Conviene Fare il Fotovoltaico? (Quanto si Guadagna?)

reale produzione di un impianto fotovoltaico
Con un impianto fotovoltaico non solo si
annullano le bollette, ma si ottiene un guadagno
di oltre 10.000 euro 
Non capisco come mai, parlando con amici, colleghi d’ufficio e persino addetti ai lavori, all'affermazione: "Ho deciso di installare un impianto fotovoltaico" mi sento sempre chiedere: "Ma ti conviene"?  Come se fosse ormai assodato che montare un impianto fotovoltaico sia più una scelta etica che economica, ed effettivamente ho appurato essere opinione comune.

Di recente ho sottoscritto un contratto con un azienda fornitrice di tale servizi, non prima di essermi profondamente documentato sull’argomento e raccolto pareri sulla suddetta società.


Leggi questi conteggi aggiornati al 5 Conto Energia

Appurata la serietà dei soggetti e optato per un impianto da 4 kilowatt, ho raccontato in giro della mia scelta, e le reazioni mi hanno notevolmente stupito. La maggior parte delle persone, davano per scontato che l’impianto fotovoltaico sarebbe stato si ecologicamente e eticamente giusto, ma economicamente svantaggioso; i più intrapredenti si sono persino spinti nell’affermare che, dopo aver fatto i conti, gli è risultato sconveniente sotto ogni punto di vista.

Non voglio dilungarmi su questo aspetto, tantomento fare i conti in tasca a chi probabilente paga bollette piuttosto basse per motivi a me ignoti. Io di bolletta della luce pago circa 500 euro l’anno, e non mi sembrano cifre da sprecone. Non so a chi questa persone si siano rivolte, ma li invito caldamente a rifare i conti e riflettere sul fatto che con la crisi e il Governo Monti, ci ritroveremo ben presto a pagare quasi il doppio delle cifre che sborsiamo adesso: E’ notizia di oggi l’arrivo di un rincaro del 9,8% su l'energia elettrica.

Fotovoltaico 2012, conviene veramente?
Schema di assorbimento radiazione solare per pannelli fotovoltaici
(fonte: http://www.index-spa.com)

Leggi anche: Sono Contento se il PIL Scende

Torniamo a noi, il mio obiettivo iniziale era di pagare zero. L’impianto fotovoltaico da 4 kilowatt mi costa 15370 euro tutto compreso, da questi tolgo subito 340 euro di buoni spesa che mi vengono regalati per via di una particolare convenzione con le cooperative della mia regione. Per pagare zero devo produrre tutto quello che consumo; siccome l’anno scorso ho consumato 3100 chilowatt, dovrei produrne altrettanto. La stime di produzione annua per un impianto di 4 kw è di 4761  chilowatt, quindi sarei abbondantemente sopra, peccato che quello che consumo la notte mi tocca pagarlo. Se ripartisco equamente quei 3100 kilowatt in 1550 il giorno e 1550 la notte, il giorno sono gratis, la notte mi costano 250 euro l’anno. Tralasciando che la notte si consuma molto meno, secondo questo conteggio avrei già la bolletta dimezzata.

Ora bisogna tenere presente che tutto quello che produco in più mi viene pagato (dal mio gestore dell’energia) 0,10 euro al chilowatt, quindi quello che di giorno non uso, cioè 4761 – 1550 = 3211 kilowatt, mi vengono pagati 321 euro annui, esentasse.

Già così in un anno, con l'impianto fotovoltaico, guadagno 66 euro.

Fortunatamente esiste anche il conto energia, un contratto della durata di 20 anni, che si stipula direttamente con lo stato, con il quale mi vengono pagati tutti i chilowatt che produco, indipendendentemente da quanti ne consumo, esentasse. Visto che mediamente in un anno produrrò 4761 kilowatt e che lo stato mi paga 0.271 euro per ogni chilowatt prodotto, ogni anno mi entrano netti 1290 euro!

Ora siamo a 1356 euro annui di guadagno.

I pannelli dell'impianto fotovoltaico sono garantiti 25 anni, se in 25 anni perdono più del 20% della loro efficienza, vengono sostituiti dalla ditta, senza costi. In 20 anni guadagno 27120 euro ai quali devo sottrarre i  15030 di costo iniziale, resta quindi un guadagno netto di 12090 euro. Nella peggiore delle ipotesi, cioè se i pannelli perdessero il 19% della loro efficienza, avrei comunque guadagnato 6930 euro.

Montare un sistema di produzione di energia elettrica basato sul sole quindi non solo conviene, ma si rivela un investimento vantaggioso e quasi totalmente privo di rischi, visto che l'assicurazione sulla casa mi copre anche eventuali danni provocati dalla grandine... e  poi vuoi mettere la soddisfazione di non doversi preoccupare di quel 9,8% di aumento?

21 commenti:

  1. mi sembrano tanto 15370 euro per 4 kw. ho trovato costi minori. vorrei installare 10 kw,credi che sia un buon investimento?
    ciao
    Mario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mario guardati bene dalle offerte troppo basse! Io collaboro con l'Energitaly e offro un 4 kW a 19000€ ...prezzi troppo bassi corrispondono a materiale e pannelli di bassa qualità e manodopera non specializzata.

      Elimina
  2. Ciao Mario, benvenuto sul blog :) Dunque qui da me 15.000 è il preventivo più economico che ho trovato, probabilmente dipende da regione a regione. Per i 3kw mi chiedevano circa 11.000 euro. Si, è conveniente anche i 3kw, avevo calcolato che si guadagnava circa 900 euro l'anno.

