Come Risparmiare in Casa, 40 Consigli Utili

come-accumulare-denaro
Suggerimenti per evitare di sprecare
e risparmiare
E' tempo di tornare a parlare di risparmio, con una serie di piccole regole e trucchi su come risparmiare che, se applicati con costanza, ci possono permette di economizzare cifre notevoli. Preservare denaro è una pratica alla quale non possiamo sottrarci, ogni giorno lavoriamo come invasati per guadagnarci da vivere, e spesso sprechiamo i nostri soldi per via di cattive abitudini o perché poniamo poca attenzione in quello che facciamo.

Basta poco per accumulare annualmente cifre che ci possono aiutare nella nostra strada verso l'indipendenza economica, oggi valuteremo insieme quaranta diverse buone abitudini da assumere come veri e propri principi.


Come risparmiare in cucina


Eliminare completamente i prodotti monouso come tovaglioli di carta, carta cerata, fogli di alluminio usa e getta, piatti di carta, posate di carta, sacchetti della spazzatura (se avete la differenziata).

Quando si fa la spesa utilizzare borse di stoffa riutilizzabili e non pagare per i sacchetti di plastica usa e getta.

come risparmiare con la frutta e la verdura di stagioneComprare solamente frutta e verdura di stagione, è più economica e più sana. Nel seguente schemino si possono trovare le verdure realmente raccolte in quella stagione, più sotto una versione stampabile da appendere al frigo di casa.




Alcune risorse:



Se possibile bere solo acqua del rubinetto, ed eliminare o limitare il più possibile tutte le bevande confezionate. 

Non usare mai la lavastoviglie, lavare sempre a mano (se puoi riscalda l'acqua per lavare, direttamente sulla stufa a legna con cui riscaldi la casa).

Preferire il Sapone di Marsiglia, è più economico dei comuni detersivi ed è possibile usarlo anche per lavare i piatti (o lavarsi le mani) trasformando il “panetto” in un detergente liquido. Disciogliere 100 grammi di sapone sminuzzato a scaglie in 500 ml di acqua bollente, poi unire un cucchiaio di olio d'oliva.

Inoltre è possibile produrlo in casa, in modo da risparmiare, con tre semplici ingredienti

  • 1.000gr di olio d'oliva
  • 128gr di soda caustica
  • 300gr di acqua


Se hai anche un piccolo spazio esterno (come un giardino o un poggiolo) costruisci un contenitore per il compostaggio dell'umido, bastano poche assi di legno, oppure acquistane uno. In molti comuni d'Italia, per chi pratica il compostaggio, ci sono forti sconti sulla tassa sui rifiuti e in alcuni casi si viene anche rimborsati dell'acquisto o dei costi di fabbricazione del compost. 

Nel seguente video viene mostrato come eseguire correttamente il compostaggio dei rifiuti.



Cercare di riutilizzare il più possibile gli avanzi dei pranzi e delle cene, munendosi di contenitori a chiusura ermetica, i cibi possono essere conservati in frigo e ritualizzati anche dopo diversi giorni.
Investire in una pentola a pressione, permette di cuocere nella metà del tempo, facendo risparmiare sia gas sia tempo.

Riutilizzare l'acqua presente nella brocca che hai portatolo in tavola, per annaffiare le piante o aggiungerla a quella per lavare i piatti.

Per concludere possiamo riutilizzare il lato bianco della carta stampata per scrivere la lista della spesa e l'elenco delle commissioni, eviteremo l'inutile acquisto di blocchi notes o post-it.



Sanitari


Utilizzare solo carta igienica riciclata, è più economica.

Utilizzare il sapone di Marsiglia liquido (quello di cui abbiamo discusso poco fa) per la pulizia dei sanitari.

Quando il dentifricio è finito, tagliare il fondo del tubetto e “pescare” il dentifricio residuo direttamente con lo spazzolino, entrando nel tubetto. Resterete stupiti di quanto dentifricio resta incollato alle pareti del contenitore, anche dopo averlo spremuto a fondo.

