4 Modi per Ottenere Cose Gratis (Senza Spendere Soldi)

senza soldi avere oggetti
come avere quello che ti serve senza
utilizzare il denaro
Internet è un ottimo strumento per ottenere gratuitamente informazioni, ma non tutti sanno che esistono alcuni siti che permettono addirittura di ottenere oggetti gratis. Se risparmiare è la strada maestra da seguire per smettere di lavorare e cambiare vita, ottenere oggetti gratis, può essere decisivo al fine di ridurre al massimo le nostre uscire e spendere pochi soldi.

Chi l’ha detto che per vivere felici e comprare quello che ci serve, sia necessario lavorare, per poi  buttare via il nostro tempo libero, ammassandoci nei centri commerciali alla ricerca degli oggetti che ci servono? Grazie alla rete e ad alcuni utilissimi siti web, oggi possiamo ottenere gratis quello che ieri dovevamo per forza comprare.


Di seguito riporto quattro tra i più famosi siti web che permettono di ottenere oggetti senza l'impiego del denaro, cioè senza dover utilizzare quei soldi, che quotidianamente ci costringono a lavorare come schiavi.

Zero relativo

oggetti gratis










Zerorelativo.it, progetto è attivo dal 12 dicembre 2006, è una community italiana di baratto, riuso e prestito gratuito, che mette in contatto persone  che vogliono barattare, prestare e donare i loro oggetti, senza l'intervento del denaro.

Chi scambia oggetti non ottiene nessun guadagno, se non l'oggetto stesso. Chiunque abbia un oggetto che non utilizza, lo può inserire gratuitamente come annuncio, al fine di regalarlo o scambiarlo con qualcosa che desidera. Non sono accettate inserzioni che contengono riferimenti a denaro o a prezzi di vendita.

L'intento chiaro e dichiarato è quello di  promuovere e diffondere modelli di consumo orientati al benessere sociale e ambientale, il fine ultimo è invogliare le persone ad adottare un sistema di consumo critico e promuovere una forma di scambio che può essere concretamente applicata alla vita quotidiana, senza l'utilizzo dei soldi.

Per iscriversi basta completare i campi richiesti nell’apposita sezione del sito, e si può da subito iniziare a ricercare gli oggetti che ci servono, senza spendere soldi. E’ possibile inoltre compilare una lista dei desideri, visibile a tutti, in modo da permettere, a chi possiede l’oggetto che ci serve, di contattarci per regalarcelo o scambiarlo con qualcosa che non ci serve più.

Potrebbe interessarti: Perché è Meglio Vivere Senza Soldi

Cose inutili

non pagare in denaro grazie a internet










Coseinutili.it è in sistema di scambio senza denaro, che si basa sui crediti. Il funzionamento è molto semplice, prendo spunto da uno schemino presente sul sito stesso, per spiegarne al meglio il funzionamento:

  1. Tu hai una pera che non ti serve più. Pubblichi un annuncio.
  2. L'altro sta cercando una pera e vede il tuo annuncio.
  3. Clicca su lo voglio!
  4. Ti arriva automaticamente una mail che ti chiede se vuoi dare la tua pera all'altro.
  5. Se tu rifiuti, amici come prima, e l'annuncio torna disponibile per altre persone.
  6. Se accetti, l'altro riceve i tuoi dati al fine di accordarvi.
  7. La pera passa all'altro, e tu ricevi i suoi crediti (non soldi).
  8. Con questi crediti acquisiti, puoi barattare, ora, quello che ti serve

Cose inutili ha però una marcia in più: Permette, tramite i crediti, non solo di scambiare oggetti, ma anche tempo, cioè, se abbiamo bisogno di una consulenza informatica, piuttosto che di qualcuno che ci dia una mano in giardino o che ci accompagni al cinema, possiamo scambiare i nostri crediti con queste “prestazioni in tempo”, che ci viene dedicato.

Anche in questo caso per iscriversi gratuitamente è sufficiente compilare il modulo con i dati necessari, presente nell’apposita sezione del sito, e si può iniziare da subito a cercare gli oggetti che ci servono, senza utilizzare il denaro.