    Inoltre, un aspetto di cui effettivamente non ho parlato è la tipologia di pannello. Infatti in base alla certificazione, lo stato (attraverso il conto energia) ti da più o meno soldi per i chilowatt immessi nella rete.

    Penso tu debba considerare anche questo, quando valuti i preventivi che immagino tu ti stia facendo fare.

    Spero di esserti stato utile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao.Proprio ieri ho avuto un incontro con un responsabile enel. La proposta che mi ha formulato sembra allettante. Costo dell'impianto € 18.000,00 per una produzione garantita per 20 anni di kw.5376. Io ho una media annua di consumo pari a 2983 kw. quindi avrei un'eccedenza di circa 2400 kw. Con i contributi dello stato e la vendita all'enel dell'eccedenza avrei un rimborso mensile pari a € 195,00 contro € 200,00 della rata che pagherei per 12 anni per l'acquisto dell'impianto. L'enel garantirà i kw. da produrre nei 20 anni e provvederà a sostituire lo stesso se non riusciranno a far si che i kw. previsti non saranno raggiunti. Inoltre è a suo carico la manutenzione per i primi 12 anni e lo smaltimento ad impianto esaurito.
      Tutto ciò sembra ok. Come te avrei da pagare il consumo notturno che sarà irrisorio.In più non sarei soggetto agli ulteriori aumenti che graveranno per tutti e lo stato per finanziare gli impianti andrà ad aumentare a chi non produce corrente le imposte che girerà per gli incentivi.
      Unico mio dubbio lo stato riuscirà a garantire per 20 anni gli incentivi?
      Un saluto
      antonio

      Elimina
    2. Il prezzo mi sembra buono, sopratutto per la manutenzione che si impegnano a garantirti, interessante! Sul Governo ormai non so che dire, hanno dimostrato di non avere scrupoli e di attuare misure (purtroppo) anche retroattive. Incrociamo le dita, sarebbe una beffa aver speso tutti questi soldi e poi veder sfumare tutti i progetti fatti!

      Elimina
  3. Salve io ho avuto una proposta di un fotovoltaico da3kw a6990euro con tanto di incentivi come vi zembra con lo sconto dello stato del50'/. Dello conto energia un saluto salvatore

    RispondiElimina
  4. A Cuneo 3kW 8000 euro.

    RispondiElimina
  5. Abito in provincia di Cuneo. L'hai effettivamente installato o hai visto dei preventivi?

    RispondiElimina
  6. anche io penso che mettere un impianto fotovoltaico possa essere vantagioso, ma molti mi dicono che quando non saranno più in grado di fornire l'energia che dovrebbero, e non sono più garantiti ci sono delle spese tra sostituzione e/o smaltimento che vanno ben oltre il risparmio che si ha avuto in tutti gli anni di utilizzo?
    io non so se sia vero se sapete dirmi di più ve ne sarei grato.

    RispondiElimina
  7. Ciao, ti hanno detto se l'inverter si rompe chi paga? Tieni presente che nella vita dell'impianto si romperà almeno un paio di volte e costa qualche migliaio di euro. Inoltre le spese per smaltire l'impianto a chi spettano?

    RispondiElimina
  8. ci sono ditte che smaltiscono gratuitamente l'intero impianto,siccome e' fatto di materiali riciclabili (vetro,silicio e alluminio...)

    RispondiElimina
  9. c'è modo di sfruttare l'energia prodotta anche per il riscaldamento della casa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, con le pompe di calore da aggiungere alla caldaia,se già esistente. Fanno prezzi interessanti anche su questo, specialmente se acquistati insieme (pannelli + pompa)

      Elimina
  10. Ciao sono Sonia,tante ditte e tanti preventivi !!! Sono in confusione, ognuno dice che i suoi pannelli sono il top ....come scegliere.?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. documentati sulla tecnologia e sui pannelli e gli inverter che ti vogliono installare

      Elimina
  11. ciao, ho un quesito da proporre:
    ho una casa in centro Italia che uso solo per le ferie, converrebbe quindi installare un kit fotovoltaico da 3 kw, considerando che immetterei il 90% del prodotto in rete enel?
    quanto indicativamente potrei guadagnare all'anno ?
    ciao e grazie

    RispondiElimina
  12. Se immetti così tanto lascia perdere, con lo scambio sul posto l' energia scambiataviene pagata circa 0.1€/kWh, il tempo ri rientro dell' investimento si allunga parecchio
    A meno che hai soldi liquidi da spendere (no prestito/finanziamento) ed hai anima ecologista....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, ho scoperto solo ieri, (16 giugno 2015) che con il contratto che ho stipulato con gse nel 2013 le eccedenze mi vengono pagate la miseria di 5 cent... contro i 20 che mi aveva assicurato l'installatore.. qualcuno sa aiutarmi??
      Grazie Marco

      Elimina
    2. Io non me ne intendo, ma a rigor di logica, prova con le associazioni a tutela dei consumatori

      Elimina

Sono molto felice che tu abbia deciso di lasciare un commento, la tua opinione è molto interessante per me, tuttavia prima di commentare tieni presente le seguenti informazioni:

1. Prima di fare una domanda usa il form di ricerca in alto a destra e leggi la sezione Contatti, dove ci sono le risposte alle domande più frequenti.
2. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
3. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo (anche in modo sottile e indiretto) non verrà pubblicato.