Per radersi utilizzare almeno due volte le lamette usa e getta.

Ridurre al minimo i cosmetici.

Investire in una coppetta mestruale al posto dei comuni assorbenti, è più comoda (non chiedetemi come faccio a saperlo) e addirittura più funzionale. Permette di risparmiare veramente molto denaro. La più famosa è la Mooncup, ma va detto che è anche la più cara perché in silicone chirurgico.  Esistono sul web alternative più economiche. Nel seguente video il funzionamento della Mooncup.


Preferire la doccia al bagno, chiudere l'acqua della doccia quando ci si sta insaponando il corpo e i capelli. In Autralia, dove gli abitanti sono molto sensibili al consumo d'acqua, esiste la regola della Five-Minute Shower, cioè non impiegare più di cinque minuti per fare la doccia.

Potrebbe interessarti: Come Risparmiare Molta Benzina



Economizzare nelle pulizie di casa


Riutilizzare i vecchi spazzolini da denti per rimuovere lo sporco nei luoghi non facilmente raggiungibili, invece di acquistare apposti strumenti.

Preferire i panni in microfibra, permettono (per esempio) di pulire i vetri, mobili, pianali e pavimenti senza utilizzare detersivi. Al massimo aggiungere nell'acqua calda, qualche goccia di sapone di Marsiglia liquido.

Invece di comperare gli stracci per la polvere, riutilizzare i capi di abbagliamento che altrimenti si butterebbero via. Una canottiera o una maglietta sono perfetti come stracci per rimuovere la polvere dai mobili.

Preferire il detersivo sfuso a quello che comunemente si acquista al supermercato, permette di risparmiare e riutilizzare più volte lo stesso contenitore.

Se non possiamo fare a meno della lavastoviglie, evitiamo almeno di comprare il brillantante, possiamo tranquillamente sostituirlo con del semplice aceto bianco.

In inverno, cercare di effettuare le pulizie nelle ore più calde del giorno, in modo da poter aprire le finestre ed evitare che la temperatura interna si abbassi troppo. 

Le piante d'appartamento contribuiscono al ricambio l'aria, spesso avere alcune piante può evitare di comperare deodoranti per ambiente.

Se hai un impianto fotovoltaico, fai andare la lavatrice quando il sole è alto nel cielo.

Evita il più possibile l'utilizzo del phon per asciugarti i capelli ed elimina completamente i fornelletti elettrici da bagno, consumano moltissimo.


Spendere poco acquistando farmaci


Evitare di ricorrere ai farmaci ogni volta che si ha un minimo dolore o acciacco, un abuso di questo tipo non solo è dispendioso, ma porta l'organismo ad assuefarsi alle medicine, costringendoci ad acquistare sempre nuovi farmaci più potenti.

Invece di comprare i farmaci pubblicizzati in televisione, valutare sempre l'acquisto di un farmaco complementare (i famosi Farmaci Generici), facendoti consigliare dal farmacista, quello che conta è il principio attivo non la marca. Solitamente i farmaci alternativi costano meno di quelli “famosi”.

In questo video, realizzato da "Le strade della salute" è spiegato bene il funzionamento e il risparmio che di ottiene, scegliendo questi farmaci:


Evita di acquistare farmaci omeopatici, sono un inutile dispendio di denaro. So che questo punto può suscitare delle polemiche ma, fidatevi, non lo dico perché sono prevenuto, ma perché ne sono fermamente convinto. Ad oggi non esiste un solo studio scientifico serio che ne dimostri l'efficacia, possiamo credere a tutto quello che leggiamo in rete o anche ai farmacisti che li vendono, ma se vogliamo basare la nostra vita su scelte fatte con la testa, non dobbiamo mai dimenticare che solo gli studi scientifici sono realmente affidabili, tutto il resto non è dimostrabile. Non dobbiamo dimenticare mai che l'industria farmaceutica è spietata e punta solo a fare soldi, non ad aiutare realmente le persone. Esistono sì degli studi sui farmaci omeopatici, ma non sono realmente scientifici; ognuno di noi può scegliere, questa è solo la mia disinteressata raccomandazione.