Gruppi di Facebook


Facebook è terreno fertile per la nascita di gruppi di persone che intendono provare ad avviare meccanismi alternativi, nei quali non serve il denaro per comperare quello che ci serve, ma è sufficiente applicare il baratto o addirittura regalare qualcosa che non ci serve, all’unica condizione che chi la desidera, se la venga a prendere.

Nei social network il baratto è detto anche "swapping", da swap, cioè scambio, ed è una forma di scambio di oggetti di valore similare, basata sulla fiducia. Propongo di seguito tre gruppi facebook che applicano questa filosofia e grazie ai quali possiamo ottenere oggetti senza spendere soldi.

Unico requisito per partecipare: Avere un profilo su Facebook.



Prima di tutto è necessari iscriversi al gruppo, non serve pagare nulla, basta cliccare sull’apposito tasto “iscriviti al gruppo” posizionato in alto a destra. Una volta che la richiesta di iscrizione è stata approvata, è possibile inserire nella homepage della pagine di Facebook i propri annunci, sia per quanto riguarda quello che ci serve, che per gli oggetti che vogliamo scambiare/regalare.

Si viene poi contattati direttamente tramite la messaggistica di Facebook, dalle persone che sono interessate all’oggetto che vogliamo scambiare. Il meccanismo si basa sulla fiducia, i proprietari della pagina non garantiscono in nessun modo per i membri del gruppo ma, c’è da dire che, tranne rarissimi casi, chi abbraccia questa filosofia tende a comportarsi in maniera piuttosto onesta.

Te lo regalo se vieni a prenderlo

come non spendere la moneta - euro












Te lo regalo se vieni a prenderlo, non è solo un gruppo, ma un insieme di gruppi localizzati per regione, questo perché, come si evince dal nome stesso, si tratta della possibilità di riceve oggetti senza dare in cambio denaro, semplicemente accollandosi l’onere di andare a prendere quello che ci serve, a nostre spese, a casa di chi detiene l’oggetto dei nostri desideri.

In questo caso quindi, la cosa ottimale da fare, è iscriversi al gruppo della propria regione, e per farlo basta utilizzare la funzionalità di ricerca di Facebook, digitando “Te lo regalo, vieni a prenderlo” seguito da un “trattino” e il nome della regione che ci interessa. Per esempio, per la Toscana, scriveremo: “Te lo regalo, vieni a prenderlo - Toscana” e il primo risultato della ricerca sarà appunto il gruppo di scambio, senza impiego di denaro, attivo in Toscana.

Anche in questo caso, è sufficiente iscriversi e iniziare a inserire o ricercare gli oggetti che vogliamo ottenere gratuitamente o quelli di cui ci vogliamo sbarazzare, perché per noi inutili. Per agevolare chi intendesse aderire gratuitamente a questo gruppo, riporto, in ordine alfabetico, i link alle pagine dei singoli gruppi, suddivisi per regione:

Ottenere oggetti senza soldi, cosa è meglio fare?


Abbiamo visto che sostanzialmente, per ottenere oggetti che ci possono servire, senza spendere soldi, esistono numerosi siti o gruppi di Facebook specializzati; in questo articolo mi sono limitato a recensire quelli di cui, direttamente o indirettamente, ho avuto esperienza, in verità ne esistono molti altri, ma i portali che ho menzionato sono sicuramente i più importanti progetti a livello italiano e le piattaforme più affidabili.

Va tuttavia specificato che, Facebook, non è certo lo strumento più adatto per questo tipo di attività, nel senso che è difficile dare visibilità agli oggetti, e i post (soprattutto se i gruppi sono molto frequentati) spariscono in fretta, spesso rendendo vane le nostre aspettative di riscontro. Per questo motivo consiglio di privilegiare i siti di scambio, piuttosto che i classici gruppi sui social network.

Ecco dunque quattro modi per ottenere quello che ci serve senza pagare; il nostro processo volto a cambiare vita e vivere con pochi soldi, il cui scopo finale dovrebbe essere quello di smettere di lavorare, strizza l’occhio a siti e iniziative come queste, grazie alle quali, persone virtuose, che credono nella futilità del denaro, possono trovare ricche possibilità di scambio, baratto e cessione di oggetti di ogni tipologia, senza l'intervento dei soldi.

