita a trovare indicazioni sulle parole più cercate, mi puoi aiutare a capire? Tieni conto che non sono affatto esperta di navigazione, sono solo una assidua frequentatrice di blog. Per esempio mi segnalo come anonima perché non conosco il significato degli altri termini...

    RispondiElimina
  23. Ciao, mi sono letta le FAQ ma non ho trovato risposte alle mie domande e sebbene il mio commento non sia "utile, interessante e ricco di contenuto" quando avrai tempo mi darai una risposta?
    Inoltre, posso scriverti in privato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, se posti come anonimo non riesco a capire a quale messaggio ti riferisci! Scrivimi per email che risolviamo i tuoi dubbi :)

      Elimina
  24. Buonasera, ho letto il suo articolo e l'ho trovato interessante! mi ha dato una carica positiva e spero anch'io di riuscire a creare un mio blog personale :)

    RispondiElimina
  25. :D Buonasera!! il tuo articolo è carico di positività, e mi complimento con te perchè sei riuscito a reinventare la tua vita, nonostante la crisi. Spero che anch'io possa riuscire a creare un blog :D

    RispondiElimina
  26. Davvero interessanti punti di vista... I giochi virali sono sicuramente un ottimo spunto... L'importante è fare qualcosa che piace a noi stessi per prima, poi il resto viene da sè...

    RispondiElimina
  27. Ci vuole partita iva per aprire un blog ?

    RispondiElimina
  28. Complimenti Francesco, ti stimo davvero tanto!

    RispondiElimina
  29. Ciao complimenti per l'articolo, molto interessante.
    Ma per vendere un e-book bisogna perforza avere un blog dove publicizzarlo oppure esistono altri modi ?? grazie ciauuuu

    RispondiElimina
  30. Salve!! non riesco ad inserire la mail per ricevere l'ebook!! come posso fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una volta che hai inserito l'email e premuto il tasto "ISCRIVITI" si apre una finestrella. In basso a sinistra devi inserire il codice di sicurezza che ti viene mostrato. Non c'è altro da fare :)

      Elimina
  31. Ciao Francesco,
    vorrei farti una semplice domanda: ma un pinco pallino che abbia la capacità di creare una slot-machine on line cosa dovrebbe fare per poterla pubblicare/distribuire sul web? Il grosso problema è solo quello della licenza che tu sappia?
    Ti ringrazio

    RispondiElimina
  32. Ma andate a lavorare

    RispondiElimina
  33. Ho capito. Pizzaioli, idraulici, elettricisti, manutentori in genere, infermieri, manovalanza in genere, agricoltori, sono solo per le persone forti. Far soldi con poca fatica significa attaccarsi al pc e battere i tasti.
    Comunque almeno hai avuto il coraggio di scriverlo così hai fatto luce su un argomento tanto caro anche per il fatto che tasse tasse e tasse e disservizi pubblici fanno perdere gli entusiasmi al lavoro. Ciao.

    RispondiElimina
  34. Ottimo articolo Francesco. Vedo dai commenti che la maggioranza delle persone viene "accecata" dai potenziali guadagni derivanti da un blog. Ma il blog non dovrebbe essere il mezzo, bensì il fine. Mi spiego meglio: se create un blog con il solo obiettivo di trarre profitto, non guadagnerete mai (in questo riescono solo i super esperti di SEO) . Se, invece, costruite un blog con articoli di qualità che hanno lo scopo primario di apportare valore ai lettori, allora guadagnerete. Cosa ne pensi Francesco?

    RispondiElimina
  35. ciao! complimenti per il blog! io so che per vendere prodotti, anche se digitali non basta aprire p iva ma addirittura bisogna registrarsi alla camera di commercio come impresa? risulta anch e a te? in questo caso sembra molto costoso!!!. poi c'è sempre da considerare che se non hai un sito o blog ben indicizzato è difficile promuoverli ...

    RispondiElimina
  36. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  37. mi viene difficile pensare di sopravvivere con 500 euro al mese, meglio per Te, scusa in che Italia vivi?

    RispondiElimina
  38. Ciao, bel blog! Scoperto tramite ilcambiamento.it :)

    Sto leggendo gli articoli che mi sembrano più interessanti per quanto riguarda il mio dominio (Financial Independence and Early Retirement) e mi sono soffermato su questo. Consigli di investire "sul mattone" e mai e poi mai "giocare in borsa". Come mai sei così sicuro che l'investire in borsa sia controproducente? Sei a conoscenza di Index Funds? Esistono fondi che tracciano indici ampi minimizzando il rischio e seguendo l'andamento generale della borsa. Se prendi ad esempio l'indice S&P 500 negli ultimi 100 anni (si, includendo anche il crollo del 1929, oltre che quelli del 2000 e del 2008) è cresciuto del 10% medio annuo su qualsiasi finestra di almeno 25 anni. C'è persino un famoso studio del trinity college, detto anche "4% Rule" che mostra come investendo 75% stocks e 25% bonds e prelevando il 4% ogni anno le probabilità di no esaurire i soldi dopo 30 anni sono prossime al 100%.

    RispondiElimina

Sono molto felice che tu abbia deciso di lasciare un commento, la tua opinione è molto interessante per me, tuttavia prima di commentare tieni presente le seguenti informazioni:

1. Prima di fare una domanda usa il form di ricerca in alto a destra e leggi la sezione Contatti, dove ci sono le risposte alle domande più frequenti.
2. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
3. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo (anche in modo sottile e indiretto) non verrà pubblicato.