Su wikipedia, alla voce Omeopatia troviamo quest'avvertenza:  Le pratiche qui descritte  non sono accettate dalla  scienza medica, non sono state sottoposte alle verifiche sperimentali condotte con  metodo scientifico  o non le hanno superate. Potrebbero pertanto essere inefficaci o dannose per la salute.

Solitamente i farmaci in barattolo, cioè quelli che si presentano in modo spartano, sono anche più economici di quelli con confezioni che isolano pastiglia per pastiglia, tramite involucri di plastica.

Non comprare confezioni di farmaci troppo grandi, anche i farmaci hanno una scadenza.

Evitare l'acquisto dei cerotti, sono costosi e rallentano il processo di guarigione delle ferite.

Evitare di acquistare prodotti antibatterici, sia per lavare sia per disinfettare il cibo (come per esempio l'Amuchina), oltre ad avere un utilità marginale, contribuiscono a rendere più forti i batteri presenti nelle nostre case.

Integratori alimentari e vitamine possono essere sostituiti con una dieta sana ed equilibrata; nulla più del cibo sano, cucinato senza troppi grassi, può aiutarci a stare bene, evitandoci di acquistare farmaci per risolvere problemi che, se praticassimo un'alimentazione corretta, non avremmo.

Come risparmiare in giardino e nell'orto


Installare un convogliatore di acqua piovana per irrigare le nostre piante e il nostro orto.

Anche se abbiamo un piccolo giardino, vale la pena tenere sempre dei vasetti di erbe aromatiche, permettono di risparmiare molto. Il basilico che si compra al supermercato costa 67 euro al chilo, una piantina costa un euro e produce basilico per tutto l'anno.

Trova uno spazio per praticare il compostaggio.
Preferire i semi sfusi ai semi in bustina, costano meno.

Annaffia soltanto dopo che il sole è tramontato, avremo bisogno di meno acqua perché questa, durante la notte, non evaporerà, permettendoci di risparmiare sull'irrigazione. Se non puoi fisicamente annaffiare in quelle ore, valuta l'installazione di un sistema d'irrigazione a tempo. In questo video viene spiegato come realizzare un impianto d'irrigazione fai da te, risparmiando.


Piccoli passi nel mondo del risparmio


Alcuni di questi suggerimenti sul risparmio, ispirati alle idee di un Famoso Blog sul Risparmio potranno sembrare banali, altri poco praticabili o apparentemente inutili ai fini del risparmio; quando mi capita di parlare di economia domestica, la maggior parte delle persone fa sempre la stessa osservazione: “Utile, ma risparmiare su X non fa la differenza” cioè mi si obietta che, per esempio, riscaldare l'acqua sulla stufa a legna, farà sì e no risparmiare 10 euro l'anno.

Rispondo sempre dicendo: “Tutte le torte sono fatte di briciole”. Intendo dire: è vero che usare l'acqua avanzata a tavola per annaffiare le piante non ci farà diventare ricchi, ma se attuiamo quotidianamente molte piccole strategie, allora si che il risparmio incomincia a diventare interessante. 

Se sono riuscito a Risparmiare più di 10.000 euro l'Anno è anche perchè attuo costantemente queste tecniche.

Risparmiare è principalmente una forma mentale, fare economia delle proprie finanze, lo abbiamo visto ormai sotto ogni punto di vista, è uno dei passi fondamentali che si devono compiere, quando si è intenzionati a cambiare vita e smettere di lavorare.

26 commenti:

  1. Hai fatto un po' di confusione con i video...

    RispondiElimina
  2. Forse non le serviva vivere con meno. IL PROBLEMA nasce quando una famiglia deve sostentarsi con massimo 500€. Naturalmente, un netto da spalmare su utenze, trasporto, libri, viveri. Le auguro sinceramente di smettere, utopicamente, di lavorare. Saluti. Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io vivo già con 500 euro al mese, anzi, certi mesi ce la faccio con 300 e se non lavorassi, ho già fatto l'esperimento per tre mesi, spenderei anche meno :) Serve poco per vivere bene!