19 commenti:

  1. Ciao, sono una giornalista, mi piacerebbe contattarti. se puoi, scrivimi a marzia.amico@gmail.com. grazie

    RispondiElimina
  2. non è vero che sono le piattaforme più affidabili, il gruppo mezionato su facebook fa acqua da tutte le parti ed è terreno fertile per molte truffe, ignorate dalle admin. Di gruppi ce ne sono molti altri, ma quello lo sconsiglio caldamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho specificato, sconsiglio anch'io di utilizzare facebook, quando parlavo di affidabilità, mi riferivo ai siti, non ai gruppi facebook, dei quali tuttavia ho avuto comunque esperienza positiva.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  3. Concordo con Anonimo delle 18.01 per esperienza diretta

    RispondiElimina
  4. Io mi sono iscritta a quel gruppo parecchio tempo fa, eravamo in pochi e sembrava di stare tra amici..poi siamo diventati in tanti e è arrivato qualcuno che piú che lo scambio cercava l 'affare ma sono comunque casi isolati. Basta accordarsi bene prima dello scambio!

    RispondiElimina
  5. Alessia, impara a fare l'admin invece di calunniare chi esprime la sua opinione! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  6. asciugati la bava dalla bocca prima di entrare nel web, ciccia! :D

    RispondiElimina
  7. Facile creare un gruppo e poi non seguirlo, se certi provvedimenti fossero stati presi subito, non ci sarebbero state truffe e disagi.

    RispondiElimina
  8. io invece lo trovo un gruppo serio di persone serie che metteno a disposizione le loro cose e il loro tempo. Già solo per questo hanno tutto il mio rispetto.

    RispondiElimina
  9. Io ho usato www.barattofacile.com per barattare alcuni miei oggetti e mi sono trovata benissimo. Totalmente gratuito e pieno di consigli su come non farsi fregare. Lo visito spesso perchè a volte si trovano occasioni interessanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo con l'amico anonimo che ha usato www.barattofacila.com, li batte tutti ed è semplicissimo

      Elimina
    2. correggo si tratta di www.barattofacile.com e non facila come avevo scritto prima. lo riconsiglio!!!!!!

      Elimina
  10. sono andata a vedere i due siti sopra citati...ed entrambi, dopo un tot di tempo o un certo num. di scambi chiedono una quota associativa annua.

    RispondiElimina
  11. Qualcuno sa dirmi se un pensionato inpdap ha diritto a capoverde come residente ed iscritto aire a percepire la pensione detassata? ho posto il quesito a roma r4 e loro hanno riferito che non e' possibile in quanto ex dipendente pubblico.
    il mio indirizzo email e:
    palenuro@gmail.com
    grazie

    RispondiElimina
  12. Ciao! Bellissimo blog! Per ottenere cose gratis ti segnalo anche un sito divertentissimo dove ti mandano cose gratis a casa tipo campioni omaggio e quant'altro http://coupon-spesa.blogspot.it
    Ciao

    RispondiElimina
  13. Ciao Francesco secondo me anche il sito subito.it va bene per il baratto è buono come sito.

    RispondiElimina
  14. Mi permetto di aggiungere un sito estremamente efficace per reperire oggetti (di qualsiasi tipo) a costo zero: Freecycle, nato anni fa negli Stati Uniti e rapidamente diffusosi un po' ovunque. Su Freecycle si possono solo offrire oggetti a titolo gratuito, sono vietati vendita e baratto, non ci sono "crediti" o altre cose del genere; si guardano gli annunci, messi su apposite liste su Yahoo, e se si trova qualcosa che ci interessa si contatta l'autore del messaggio per il ritiro. Qui https://www.freecycle.org/browse/IT/Italy c'è l'elenco di tutte le città italiane in cui è presente una lista Freecycle; dato che sono l'amministratrice della lista Freecycle di Milano, ho pensato di presentarvi anche quest'opzione.
    Un saluto a tutti e complimenti all'autore di questo sito.

    RispondiElimina

Sono molto felice che tu abbia deciso di lasciare un commento, la tua opinione è molto interessante per me, tuttavia prima di commentare tieni presente le seguenti informazioni:

1. Prima di fare una domanda usa il form di ricerca in alto a destra e leggi la sezione Contatti, dove ci sono le risposte alle domande più frequenti.
2. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
3. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo (anche in modo sottile e indiretto) non verrà pubblicato.