      Elimina
    2. Salve, sicuramente avra' una casa di proprietà (non paga affitto) ma fra bollette, alimenti, prodotti x pulizie e altro vorrei sapere come fa a fare q.sto miracolo. Mi sembra strano. Grazie

      Elimina
    3. In questo articolo, oltre che a pubblicare il mio estratto conto, spiego come vivo con 500 euro al mese.

      http://www.smetteredilavorare.it/2012/07/vivere-con-500-euro-al-mese.html

      Elimina
  3. Ottimi consigli che tra l'altro seguo già per un buon 90%. D'accordissimo con te anche per quanto riguarda l'omeopatia.
    Un placebo .

    RispondiElimina
  4. Buongiorno,
    Sono Federico, 30 anni, vivo a Ivrea, ex ridente cittadina del Canavese, per chi non lo ricordasse il luogo dove sono state create le prime macchine da scrivere, i computer ecc ecc.
    Ho una cultura di estrazione scientifica, avendo studiato biologia all'università e mi sono sempre considerato un "san tommaso" nel senso: non vedo, quindi non credo. (alla fine di questo post ve ne renderete conto anche voi). Inoltre sono un fanatico del fai da te, più o meno come recitava Battisti ne "Il tempo di morire": "con un cacciavite in mano fa miracoli"
    Ho preferito fare questa breve presentazione in modo da non essere il solito commentatore anonimo, anche se descrivermi in 4 righe è un tantino riduttivo :-)
    Per ciò che trovo descritto in questa pagina anch'io sono d'accordo sulla maggior parte delle soluzioni proposte, per inciso nel 2012 ho ottenuto un risparmio di circa 6-7000€ tagliando su: costi auto (pur facendo circa 20.000km anno) gestori telefonici (pur lavorando al 90% via telefono) bollette, attrezzature obsolete ecc ecc.
    Ci sono invece altre informazioni che non mi quadrano e mi piacerebbe confrontarle insieme.
    Trovo che sostenere di poter sopravvivere senza lavorare sia (senza voler offendere nessuno) un'informazione "tendenziosa" o quantomeno inesatta; il fatto stesso di dover mantenere un'orto in grado di sostentare, dal punto di vista alimentare, un nucleo familiare medio (4 persone) è per definizione un lavoro (e questo giusto per non tirarsi dietro le ire di chi coltiva la terra per vivere da generazioni). Inoltre non si tiene in considerazione che non tutti sono propriamente vegetariani e che ci sono realtà, come quelle cittadine dove non è sempre possibile fare da se.
    Mi trovate molto d'accordo sui punti su come risparmiare in cucina, con l'acquisto di prodotti di stagione o nostrani, sulla fabbricazione in casa di detergenti e detersivi (d'altra parte i prodotti industriali sono la stessa cosa prodotta con ingredienti chimici).
    Quando leggo invece ciò che è riportato sulla sezione farmaci un pò mi viene da storcere il naso, sono d'accordo sul fatto che nella società moderna si faccia un uso esagerato di ogni tipo di farmaco e che l'uso dei farmaci generici andrebbe sostituito a quello degli stessi prodotti di "marca" perchè in fondo trattasi esattamente della stessa cosa, ma non trovo corretta per esempio l'opinione sui farmaci omeopatici e la sua argomentazione (la scienza non ha tutte le risposte, altrimenti sarebbe più una religione che una scienza).
    Questi erano i miei dubbi per quanto riguarda gli interventi di "micro-economia" domestica.
    Veniamo invece ai miei dubbi sulla "macro-economia" domestica. Sono mesi ormai che punto a trovare soluzioni per diventare indipendente dal punto di vista energetico, quindi pannelli fotovoltaici, solare termico e di conseguenza questo porterebbe anche ad una mobilità a costo zero o quasi (auto, bici, moto elettriche) e oltre a costo bassissimo sarebbe anche a emissioni zero.
    Per quanto sia giunto alla conclusione che essere autonomi sotto questo punto di vista sia tecnologicamente possibile, questa tecnologia ha un prezzo. Un prezzo molto alto. Vero è che il costo dei vari impianti è ammortizzato dal non pagare più bollette e dalle entrate del surplus prodotto, ma questo non cambia il fatto che gli impianti vadano pagati alcune decine di migliaia di euro e generalmente se non lavoro il finanziamento non me lo accettano.
    Concludendo, la mia opinione è che lavorare bisogna lavorare, in un modo o nell'altro, specie se non si è soli da mantenere. E' comunque possibile non essere completamente sottomessi al sistema che ci impone la società moderna, come disse Brizzi in un libro quasi 20 anni fa: bisogna fare salto fuori dal cerchio che ci stanno disegnando intorno ai piedi.
    Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attualmente, con i guadagni extra che ottengo dalle mie passioni potrei vivere senza lavorare, ma ho ancora alcune cose da sistemare prima di mollare definitivamente il lavoro.

      In questo articolo poi spiego come vivo con 500 euro al mese, con pubblicato anche il mio estratto conto online. http://www.smetteredilavorare.it/2012/07/vivere-con-500-euro-al-mese.html

      Non mi interessa convincere nessuno, in questo blog racconto quello che faccio e do qualche spunto per chi crede che si possa realmente farcela. Io ci credo :)

      Elimina
  5. Ottimi consigli..speriamo che una società come la nostra basata sul consumismo e sulle apparenze impari da questo blog, anche io vivo con € 500.00 al mese e sono sempre stata abituata a non sprecare niente...l'unica cosa che non condivido è la coppetta mestruale :-/

    RispondiElimina
  6. Condivido e sperimento quasi tutto.

    Credo di avere più esperienza in materia di te sulla questione "coppetta mestruale" però.
    Sì, ok, nel tempo si risparmia. In quest'ottica l'ho acquistata, ma... si risparmia molto di più autoproducendosi gli assorbendi in cotone.
    Io ne ho creati 20 da un set di asciugamani mini regalatomi per Natale dalla parrucchiera (cmq sono set che si trovano a meno di 10 euro in giro). Ovviamente a ciclo finito lavo tutto e tutto è riutilizzabile. L'esigenza di provare è dovuta dal fatto che ecco, la coppetta per me non era una soluzione definitiva (in certi posti/occasioni l'assorbente devi comunque portartelo dietro). E comunque per abituarsi all'utilizzo servono un po' di mesi.

    Spesa=0
    Comodità=100% , più di quelli commerciali sicuramente, ma anche più della coppetta.

    Tornando indietro eviterei l'acquisto della coppetta, insomma. (che tra spese di spedizione e il resto, pur utilizzando un comparatore di prezzi, ho pagato 23 Euro).

    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi spiegare come li fai?

      Elimina
  7. Ciao Francesco,
    ti seguo ormai da tempo, ma non avendone molto e volendo leggere i tuoi articoli con la dovta calma sono arrivato a questo solo ora :)
    Premesso che è sempre piacevole leggerti e sei sempre fonte di riflessioni positive, mi ha fatto un poco strano la tua citazione del disclaimer di wikipedia.
    Mi spiego (e senza voler entrare nel merito della questione, verso la quale ognuno ha la propria opinione e la propria esperienza): alla pagina di spiegazione del disclaimer in questione (ttp://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Disclaimer_medico) viene precisato che: "Nulla su Wikipedia.org o uno qualsiasi dei progetti della Wikimedia Foundation Inc., può essere interpretato come un tentativo di offrire un'opinione medica o in altro modo coinvolta nella pratica della medicina."
    Riengo perciò un poco forzato riportare il suddetto disclaimer come 'prova' a favore della tua tesi... tutto questo solo per puntiglio... e per aver occasione di rinnovarti i miei complimenti ;)

    a presto
    Enrico

    RispondiElimina
  8. Ciao Francesco, aggiungo a questo ottimo articolo che un altro ottimo modo per risparmiare è quello di estinguere i debiti, ad esempio le carte revolving ed i prestiti, in questo modo si risparmiano un sacco di soldi di interessi passivi.
    Per chi non ha il denaro potrebbe essere sufficiente vendere oggetti che non usa più come capi di abbigliamento, libri, orologi, oro, argento e gli oggetti Hi tech.

    RispondiElimina
  9. Per prima cosa complimenti per tutti i tuoi articoli.
    Ok la prima regola del guadagno è il risparmio, ma un minimo occorre perché è fisiologico.
    Se passa il messaggio che un Italiano medio "campa" con 300€ al mese, allora siamo fritti.
    Avendo una famiglia mono-reddito con moglie e due figli, anche considerando 300 euro a testa, bè con 1200 euro, siamo al limite della povertà.
    Non voglio fare polemica, ma un conto è vivere, ed un' altro è sopravvivere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Franco, la mia famiglia è composta da tre componenti e negli ultimi due anni abbiamo vissuto con 500 euro al mese.

      Elimina
    2. Mi perdoni sig. Francesco, a me sembra sia matematicamente impossibile che lei possa vivere con moglie e figlio/a con 500 € al mese. a meno che lei non viva in Sicilia (ma ultimamente in Sicilia nevica più che a Milano), solo di riscaldamento si pagano circa 1200€ anno + manutenzione caldaia periodica (ma evitiamola) quindi 100€/mese. Vive di legna? anche quella ha un costo e non è così irrisorio. la va a raccogliere? beh, tra orto e legna mi pare che di "lavoro" ne faccia eccome! Ammesso che lei riesca a sostentare la propria famiglia con l'orto o barattando i suoi frutti con un po' di carne, non credo affatto che possa riuscirci in inverno. mi vuol dire che non spende nemmeno 100 € mese in latte, formaggi e generi di primissima necessità? l'olio extravergine italiano (non di oli UE) costa MINIMO 6 €/l. fa la pasta in casa tutti i giorni? mi vuol dire che suo figlio/a non cambia numero di scarpe ogni 3 mesi? e le scarpe da bambino costano eccome... idem per gli abiti, i seggiolini delle auto, il canone rai, l'assicurazione della casa (o vuol dirmi che non ce l'ha?!) le utenze di luce e gas (anche solo 25 € al mese)... non va mai in vacanza? se va in campeggio usa l'auto (bollo, manutenzione, benzina) idem se la noleggia + qualcosa per il campeggio. se va al mare in treno in una pensione/albergo 5 giorni * 100 € + cibo!!! (non vorrà portarsi i frutti dell'orto in vacanza in treno!!!) l'asilo? i libri di scuola? le si rompe un bicchiere?! il cellulare? non lo usa? internet? la lavanderia per SOLO maglioni di lana?! (o non accende il riscaldamento e non si copre nemmeno?!) un paio di jeans a testa ai saldi perchè quelli dell'anno prima sono bucati? idem una maglietta? beh certo, se va alla caritas... le comuni tasse della casa? pattumiera? imu? no guardi, non le credo affatto. come ha detto qualcuno la sopravvivenza è una cosa, vivere è un'altra. noi SOPRAVVIVIAMO con 1200 € in 3 + 1 in arrivo e più di così non so cosa tagliare. il ristorante non lo vedo da anni, l'asilo ancora non lo uso e compro SOLO ai saldi SOLO per sostutuire vestiti che ormai non posso proprio più aggiustare (vedi jeans che ormai non stanno nemmeno più insieme o camicie tutte mangiucchiate). Sarei proprio curiosa di sapere le voci che la fanno arrivare a 500 € mese. per me se ne è dimenticato qualcuna...

      Elimina
    3. Non pretendo di convincere nessuno di quello che faccio, io lo faccio per me, per smettere di lavorare, se mentissi mentirei a me stesso, ma non servirebbe a niente perchè tra tre anni, quando smetterò di lavorare, dovrò fare i conti con quello che spendo guadagno. Io vivo con 500 euro al mese, non importa se ci crediate o meno, se pensate che l'estratto conto che pubblico non sia giusto o ci siano altre entrate ecc... questo è il mio progetto, vale per me e basta :)

      Elimina
  10. In effetti è dura....
    Pur cercando di risparmiare...tenendo il riscaldamento al massimo a 18/19 gradi, facendo pane/pasta/pizza/ecc tutto in casa, comprando frutta e verdura di stagione o direttamente dal produttore, non avendo sfizi (no uscite al weekend, no sigarette, no bar, ecc), pur mangiando praticamente solo pasta polenta e patate, pur cercando di adottare ogni metodo di risparmio......è veramente dura ma dura dura dura!!!! Io non so più dove tagliare!
    Trasferisciti per una settimana a casa mia e dimmi dove sbaglio!
    Noi siamo in 2, lavora solo mio marito e prende 1500 euro circa, di cui 800 se ne vanno per il mutuo....
    Vorremmo tanto fare un bambino...ma siamo molto preoccupati (non tanto per i primi tempi, ma piu chr altro per quando avrà dall'anno in su, per vestiti scuola ecc).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I figli non si fanno quando si hanno I soldi. Allora nessuno ce li avrebbe. La vita si affronta giorno per giorno..... poi si vedrá

      Elimina
  11. Spendere poco acquistando farmaci:
    "..assuefarsi alle medicine, costringendoci ad acquistare sempre nuovi farmaci più potenti.." quando impareremo in italia che la parola assuefazione non ha lo stesso significato di tolleranza fisiologica?
    "Evitare l'acquisto dei cerotti, sono costosi e rallentano il processo di guarigione delle ferite" se spacchi la legna del bosco ogni giorno come fai a non usare cerotti? SOPRATTUTTO quelli anti vesciche?

    RispondiElimina
  12. Ciao Francesco, sono Alice. Volevo dirti che la mia famiglia comprende mia mamma e mio papà e sinceramente non riusciremmo a vivere con 500 euro al mese, ma non perchè ci compriamo cose all'ultima moda come per esempio il Tablet che ormai qualunque famiglia ne ha uno,noi no, ma perchè logicamente con i tempi di crisi non si può. Io sono felice che tu riesca a vivere con questi soldi, ovviamente non posso giudicare perchè non vedo e nn mi piace giudicare senza sapere.

    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice, io spendo poco perchè non ho spese, autoproduco tutto, non pago la corrente perchè ho il fotovoltaico (anzi ci guadano 900 euro l'anno), mi riscaldo con la legna che taglio nel bosco, ho i pannelli per l'acqua calda, ho l'orto, ho i tubi solari che mi portano la luce dal tetto in casa, così non accendo le lampadine quasi mai. E' così che si risparmia, ci sono voluti anni di preparazione, ma adesso vivo senza lavorare e cerco di essere libero.

      Elimina
  13. ciao francesco noi siamo in 5, ho tre figli e lavoro solo io. casa ereditata dai genitori di proprieta, i restauri, ne avrebbe bisogno, me li faccio io con l'aiuto di qualche amico tutto fare. (gli attrezzi più costosi me li prestano, però).
    stipendio 1800 +200 assegni familiari; ce li facciamo bastare, usciamo solo per i compleanni dei bambini ed è dura, 1 auto di 12 anni presa quando mia moglie lavorava per fortuna, ma è ferma in garage 4 mesi invernali e 2 estivi, paghiamo il bollo 148 e l'assicurazione di 250euro, 65 di revisione quest'anno e 200 di benzina vendila mi direbbero in molti ma mi serve.... Direi che riusciamo anche a risparmiare qualcosina. io problema è che se ti capita l'imprevisto son dolori se non sai dove attingere. Fai fatica a risparmiare 1000-2000 euro all'anno e poi l'imprevisto te li prosciuga subito.
    Le spese se ne vanno per i figli. I vestiti come i giocattoli li abbiamo da amici che ce li passano quelli che non usano più, .
    ma l'imprevisto c'è sempre e ce la caviamo fin'ora grazie all'aiuto dell'unico genitore che ci è rimasto.
    SI si potrebbe anche risparmiare di più come dici tu e qualche spunto me lo hai dato, ma ci vuole una buona base economica iniziale per potere spedere meno. Per tagliare gli alberi devi avere la motosega che ticosta 200-250 euro più benzina e olio lubrificante. e dovrei comprarmi un carrello e montare il gancio traino. Ecco perchè io che mi scaldo con il camino a legna ..e si le bollette del gas così son ridicole... raccolgo i tronchi lasciati dagli altri in giro per i boschetti della mia zona, o li taglio con sega e accetta, e li carico in auto la sera di primavera prima di dormire.
    Cio non mi riesce invece con la luce e l'acqua perche il fotovoltaico e i pannelli solari e sostituire la caldaia costano un bel po di soldi facciamo 25000euro o giu di li, e ti serve I'idraulico autorizzato che metta a norma l'impianto e anche quello costa!

    Se poi qualcuno mi dicesse bel fesso perchè hai fatto 3 figli e ora ti lamenti, gli direi guada: la vita va così: 6 anni fa sia io che mia moglie lavoravamo e di figli ne avevamo solo 1 e stavamo bene. Poi quando mia moglie è rimasta incinta del secondo con un lavoro a tempo indeterminato, è stata lasciata a casa perchè la ditta di 50 dipendenti è fallita ed infine con il secondo è arrivato pure il terzo!!!

    Un ultimo piccolo sfogo ringrazio Renzi perchè il bonus degli 80 euro lo da doppio, solo alle coppie che percepiscono 1600 euro di stipendio a testa che son povere perchè entrambi non superano i 26000Euri annui, ma che in totale ne pigliano 50000.

    mentre noi che siamo in 5 e siamo ricchi con un reddito di 27300€ non ci arriva nemmeno un cent.
    quindi sai che ti dico, mi faccio il bonus renzi da solo, metto la mia auto in strada e mi affitto pure il garage !!!!


    .



    RispondiElimina
  14. Valutate l'opzione di sostituire l'illuminazione domestica con quella a LED: la spesa totale verrà ammortizzata in un anno e risparmierete centinaia di euro gli anni a venire!

    RispondiElimina
  15. Buonasera Francesco. Condivido molto di quello che dice nei suoi articoli e li leggo sempre con molto piacere e interesse, tuttavia avrei una precisazione da fare sulla coppetta mestruale: va bene acquistarne una più economica della Mooncup (oggi, a differenza di qualche anno fa, ne esistono molte e la maggior parte sono molto valide) tuttavia è importante acquistare SOLO prodotti di marchi sicuri e controllati. In internet si trovano parecchi annunci di vendita di coppette prodotte da ditte sconosciute, con materiali ignoti e potenzialmente non controllati: consiglio di fare attenzione a questi annunci e di informarsi sempre bene di cosa è fatto il prodotto che si intende acquistare perchè la coppetta va a contatto con la mucosa vaginale che è ricca di vasi sanguigni ed assorbe molto facilmente le sostanze che vi entrano in contatto. Grazie dell'attenzione.

    Alessandra

    RispondiElimina

Sono molto felice che tu abbia deciso di lasciare un commento, la tua opinione è molto interessante per me, tuttavia prima di commentare tieni presente le seguenti informazioni:

1. Prima di fare una domanda usa il form di ricerca in alto a destra e leggi la sezione Contatti, dove ci sono le risposte alle domande più frequenti.
2. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
3. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo (anche in modo sottile e indiretto) non verrà pubblicato.